Giulia Ubaldi

Giulia Ubaldi

Antropologa del cibo, è nata a Milano, dove vive e scrive per varie testate, tra cui La Cucina Italiana, Scatti di Gusto, Vanity Fair e le Guide Espresso. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti alle vongole, perché per lei sono diventati un'idea platonica: "qualsiasi loro manifestazione nella realtà sarà sempre una pallida copia di quella nell'iperuranio". Nella sua cucina non mancano mai pistilli di zafferano, che prima coltivava!"
michetta di dolceacqua

La Michetta di Dolceacqua, dichiarazione di un amore libero

    C’è poco da fare: quando c’è da rinfacciare al Nord il classico pane che dura poco, che perde tutta la sua consistenza dopo poche ore, si tira sempre in ballo lei, la michetta. Ma c’è una novità: la michetta non è solo il pane di Milano per eccellenza; è anche un dolce tipico

ricette e vini del collio

Alla scoperta dei piatti antichi e dei vini del Collio Friuliano

    Visto il successo di cinque ricette perdute e ritrovate, abbiamo pensato di proporvi un’altra puntata in questa terra. Per l’occasione abbiamo scelto cinque ricette e vini del Collio, perché ricordiamo che qui il campo vitivinicolo è in continuo fermento, come si può ben ammirare durante Enjoy Collio, l’evento in cui il territorio si

ramadan cosa mangiare

Cosa si mangia durante il Ramadan in una tipica casa egiziana?

    “Innanzitutto scusami se c’è troppo sale, ma cucinando di giorno non posso assaggiare”. Durante il periodo del Ramadan si sentono spesso frasi del tipo: “ma come fanno?” Ma non possono nemmeno bere un po’ d’acqua?”, così abbiamo deciso di raccontarvi “come fanno”, grazie all’aiuto di Essam Sallam e di alcuni suoi amici egiziani.

agricoltura sociale calabria

Non solo caporalato: ecco la Calabria dell’agricoltura sociale

    Questo è forse uno degli articoli più difficili che mi sia mai capitato di scrivere. Cercare di raccontare una bella storia, ambientata negli stessi campi dove pochi giorni ne è avvenuta una molto brutta, e pensare che è solo una delle tante. Le vittime del razzismo, infatti, non fanno che crescere, con forme

pomodorino giallo di rofrano

Un’eccellenza ritrovata del Cilento: il pomodorino giallo di Rofrano

    La storia del pomodorino giallo di Rofrano arriva da lontano. Dai tempi in cui si coltivava senza pensare che un giorno anche un solo seme avrebbe potuto fare la differenza ed essere così raro e prezioso. Perché infatti se il Cilento è Riserva della Biosfera, Geoparco, Patrimonio Immateriale dell’Umanità per la Dieta Mediterranea e

Una dolce eccellenza dal cuore cremoso: il Tartufo di Pizzo Calabro

    Non servono cani per scovare questo tartufo, basta andare a Pizzo Calabro! Qui infatti nasce il primo gelato in Europa ad aver ottenuto il marchio IGP, grazie alla qualità della sua produzione artigianale, che al giorno d’oggi si rivela sempre una carta vincente. Come ben saprete, a questo prodotto tipico della pasticceria calabrese

piatti tipici argentini

La cucina argentina tra piatti tradizionali e falsi miti

    Vi abbiamo già parlato di quanto spesso nei ristoranti definiti “etnici” le cucine vengano mediate e riadattate ai nostri gusti, come nel caso di quella cinese; oggi è la volta della cucina argentina: quanto c’è di davvero argentino nei piatti che ci vengono presentati come tali? “Poco, quasi nulla”, ci racconta Diego Muzzi

il rito del mate a lungro

Il rito del mate: dall’Argentina al Pollino

    L’avreste mai detto che oggi si beve più mate in Calabria che in Argentina? In particolare a Lungro, paese arbëreshë del Pollino, in provincia di Cosenza, dove gli abitanti hanno fatto loro questa tradizione. È stato dopo l’Unità d’Italia, in seguito all’emigrazione italiana di ritorno dall’Argentina, che il consumo del mate si è

cucina cinese piatti tipici

La Cina in tavola: niente involtini e nuvole di drago, ecco la cucina cinese casalinga

  Non abbiamo la presunzione di svelarvi quale sia la “vera” cucina cinese, semplicemente perché non esiste una “vera” cucina cinese. Infatti, per quanto la categoria di “etnico” cerchi sempre di ridurre ed etichettare popoli e nazioni in modo più identificabile e, di conseguenza, commercializzabile, la realtà è per fortuna molto più complessa e pressoché

cucina boliviana

Sapori, colori e ingredienti della cucina boliviana tradizionale

  Volete sapere perché la Bolivia è il primo paese in cui McDonald’s è fallito? Per la sua immensa tradizione culinaria, che comprende sia piatti impegnativi dalle lunghe preparazioni, per cui le donne passano ore e ore in cucina, sia un’infinita varietà di cibi da strada: hamburger, pannocchie con formaggio, pollo fritto (che successo può

Shëtridhlat

Storia e ricetta delle Shëtridhlat: un’antica pasta arbëreshë

  Parlare oggi di cucina arbëreshë è quasi impossibile, poiché gli arbëreshë sono in Italia da ormai cinquecento anni. Dunque, dopo cinque secoli, come si può definire un piatto come arbëreshë o calabrese, italiano o albanese? La realtà è sempre più complessa e la cucina è il risultato di contaminazioni e migrazioni avvenute nel tempo,

bertù di san lorenzo

Un cuoco di Atlanta e due giovani ristoratori: così rinascono i Bertù di San Lorenzo

Buone notizie dalla Val Seriana, in provincia di Bergamo: una pasta in via d’estinzione è stata salvata grazie ad un cuoco giornalista americano e a due ristoratori di Curno. Ed è stata una grande sfida se pensiamo che ci troviamo nel regno dei casoncelli, dove già gli scarpinocc di Parre non sono mai diventati così

pane di cerchiara

Il pane di Cerchiara e il panificio Monti: la storia di un’eccellenza calabrese

  A Cerchiara di Calabria dovrebbero ricordarsi più spesso che ‘compagno’ significa colui che mangia il pane con un altro. Forse, solo rimembrando il forte senso di condivisione che permea questo alimento, potrebbero essere o tornare ad essere una vera città del pane. Infatti, in questo paese del Parco Nazionale del Pollino, non vi è

pastasciutta antifascista

La Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi

Questo articolo sulla Pastasciutta Antifascista è stato possibile grazie alla lettura di un testo, Partigiani a tavola, di Lorena Carrara e Elisabetta Salvini. Si tratta di un libro intriso di storia, che ripercorre la Resistenza attraverso il cibo, a cui ci siamo ispirati per l’assoluto e prezioso valore antropologico, fatto di dati umani e testimonianze

vacca cinisara

La Vacca Cinisara: una razza siciliana unica

Ci sono terre che sembrano destinate a gravitare su stesse, con storie troppo vivide per essere passate, ma allo stesso tempo così allontanate da non sentirle presenti. Siamo a Cinisi, il paese di Peppino Impastato, dove sono state girate quasi tutte le scene de I Cento Passi, a pochi chilometri da Capaci e dal fumo

ape nera sicula

Ape nera sicula: una specie autoctona che produce ottimo miele

Lo sapevate? Ci sono api che sono solo nere, come quella sicula. Ha popolato per anni la Sicilia finché non è iniziata lentamente la sua estinzione, soprattutto a causa dell’ibridazione con la ligustica, l’ape più diffusa in Italia. Anche l’uomo ha contribuito, utilizzando da anni in agricoltura sostanze più vicine alla chimica che alla natura,

lumaca madonita

Allevamento di lumache: la madonita, l’eccellenza che non ha fretta

Lo sapevate che la lumaca è l’unico animale sopravvissuto a Chernobyl? Ancora oggi il suo corpo è radioattivo, ma riesce comunque a vivere tranquillamente. Nell’ultimo periodo l’elicicoltura, l’allevamento di lumache, si è diffusa molto anche in Italia, con circa 10.000 aziende professionali elicicole attive; in realtà continuiamo a importare ancora gran parte delle lumache dall’estero, in

ricette collio

Cinque ricette perdute (e ritrovate) dal Collio

Un antropologo ha il dovere morale di raccogliere e salvaguardare alcuni dati della vita popolare, come appunto le ricette. Ma l’antropologia non può limitarsi al solo “salvataggio” di ciò che è in via d’estinzione o “tribale”, singolare o bizzarro, quanto guardare un fenomeno, come ad esempio la cucina, in tutti i suoi aspetti, cambiamenti e

frutti siciliani antichi

I frutti siciliani antichi da salvare

Benvenuti nel regno della biodiversità. Non è un’utopia possibile, ma una realtà fatta di persone in carne e ossa, come lo scienziato Gaetano La Placa e i tre agronomi Vittorio Lipuma, Vincenzo David, Damiano Cerami. Uniti dal 2010 nella Cooperativa Petraviva Madonie, questi quattro giovani, che inizialmente erano sette, hanno deciso di dedicare le loro