Giulia Ubaldi

Giulia Ubaldi

Antropologa del cibo, è nata a Milano, dove vive e scrive per varie testate, tra cui La Cucina Italiana, Scatti di Gusto, Vanity Fair e le Guide Espresso. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti alle vongole, perché per lei sono diventati un'idea platonica: "qualsiasi loro manifestazione nella realtà sarà sempre una pallida copia di quella nell'iperuranio". Nella sua cucina non mancano mai pistilli di zafferano, che prima coltivava!"

Il tajine kafta e altre ricette tradizionali

    Come nel caso del cous cous, anche in quello del tajine, sarà meglio iniziare a parlarne subito al plurale, ovvero tajines. Questo termine indica infatti sia la pentola che tutte le infinite preparazioni che si possono cucinare al suo interno. A questo proposito, chiariamo che tajine al maschile è il contenuto, cioè le

cous cous marocchino

Da Tangeri a Milano, la ricetta del cous cous marocchino di Zinab e Idris

    Zinab e Idris El Azzauoi sono originari di Tangeri, nel nord del Marocco. Lui è arrivato a Milano nel 1995, mentre sua moglie l’ha raggiunto dodici anni fa. In realtà non ci sono molti marocchini di Tangeri né a Milano né in generale in Italia, dove vengono soprattutto da Casablanca, mentre dal nord

u pitirri

U pitirri, un’antica ricetta siciliana custodita dalle gemelle Angela e Calogera

  Esiste un piatto talmente antico che la sua origine certa pare risalga ad almeno 2000 anni fa: u pitirri. Si tratta di una lavorazione complessa, diffusa soprattutto nell’entroterra della Sicilia, tra la provincia di Caltanissetta e Agrigento, in aree solfifere e nei Monti Sicani, dove si produce anche la ricotta di pecora siciliana. Nel

riace giardini esperidi

Cibo e accoglienza in Calabria: da Riace ai Giardini delle Esperidi

  Di recente si è parlato (giustamente) molto del sindaco di Riace e degli avvenimenti che ogni giorno hanno scandito questa vicenda. Quello di cui, invece, si è parlato meno sono le altre realtà, solo meno note ma non meno virtuose, di persone impegnate sullo stesso fronte di Mimmo Lucano, ovvero: la valorizzazione del territorio

ricotta siciliana

La ricotta di pecora dei Monti Sicani: un’eccellenza casearia

  “Ricotta e siero! Ricotta e siero!” C’è una zona della Sicilia dove ancora oggi i pastori girano tra i paesi in macchina urlando alla vendita dei loro formaggi, in particolare della ricotta siciliana. Infatti, forse non tutti sanno che questo formaggio, alla base di moltissime preparazioni della tradizione dolciaria siciliana, trova proprio qui, nei

ricette coreane popolari

Bibimpap, songyeon, patjuk: ecco i piatti più popolari in Corea

  Eccoci ormai giunti all’ultima puntata del nostro viaggio in Corea, che speriamo che vi sia piaciuto e che abbia suscitato il vostro interesse. Dopo aver parlato del kimchi e avervi raccontato le tradizioni culinarie, abbiamo pensato di concludere svelandovi sette ricette coreane semplici da realizzare a casa, le più popolari in Corea, in modo

Tradizioni, galateo e tecniche della cucina coreana

  La cucina coreana è sinonimo di attesa, per il tempo e la dedizione che richiede quasi ogni preparazione. Non a caso, infatti, è proprio la fermentazione una delle tecniche più utilizzate, come per il kimchi, il piatto fermentato per eccellenza che non manca mai in tavola, di cui vi abbiamo parlato nel primo articolo

coregone bolsena

Il Coregone di Bolsena, un pesce da riscoprire

  C’era una volta il Coregone del lago di Bolsena. E sarebbe bello che continuasse a esserci. Invece purtroppo non è così: da quando la gestione è passata dalla provincia alla regione, l’interesse verso questo pesce è gradualmente svanito e la sua esistenza è sempre più minacciata. “Servirebbe un po’ di interesse verso questo pesce”

kimchi

La cucina coreana e la tradizione del Kimchi

  Lo scorso settembre abbiamo avuto l’onore di conoscere Monk Seonjae, direttore del Korean Food Promotion Institute, venuta direttamente dalla Corea per introdurci alla cucina coreana, in particolare all’importanza della fermentazione e del kimchi. Vi parleremo di questo mondo in tre puntate: nella prima vi racconteremo la cultura del Kimchi e la sua preparazione, da

pasta alla milanese

Pasta ‘a milanisi: le origini di un piatto della tradizione siciliana

      Il bello della Sicilia è proprio questo: di dodici dominazioni, ognuna ha lasciato la sua traccia, anche e soprattutto in cucina. Ve ne avevamo già parlato in occasione di cibo e migrazioni, osservando le varie stratificazioni alimentari che rendono questa cultura gastronomica immensa. Oggi abbiamo scelto di raccontarvi un piatto di cui

tarallo dolce di racalmuto

Da Sciascia a Montalbano, il Tarallo dolce di Racalmuto

  Mai dolci furono più presenti nella letteratura di questo. Il Tarallo di Racalmuto, infatti, paese d’origine di Leonardo Sciascia, compare sia nei testi del grande scrittore, sia in antiche opere teatrali, che nei Racconti di Montalbano di Andrea Camilleri. Sarà perché in questo piccola Regalpetra, in provincia di Agrigento, un po’ come del resto

mpalavittati originali

Gli Mpalavittati della Licata di Rosa Balistreri

  Licata è una città piena di vita, di storia, di gente; di appartenenze che si sovrappongono senza annullarsi mai. Ve ne avevamo già parlato a proposito della granita siciliana e dei piatti della tradizione che si portano in spiaggia, ma non vi avevamo ancora detto tutto. Ad esempio, che Licata è anche la città

cosa mangiano i siciliani in spiaggia

Tradizioni al mare: cosa mangiano i siciliani in spiaggia?

  Oggi vogliamo parlarvi di un simbolo dell’estate italiana: il contenitore termico che si porta in spiaggia.  La tradizione vuole che tanto a nord (basti pensare alla riviera romagnola) quanto a sud, al mare si vada con una borsa frigo ben fornita di ingenti quantità di cibo, perché, in fondo, “non si sa mai”, quindi

granita siciliana

I 10 comandamenti della granita siciliana

  Siete proprio sicuri di sapere come si riconosce una buona granita siciliana? Se fino a questo momento avete pensato fosse una cosa semplice, ecco l’articolo che fa per voi. Perché la granita è una questione complessa, un vero fatto sociale totale che finisce per coinvolgere un’infinità di variabili e varianti. Per questo, abbiamo pensato di

Il Pane di Triora, il paese delle streghe

      Angiolino Asplanato è nato nel paese delle streghe, ma al posto della stregoneria ha scelto un’altra arte magica: la panificazione. Da quando ha aperto la sua panetteria nel 1952, Triora è diventata famosa anche per il pane. Infatti, grazie a questa famiglia, oggi il paese fa parte dell’Associazione Città del Pane, di

michetta di dolceacqua

La Michetta di Dolceacqua, dichiarazione di un amore libero

    C’è poco da fare: quando c’è da rinfacciare al Nord il classico pane che dura poco, che perde tutta la sua consistenza dopo poche ore, si tira sempre in ballo lei, la michetta. Ma c’è una novità: la michetta non è solo il pane di Milano per eccellenza; è anche un dolce tipico

ricette e vini del collio

Alla scoperta dei piatti antichi e dei vini del Collio Friuliano

    Visto il successo di cinque ricette perdute e ritrovate, abbiamo pensato di proporvi un’altra puntata in questa terra. Per l’occasione abbiamo scelto cinque ricette e vini del Collio, perché ricordiamo che qui il campo vitivinicolo è in continuo fermento, come si può ben ammirare durante Enjoy Collio, l’evento in cui il territorio si

ramadan cosa mangiare

Cosa si mangia durante il Ramadan in una tipica casa egiziana?

    “Innanzitutto scusami se c’è troppo sale, ma cucinando di giorno non posso assaggiare”. Durante il periodo del Ramadan si sentono spesso frasi del tipo: “ma come fanno?” Ma non possono nemmeno bere un po’ d’acqua?”, così abbiamo deciso di raccontarvi “come fanno”, grazie all’aiuto di Essam Sallam e di alcuni suoi amici egiziani.

agricoltura sociale calabria

Non solo caporalato: ecco la Calabria dell’agricoltura sociale

    Questo è forse uno degli articoli più difficili che mi sia mai capitato di scrivere. Cercare di raccontare una bella storia, ambientata negli stessi campi dove pochi giorni ne è avvenuta una molto brutta, e pensare che è solo una delle tante. Le vittime del razzismo, infatti, non fanno che crescere, con forme

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi