Food innovation

Come e cosa mangeremo nel 2050? Da soli o in compagnia? A casa o fuori casa? C’è chi immagina che parteciperemo a banchetti a base di insetti, chi invece è sicuro che gusteremo carne sintetica e alghe. Sentiremo sicuramente parlare sempre più spesso di  economia circolare, strategie di riciclo anti spreco, cibo digitale. E sono molte le aziende e i produttori che stanno già sperimentando tecniche e programmi innovativi, ad alto tasso tecnologico, per realizzare il cibo del futuro a partire dalle criticità del presente. Fenomeni come il deterioramento del suolo, la perdita di biodiversità, la scarsità delle risorse idriche hanno un impatto concreto sull’intero mondo dell’alimentazione ed è urgente un’azione a sostegno della sostenibilità ambientale e umana dell’intero settore.  Food Innovation è la rubrica in cui troverete tutti i trend più interessanti, le start up più innovative, le invenzioni più creative che, presto, saranno in tavola.
beeing

Beeing, l’innovazione al servizio dell’apicoltura urbana

    Parlare di api e, soprattutto, agire per preservarne la sopravvivenza significa, oggi, dedicarsi alla salvaguardia del pianeta. Questi piccoli insetti sono infatti fondamentali non soltanto per conservare la biodiversità, attualmente fortemente a rischio, ma anche perché sono impollinatori senza i quali anche l’intero settore agricolo andrebbe in crisi. Tutelare le api significa, anche,

Plant Jammer, l’app per combattere lo spreco alimentare domestico

    Si è molto parlato in questi mesi dell’arrivo anche in Italia di Too Good To Go, un’interessante applicazione per smartphone che consente ai ristoratori di mettere in vendita, a prezzo ridotto, i cibi che a fine giornata andrebbero nel cestino. Un modo virtuoso e gustoso per contribuire, grazie alla tecnologia, alla riduzione degli

idroponica subacquea

Agricoltura del futuro: un progetto italiano lancia l’idroponica subacquea

    Quando si parla di agricoltura del futuro, anche le colture fuori suolo rappresentano un’opzione con vantaggi notevoli, che permette di ottimizzare spazi e risorse. Difficile immaginare, tuttavia, che sotto la superficie dell’acqua sia possibile far crescere le piante, per di più con benefici non trascurabili dal punto di vista ecologico e agronomico. Nel

menù digitale

Menù digitale: come funziona e quali sono i vantaggi?

    Quando si mangia fuori, disporre di un menù digitale può essere una comodità in più, nonché un servizio utile e completo che permette di  controllare attentamente gli ingredienti e le caratteristiche dei piatti. Questo eventualità diventa una necessità per chi soffre di determinate intolleranze dovute agli allergeni alimentari, come abbiamo visto nei nostri

Solein: il cibo proteico fatto con sole, acqua e anidride carbonica

  Per produrli non servono terreni agricoli, né grandi quantità di acqua o particolari materie organiche: bastano sole, anidride carbonica e un bioreattore. I “cibi solari”, frutto di una ricerca del VTT Technical Research Center of Finland e della Lappeenranta University of Technology (LUT), hanno già un nome, Solein, e un’azienda produttrice, la finlandese Solar

FTE refrigerazione naturale

FTE: una soluzione sostenibile e naturale per la refrigerazione

    L’esigenza di rendere più sostenibile il mondo del food abbraccia tutti gli anelli della filiera agroalimentare, dal produttore al retailer. Ci sono, infatti, tanti piccoli gesti e accorgimenti supportati dalla tecnologia all’avanguardia che possono ridurre le emissioni di CO2, il consumo di acqua e lo spreco di risorse. È il caso, per esempio,

sviluppo agricolo africa fihnk

Sviluppo agricolo in Africa: Seeds&Chips lancia il progetto FIHNK

      Il lancio di FIHNK (Food Innovation Hub Network) è stato fra gli eventi più interessanti di Seeds&Chips 2019, il summit internazionale dedicato all’innovazione in ambito agroalimentare. Questa iniziativa mette al centro l’Africa, con l’obiettivo di avviare un ‘Rinascimento sostenibile’ che parta dall’economia agricola e dai sistemi alimentari, per consentire uno sviluppo equo,

SEAS, l’innovazione per ottenere acqua potabile dall’aria

      Dove non c’è acqua, non può esserci vita. E ciò non soltanto perché una percentuale elevata del nostro organismo è composto proprio da H2O, ma anche perché essa svolge un fondamentale ruolo per il mantenimento della salute ed è altrettanto imprescindibile per agricoltura e allevamento, le attività che ci consentono di portare

elaisian olio oliva

Elaisian: il sistema di monitoraggio a distanza degli oliveti

  C’è grande preoccupazione tra gli olivicoltori, in Italia. Le stime di ISMEA per la produzione dell’annata 2018/2019 sono drammatiche, si calcola una flessione del 57% rispetto al 2017 e, secondo i più pessimisti, l’olio d’oliva italiano è già finito in primavera. Le ragioni di questo calo sono differenti, e tra esse c’è anche la

food policy milano

I comuni, avamposto della food innovation: il progetto Food Policy di Milano

    Milano non è solo città della moda e della finanza, ma è sempre più capitale europea, dove si sperimentano innovazioni, anche in campo food. Gli esempi a conferma di questa ispirazione europeista e d’avanguardia non mancano: poche settimane fa vi abbiamo raccontato della trasferta de Il Giornale del Cibo a SeedsandChips 2019, il

seeds&chips 2019

Seeds&Chips 2019: temi e spunti dal summit sul futuro del cibo

    Anche in campo alimentare, l’innovazione è diventata una parola d’ordine, che comunemente si associa alla tecnologia e alla digitalizzazione, ma non può separarsi dagli aspetti etici della produzione e del consumo. Questi significativi temi di attualità hanno trovato in Seeds&Chips 2019 – The Global Food Innovation Summit, che si è concluso ieri a

cirfood district

Nasce CIRFOOD District, il centro di open innovation dedicato a cibo e nutrizione

    Ricerca, Sperimentazione, Formazione e Intrattenimento per elaborare, insieme, il futuro della nutrizione e del foodservice. È questa l’essenza del progetto CIRFOOD District, il nuovo centro per l’innovazione sul cibo e l’alimentazione che nascerà nel 2020 a Reggio Emilia, a fianco della sede centrale di CIRFOOD, realtà italiana leader nella ristorazione organizzata. Presentato a

milk brick

Ecco i Milk Brick, i mattoni fatti con gli scarti dell’industria casearia

    L’esigenza di ridurre gli sprechi alimentare, sia durante la filiera che direttamente al consumo, è una priorità sempre più sentita, complice anche la sensibilità crescente della popolazione mondiale alle questioni ambientali. La salvaguardia del pianeta passa anche attraverso l’introduzione di strategie di economia circolare: gli scarti della filiera agroalimentare possono essere riutilizzati sia

biomasse

Cosa sono le biomasse e come vengono utilizzate per produrre energia

    Nessuna azione può essere compiuta dall’uomo senza che venga consumata energia e, di conseguenza, quest’ultima non può essere immediatamente riutilizzata. Non è infinita, anzi il contrario. E una parte viene sempre dispersa o sprecata, come avviene per il calore quando un corpo pratica attività fisica o per l’organismo che non trasforma interamente le

seed and chips

Seeds&Chips: a Milano, un summit dedicato al futuro del cibo

    Ci siamo quasi. È già partito il conto alla rovescia per il più importante evento internazionale dedicato al futuro del cibo, un tema che – come sapete – ci sta molto a cuore. Con un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità e della sharing economy, la quinta edizione di Seeds&Chips, The Global

apepak

Apepak: ecco l’imballaggio biodegradabile in cera d’api

    Trovare una o più alternative sostenibili all’uso della plastica nella vita quotidiana è una priorità, sposata sia dalle istituzioni, Unione Europea in primis, che da aziende private. Non soltanto perché, secondo alcune previsioni, entro il 2050 nel mare ci saranno più rifiuti di plastica che pesci, ma anche perché non sono ancora del

pasta 3D blu rhapsody

Come viene prodotta la pasta 3D e quali sono le sue caratteristiche?

    Sorprendente e contro gli sprechi, ecco come i ricercatori immaginano il cibo del futuro, stampato in 3D e addirittura cucinato con lo stesso dispositivo direttamente nella propria cucina. Utopia o realtà? È presto per dirlo, tuttavia dopo diversi esperimenti che hanno coinvolto chef e cuochi di tutto il mondo presentati nelle fiere dedicate

Cereali del futuro: risultati e prospettive del progetto Re-Cereal

    Immaginare i cereali del futuro che potrebbero arrivare sulle nostre tavole non può prescindere da un attento studio delle varietà del passato, come abbiamo visto nel nostro approfondimento sulle proprietà dei grani antichi, con l’aiuto del professor Enzo Spisni. Il progetto Re-Cereal dell’azienda Dr. Schär, per esempio, segue questa linea, recuperando e migliorando

agricoltura 4.0

Che cos’è l’agricoltura 4.0 e quali sono i suoi vantaggi?

    La qualità della filiera agroalimentare è un’eccellenza del Made in Italy, per cui capire come assicurarsi che continui ad esserlo, guardando al futuro, è un tema di grande importanza e attualità. La strada intrapresa sembra essere quella dell’integrazione tra le strategie tradizionali e le innovazioni dell’agricoltura 4.0. Si parla di tracciabilità, di tecnologia