Food innovation

Come e cosa mangeremo nel 2050? Da soli o in compagnia? A casa o fuori casa? C’è chi immagina che parteciperemo a banchetti a base di insetti, chi invece è sicuro che gusteremo carne sintetica e alghe. Sentiremo sicuramente parlare sempre più spesso di  economia circolare, strategie di riciclo anti spreco, cibo digitale. E sono molte le aziende e i produttori che stanno già sperimentando tecniche e programmi innovativi, ad alto tasso tecnologico, per realizzare il cibo del futuro a partire dalle criticità del presente. Fenomeni come il deterioramento del suolo, la perdita di biodiversità, la scarsità delle risorse idriche hanno un impatto concreto sull’intero mondo dell’alimentazione ed è urgente un’azione a sostegno della sostenibilità ambientale e umana dell’intero settore.  Food Innovation è la rubrica in cui troverete tutti i trend più interessanti, le start up più innovative, le invenzioni più creative che, presto, saranno in tavola.
nutraceutica

Nutraceutica: cos’è e cosa prevede?

      Il concetto di nutraceutica ha appena trent’anni, anche se questa pratica – a metà strada fra nutrizione e farmaceutica, come indica il neologismo che la identifica – fonda le sue radici sull’antica tradizione della sperimentazione dei componenti naturali per fini curativi. Oggi questo ambito di studio vive un’evoluzione e una popolarità in

elaisian olio oliva

Elaisian: il sistema di monitoraggio a distanza degli oliveti

  C’è grande preoccupazione tra gli olivicoltori, in Italia. Le stime di ISMEA per la produzione dell’annata 2018/2019 sono drammatiche, si calcola una flessione del 57% rispetto al 2017 e, secondo i più pessimisti, l’olio d’oliva italiano è già finito in primavera. Le ragioni di questo calo sono differenti, e tra esse c’è anche la

food policy milano

I comuni, avamposto della food innovation: il progetto Food Policy di Milano

    Milano non è solo città della moda e della finanza, ma è sempre più capitale europea, dove si sperimentano innovazioni, anche in campo food. Gli esempi a conferma di questa ispirazione europeista e d’avanguardia non mancano: poche settimane fa vi abbiamo raccontato della trasferta de Il Giornale del Cibo a SeedsandChips 2019, il

seeds&chips 2019

Seeds&Chips 2019: temi e spunti dal summit sul futuro del cibo

    Anche in campo alimentare, l’innovazione è diventata una parola d’ordine, che comunemente si associa alla tecnologia e alla digitalizzazione, ma non può separarsi dagli aspetti etici della produzione e del consumo. Questi significativi temi di attualità hanno trovato in Seeds&Chips 2019 – The Global Food Innovation Summit, che si è concluso ieri a

cirfood district

Nasce CIRFOOD District, il centro di open innovation dedicato a cibo e nutrizione

    Ricerca, Sperimentazione, Formazione e Intrattenimento per elaborare, insieme, il futuro della nutrizione e del foodservice. È questa l’essenza del progetto CIRFOOD District, il nuovo centro per l’innovazione sul cibo e l’alimentazione che nascerà nel 2020 a Reggio Emilia, a fianco della sede centrale di CIRFOOD, realtà italiana leader nella ristorazione organizzata. Presentato a

milk brick

Ecco i Milk Brick, i mattoni fatti con gli scarti dell’industria casearia

    L’esigenza di ridurre gli sprechi alimentare, sia durante la filiera che direttamente al consumo, è una priorità sempre più sentita, complice anche la sensibilità crescente della popolazione mondiale alle questioni ambientali. La salvaguardia del pianeta passa anche attraverso l’introduzione di strategie di economia circolare: gli scarti della filiera agroalimentare possono essere riutilizzati sia

biomasse

Cosa sono le biomasse e come vengono utilizzate per produrre energia

    Nessuna azione può essere compiuta dall’uomo senza che venga consumata energia e, di conseguenza, quest’ultima non può essere immediatamente riutilizzata. Non è infinita, anzi il contrario. E una parte viene sempre dispersa o sprecata, come avviene per il calore quando un corpo pratica attività fisica o per l’organismo che non trasforma interamente le

seed and chips

Seeds&Chips: a Milano, un summit dedicato al futuro del cibo

    Ci siamo quasi. È già partito il conto alla rovescia per il più importante evento internazionale dedicato al futuro del cibo, un tema che – come sapete – ci sta molto a cuore. Con un occhio di riguardo nei confronti della sostenibilità e della sharing economy, la quinta edizione di Seeds&Chips, The Global

apepak

Apepak: ecco l’imballaggio biodegradabile in cera d’api

    Trovare una o più alternative sostenibili all’uso della plastica nella vita quotidiana è una priorità, sposata sia dalle istituzioni, Unione Europea in primis, che da aziende private. Non soltanto perché, secondo alcune previsioni, entro il 2050 nel mare ci saranno più rifiuti di plastica che pesci, ma anche perché non sono ancora del

pasta 3D blu rhapsody

Come viene prodotta la pasta 3D e quali sono le sue caratteristiche?

    Sorprendente e contro gli sprechi, ecco come i ricercatori immaginano il cibo del futuro, stampato in 3D e addirittura cucinato con lo stesso dispositivo direttamente nella propria cucina. Utopia o realtà? È presto per dirlo, tuttavia dopo diversi esperimenti che hanno coinvolto chef e cuochi di tutto il mondo presentati nelle fiere dedicate

Cereali del futuro: risultati e prospettive del progetto Re-Cereal

    Immaginare i cereali del futuro che potrebbero arrivare sulle nostre tavole non può prescindere da un attento studio delle varietà del passato, come abbiamo visto nel nostro approfondimento sulle proprietà dei grani antichi, con l’aiuto del professor Enzo Spisni. Il progetto Re-Cereal dell’azienda Dr. Schär, per esempio, segue questa linea, recuperando e migliorando

agricoltura 4.0

Che cos’è l’agricoltura 4.0 e quali sono i suoi vantaggi?

    La qualità della filiera agroalimentare è un’eccellenza del Made in Italy, per cui capire come assicurarsi che continui ad esserlo, guardando al futuro, è un tema di grande importanza e attualità. La strada intrapresa sembra essere quella dell’integrazione tra le strategie tradizionali e le innovazioni dell’agricoltura 4.0. Si parla di tracciabilità, di tecnologia

idroponica e acquaponica

Colture fuori suolo: idroponica e acquaponica sono l’agricoltura del futuro?

    “Trovo moralmente oltraggioso che nel 2014 ci siano ancora centinaia di milioni di persone nel mondo che soffrono l’ingiustizia di vivere senza abbastanza cibo per sfamarsi”, così si esprimeva qualche anno fa l’ex presidente USA Barack Obama intervistato da Il Corriere della Sera. Come non essere d’accordo? E se agli 821 milioni di

piatto del futuro

Il piatto del futuro? Sarà unico!

    Non siete ancora pronti a dire addio alla classica divisione delle portate tra antipasto, primo, secondo, contorno e dolce? Non vi preoccupate, avete tempo fino al 2030 per abituarvi al piatto del futuro. Almeno così ci dicono i risultati del sondaggio diffuso in occasione del Food Marketing Mastery di RistoratoreTop, un’agenzia specializzata in

start up cibo

6 start up del cibo tutte italiane da conoscere

re     Il digitale è ormai arrivato anche a tavola, o meglio ci porta a tavola piatti, cibi e prodotti in maniera veloce e smart. Sono migliaia, ormai, le start up dedicate all’evoluzione del settore del food, ma in Italia stentano ancora a decollare e a conquistare i consumatori. Sono pochi ancora (ma in

Biologico, sostenibile e “zero waste”: il cibo del futuro nel dibattito al SANA 2018

  Pensare al cibo del futuro significa immaginare l’evoluzione tecnica, culturale ed economica della società, anticipando anche gusti e tendenze potenzialmente molto diverse da quelle odierne. In un dibattito tenutosi al Sana 2018 di Bologna, si è cercato di ipotizzare come potrebbe essere l’alimentazione nei prossimi decenni, coinvolgendo esperti di vari ambiti del food. Le

silk urban farm

Il novel food tra insetti e rivoluzioni culturali

    Un progetto di economia circolare che parte dal recupero dell’allevamento del baco da seta, un tempo molto diffuso in Italia: è la Silk Urban Farm, nata dalla collaborazione tra Marco Ceriani, fondatore di Italbugs, startup concentrata sui processi di allevamento di insetti per l’alimentazione, e il Future Food Institute (FFI) di Bologna. Abbiamo

TuttoFood

Made in Italy a TuttoFood: 11 aziende che guardano all’innovazione sulle orme della tradizione

Eravamo in più di 80 mila quest’anno a TuttoFood, l’esposizione internazionale dedicata agli operatori del settore agroalimentare, tenutasi alla Fiera di Milano dall’8 all’11 maggio. Una vetrina di tutto rispetto che ha messo in bella mostra il meglio del Made in Italy e che ha visto una buona presenza straniera (il 23% dei visitatori, per

food innovation

Food Innovation Global Mission: le tendenze del futuro in giro per il mondo

Reggio Emilia, già patria della Food Valley, si candida a diventare un polo di raccolta di esperienze e progetti legati al cibo a livello globale. Infatti, il Master di II livello Food Innovation Program inaugurato nel 2015 e dedicato a cibo, tecnologia e innovazione, ha permesso a 15 giovani di fare un viaggio di 60