Food innovation

Come e cosa mangeremo nel 2050? Da soli o in compagnia? A casa o fuori casa? C’è chi immagina che parteciperemo a banchetti a base di insetti, chi invece è sicuro che gusteremo carne sintetica e alghe. Sentiremo sicuramente parlare sempre più spesso di  economia circolare, strategie di riciclo anti spreco, cibo digitale. E sono molte le aziende e i produttori che stanno già sperimentando tecniche e programmi innovativi, ad alto tasso tecnologico, per realizzare il cibo del futuro a partire dalle criticità del presente. Fenomeni come il deterioramento del suolo, la perdita di biodiversità, la scarsità delle risorse idriche hanno un impatto concreto sull’intero mondo dell’alimentazione ed è urgente un’azione a sostegno della sostenibilità ambientale e umana dell’intero settore.  Food Innovation è la rubrica in cui troverete tutti i trend più interessanti, le start up più innovative, le invenzioni più creative che, presto, saranno in tavola.
groqing underground

Il futuro dell’agricoltura in un rifugio antiaereo a Londra: Growing Underground, la prima fattoria “sotterranea”

  Sottoterra. Trentatré metri, per la precisione. Sopra, il bailamme di Clapham, una delle aree più trafficate di Londra. Sotto, un’area di 528m2 di tunnel occupati da piante. Anzi, piantine. O meglio, microgreens, micro ortaggi dalle numerose varietà e proprietà organolettiche. Sono quelli che crescono in un rifugio antiaereo della Seconda Guerra Mondiale della capitale

xfarm

xFarm, l’app pensata dagli agricoltori per gli agricoltori

  Efficienza e sostenibilità. Questi gli obiettivi che guidano l’innovazione tecnologica e lo sviluppo di xFarm, start up italo-svizzera dalla forte vocazione internazionale nata nel 2017 e che oggi raggiunge oltre 65.000 aziende agricole in 59 paesi diversi. Una piattaforma digitale che risponde ai bisogni dell’agricoltore, che lo aiuta a conoscere quanto accade nel campo

minis food
Le video interviste
di #FoodInnovation

Mini’s Food: la start up trentina che rende “appetitosi” gli insetti

  Gli insetti sono il cibo del futuro, un futuro che ormai non è troppo lontano. Di questo sono convinti Davide Rizzoli e Aurora Pintarelli, promotori e fondatori di Mini’s Food, giovane start up trentina che si pone l’ambizioso obiettivo di rendere appetitosi gli insetti commestibili e abbattere la barriera della diffidenza nei confronti di

Dal mare all’ecodesign: il progetto sardo che ricicla i gusci delle cozze

  Le cozze, buonissime da mangiare, magari alla tarantina o in una bella impepata, sono molluschi bivalvi che si prestano a mille ricette. In Italia ne esistono tantissime varietà diverse, ciascuna con delle peculiarità legate alla zona di provenienza. Una volta pulite e cucinate, però, una domanda sorge spontanea e non è detto che la

realco igienizzante durata alimenti

Pulizia del luogo di confezione: l’igienizzante a base di enzimi che “allunga” la vita degli alimenti

  Lo spreco alimentare è un problema che coinvolge governi, aziende e singoli cittadini. Una recente ricerca Samsung, presentata in occasione dell’8a Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, evidenzia come i cibi buttati e non consumati costino più di 5.000 Euro a ogni italiano. Un dato in linea con quanto accade anche nel resto dell’Unione

farina di vinaccioli

Sostenibilità e lotta allo spreco nella filiera vitivinicola: ecco la farina che nasce dai semi dell’uva

  La lotta contro lo spreco alimentare passa anche attraverso la food innovation. Processi altamente tecnologici e modi alternativi di utilizzare gli scarti permettono di realizzare nuovi prodotti sia commestibili sia impiegati per altre funzionalità. Abbiamo parlato, ad esempio, della farina creata a partire dagli scarti di produzione delle mele studiata da un team dell’Università

ricehouse

Ricehouse, la start up innovativa che parte dagli scarti del riso per creare la casa del futuro

  Generare un impatto positivo nel mondo, come quando si butta un sasso nell’acqua, la cui onda si propaga e diventa sempre più grande, cercando di rispondere ad alcuni dei problemi più urgenti del nostro millennio. Questo l’ambizioso obiettivo di Ricehouse, una start up innovativa tutta italiana nata nel 2016, e che da allora cerca

agrigenius vite
Le video interviste
di #FoodInnovation

Cos’è e come funziona Agrigenius Vite, il “tutor” 4.0 che aiuta il settore vitivinicolo

  La tecnologia e l’innovazione scendono in campo accanto – e insieme – alle imprese agricole per rendere la filiera più efficiente e più sostenibile. Presentato pochi mesi fa, all’inizio del 2021, Agrigenius Vite è il nuovo servizio di BASF Agricultural Solutions realizzato per il settore vitivinicolo. Ne abbiamo parlato insieme alla dottoressa Chiara Cattaneo,

olivicoltura di precisione

Metodi e tecnologie all’avanguardia con l’olivicoltura di precisione

  Le innovazioni dell’agricoltura interessano anche la produzione di olio, fondamentale nel quadro dell’agroalimentare italiano, ma anche minacciata dai cambiamenti climatici e dai parassiti. Gli ultimi anni, infatti, hanno visto la diffusione di metodi e di strumenti importanti per accrescere quantità e qualità, nonché utili ai fini della sostenibilità ambientale. Ma quali sono le novità

Supply chain sostenibile: CIRFOOD riduce sprechi e stoccaggio grazie all’intelligenza artificiale

  A poche settimane dalla Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco Alimentare, continuiamo a parlarvi di un tema che, purtroppo, non va mai fuori stagione. Dopo avervi raccontato del patto contro lo spreco alimentare di To Good To Go e dei numeri raccolti dalla ricerca Samsung, approfondiamo l’argomento considerando un aspetto della tematica che riguarda

farina dagli scarti delle mele

Dagli scarti di mela una farina nutriente per fare il pane: il progetto della Libera Università di Bolzano

  Dalla riscoperta della fermentazione alla creazione di nuovi ingredienti sostenibili e nutrienti. Questa è l’intuizione che ha portato alla produzione di una farina a partire dagli scarti delle mele che può “innovare” il pane. Autori e autrici del progetto di ricerca sono il team del Micro4Food Lab della Libera Università di Bolzano, ricercatori specializzati

riutilizzare scarti alimentari tessuti

Riutilizzare gli scarti alimentari? Una vera moda!

  Il tema dello sviluppo sostenibile, compatibile quindi con la salvaguardia dell’ambiente, è anno dopo anno sempre più importante e urgente. Rispetto a questo, le implicazioni con il mondo del food sono sotto gli occhi di tutti noi: abbiamo visto, ad esempio, come ci sia un forte legame tra la filiera e i consumi, alimentari

carne coltivata

Carne “coltivata” in laboratorio? A Singapore arriva la prima alternativa artificiale ai nuggets di pollo

  In un ristorante di Singapore saranno presto vendute e servite pepite di carne “coltivata” di pollo (cultured meat o lab-grown meat), prodotta in laboratorio a partire da cellule animali. È il primo Paese al mondo ad approvare la distribuzione di questo nuovo tipo di carne sintetica, realizzata da una start up californiana che si

3bee

Arnie hi-tech e adozioni di alveari: ecco 3bee, la start up che salva le api

  Le api hanno un ruolo fondamentale dell’ecosistema, preservano la biodiversità e favoriscono la rigenerazione ambientale. Questo ha un impatto anche sul mondo agricolo, perché una delle funzioni delle api selvatiche è proprio quella di impollinare le piante fruttifere. Tuttavia, sono una specie in forte pericolo di estinzione a causa dei cambiamenti climatici, dell’uso dei

Orto idroponico

Ecoltivo: l’innovativo orto idroponico casalingo (consegnato a domicilio)

Coltivare la lattuga oppure il peperoncino direttamente nella propria cucina, senza dover innaffiare con frequenza la pianta e senza sporcare è il sogno di molti che si avvicinano al mondo green. Non tutti, infatti, hanno a disposizione uno spazio dove poter coltivare il proprio orto domestico. Fortunatamente, esistono sempre più soluzioni “alternative”, ecologiche e pulite:

origami organics

Origami Organics: la startup che ricava vestiti per bambini dal latte

  Si chiama fibra di latte o “milk fiber” per i più esterofili, ma con le fibre – quelle alimentari almeno – non c’entra nulla. Non si tratta infatti di una sostanza particolarmente nutriente o piacevolmente digestiva, ma di una materia prima virtuosa per l’ambiente e per l’economia del riuso, lavorabile e trasformabile. In cosa?

Blockchain caffè

In che modo la tecnologia Blockchain per il caffè può garantire la filiera?

  In ogni angolo del mondo, ogni giorno, si consumano grandi quantità di caffè, e i dati presentati a gennaio scorso al Sigep (Salone Internazionale Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè) di Rimini mostrano infatti un incremento dell’1,8% nel 2019, per quanto riguarda il caffè caldo. Come ogni prodotto che arriva da lontano, però, tracciare

frigorifero intelligente

Frigorifero intelligente: la nuova frontiera della casa smart

  Che il frigorifero sia un elettrodomestico decisamente utile è cosa nota. Meno nota è, forse, la sua storia, i cui dettagli si perdono in una giungla di brevetti (il primo risalirebbe già al 1749), prototipi e perfezionamenti realizzati tra gli Stati Uniti e l’Europa e culminati, intorno alla metà dell’Ottocento, con l’invenzione delle prime

Orange Figer

Orange Fiber, l’azienda che trasforma gli scarti di agrumi in vestiti

  Tessuti di alta qualità ma creati a partire dagli scarti della filiera agrumicola: un modo per valorizzare contemporaneamente il Made in Italy e la sostenibilità. Questa è stata l’intuizione di Adriana Santanocito, specializzata in fibre tessili innovative e founder, insieme a Enrica Arena, di Orange Fiber, un’azienda nata nel 2014 – immaginata a Milano,