Attualità

Distinguere un falso allarmismo da una news fondata, soprattutto quando si parla di alimentazione, non è facile: i nostri social network pullulano ogni giorno di nuovi cibi miracolosi e studi scientifici che ci esortano a consumare alcune tipologie di alimenti e ad evitarne altre. Gli articoli raccolti in questa sezione hanno lo scopo di approfondire le notizie più rilevanti che riguardano la nutrizione, il cibo e il suo impatto su salute umana e ambiente. “Andare in fondo” alla notizia, verificare un fatto o un’affermazione rivolgendoci a fonti ufficiali, o autorevoli, restano per noi capisaldi di un solido e imprescindibile metodo giornalistico.
Adottare una mucca

Chi adotta una mucca trova un tesoro (di burro e formaggio): l’idea della Cooperativa bellunese 

  Si chiamano Barbie, Birke, Irene, Rumba, Sindy, Luna, Stella e Yara e sono solo alcune delle circa quaranta mucche che, dalla primavera 2020, è possibile adottare per partecipare al progetto “Adotta una mucca di Costalta” della Cooperativa Peralba Costalta, in provincia di Belluno. Un’iniziativa che ha lo scopo di aiutare i piccoli allevatori locali

Carni esotiche renna

Le carni esotiche tornano di moda? Ecco le più “cool”

  Le carni esotiche, che possono suscitare diffidenza o interesse, hanno vissuto un boom legato alle mode alimentari, per poi essere quasi dimenticate e da poco riscoperte, anche se prevalentemente per un consumo ricercato e di nicchia. Come abbiamo visto occupandoci di gentrificazione del cibo, infatti, le tendenze hanno un ruolo determinante anche in cucina,

Camilla Emporio solidale

Camilla: a Bologna il primo emporio solidale autogestito italiano

  È il primo “emporio di comunità” in Italia, uno spazio dove trovare prodotti alimentari e per la casa prodotti nel rispetto dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori, ma anche uno spazio sociale dove le persone possono tradurre i valori in buone pratiche. Si chiama Camilla il primo emporio solidale italiano, esiste da due anni a

Riapertura piccoli ristoratori

Ripartire dopo il coronavirus: la voce a 5 piccoli ristoratori sulla riapertura

Se per le pizzerie è stata dura (decidere di) ripartire, come ci hanno raccontato in questo articolo alcuni pizzaioli, per i grandi e piccoli ristoratori lo è altrettanto, se non di più. In pizzeria, infatti, si trascorre non più di un’ora, mentre invece nel ristorante la sosta è prolungata e i clienti sono ancora molto

Riapertura gelaterie e pasticcerie

Ripartire dopo il coronavirus: la voce a 5 gelatieri e pasticceri sulla riapertura

  Rispetto a bar e ristoranti, alle pasticcerie e gelaterie è andata forse un po’ meglio durante il lockdown, in particolar modo proprio a chi vende gelato: un cono si acquista e si mangia velocemente all’esterno, senza soste davanti al luogo o troppe regole da rispettare. E poi c’è stato il servizio di delivery che

Riapertura retail intervista Resca

Qual è la situazione delle rivendite alimentari? Intervista a Mario Resca di Confimprese

La riapertura e la cosiddetta “fase 3”, anche per le rivendite alimentari, non sono prive di criticità, evidenziando la situazione complessa di un settore che è sbagliato ritenere immune alla crisi. Come abbiamo visto nella nostra intervista a Luigi Scordamaglia di Filiera Italia, anche la produzione alimentare ha sofferto le conseguenze della lunga chiusura, pur

cucina mancina

cucinaMancina, la più grande food community per i “diversamente onnivori”

  “If things don’t go right, go left”: è questo il motto di cucinaMancina, startup dalle molteplici diramazioni, che gioca con il doppio significato della parola right (in inglese “giusto”, ma anche “destro”) in contrapposizione a left, sinistro. Di sinistro cucinaMancina non ha proprio nulla, e anche giusto e sbagliato sono due concetti molto distanti

filiera-del-formaggio

L’impatto del Covid-19 sulla filiera del formaggio: intervista a Massimo Fiorino di Assolatte

I lunghi mesi di lockdown in casa hanno modificato la spesa degli italiani, che hanno scoperto i “negozi di prossimità” e trascorso più tempo di prima in cucina. Ma l’interesse verso il settore “food” nella sua versione casalinga non deve trarre in inganno. Come abbiamo visto, i primi dati a proposito dell’impatto del Coronavirus sull’agroalimentare

Riaprire in sicurezza intervista Leonardi

Riaprire in sicurezza: come si muove la ristorazione collettiva? Intervista a Marcello Leonardi di CIRFOOD

  In questa fase, riaprire in sicurezza è un imperativo per tutte le attività ristorative, sia che si tratti di pubblici esercizi sia nel caso delle mense aziendali, pur caratterizzate da situazioni operative specifiche. Ma come sta riprendendo l’attività e quali sono le informazioni utili per ristoratori e clienti? Dopo aver approfondito modalità e condizioni

lockdown intervista scordamaglia

In che modo l’agroalimentare italiano può uscire dalla crisi post lockdown? Intervista a Luigi Scordamaglia

Tre mesi di chiusura hanno inciso sull’agroalimentare italiano, che pure non si è mai fermato, per garantire le forniture. Del resto, il blocco e la riapertura a rilento dei ristoranti, con le conseguenze che abbiamo approfondito con Luciano Sbraga di Fipe, non poteva che riflettersi sulla produzione, penalizzata anche dal netto calo delle esportazioni. Ma

riapertura pizzerie

Ripartire dopo il coronavirus: la voce a 5 pizzaioli sulla riapertura

  Nonostante l’incertezza per il futuro e le numerose difficoltà, la tanta diffidenza e la paura, molte attività hanno deciso di rialzare le saracinesche con speranza e, soprattutto, impegno. Tra di loro ci sono le pizzerie a cui gli italiani sono particolarmente affezionati, sia per la pizza che è a tutti gli effetti un patrimonio

Fase 2 riapertura locali intervista Resta

Leopoldo Resta, AD di CIRFOOD Retail: “per la ristorazione è un anno orribile, ma le persone torneranno nei ristoranti come prima”

  Era il 20 febbraio scorso quando, a pochi giorni dal lockdown, inaugurava in piazza 25 Aprile a Milano il flagship di Kalamaro Piadinaro, ultima apertura di CIRFOOD Retail, la società interamente dedicata all’ambito commerciale-retail, gestita al 100% da CIRFOOD che si occupa di ristorazione organizzata. Da allora, i piani sono dunque cambiati da un

fase 2 digitalizzazione ristorazione

Digitalizzazione nella ristorazione: gli strumenti che potrebbero favorire la ripartenza

  Da sempre, all’idea di una crisi è associata la possibilità di innescare un cambiamento. Spesso, è forzato e non è detto che porti a un miglioramento della condizione di partenza, ma è raro che una realtà travolta da crisi, per l’appunto, si ritrovi alla fine esattamente dove era partita. Ciò sta accadendo anche con

Riapertura dei ristoranti

Riapertura dei ristoranti: come pesa la crisi sul territorio e quali soluzioni per ripartire? Intervista al vicedirettore di FIPE

  Dopo quasi tre mesi di chiusura forzata a causa dell’emergenza Coronavirus, la riapertura dei ristoranti presenta difficoltà notevoli per gli operatori del settore. Partendo da una situazione di grande crisi, dalla quale tutti vorrebbero uscire rapidamente, sono molte le questioni da affrontare, in tema di sicurezza, gestione del lavoro e sostegno da parte del

#iostoconiristoratori, la solidarietà digitale delle start up per aiutare bar e ristoranti

  La consegna della cena a domicilio, il “take away” e anche i menù digitali stanno diventando la nuova “normalità” della ristorazione in Italia, nonché elementi cruciali per la ripartenza delle imprese del settore. In questi mesi, moltissime realtà in tutta la Penisola si sono trovate “obbligate” a innovare la propria attività, versostimolate a una

Come riaprire? I dubbi e le priorità della Rete della ristorazione italiana per il settore

  La ristorazione ha bisogno di ripartire, è vero, ma non tutti i ristoranti hanno fretta di aprire. Restano ancora molte, infatti, le incognite sulle misure di distanziamento sociale, sicurezza e salute che preoccupano gli imprenditori del settore, che, sebbene sia ora possibile far ripartire l’attività, chiedono maggiore chiarezza e un supporto in più. Ne

coronavirus e agroalimentare

L’impatto del Covid-19 sul settore agroalimentare: quali sono le conseguenze?

  L’emergenza Covid-19 ha travolto tutti i settori dell’economia, compreso quello dell’agroalimentare. Se è vero che, infatti, le aziende che operano nel settore non si sono mai fermate e che gli acquisti nella GDO e nei negozi di prossimità è cresciuta, sono molti però gli ambiti in cui già si possono contare i danni. Basti

spesa quarantena

Spesa alimentare in quarantena: la rivincita dei negozi di quartiere e dei prodotti locali

  L’emergenza ha modificato le attività quotidiane, il lavoro, gli affetti. Sono cambiati gli aperitivi e il modo di vivere la socialità, ma anche quello di fare la spesa. Ci siamo abituati, o quasi, a fare la fila distanziati, a utilizzare i guanti e le mascherine e, nel frattempo, abbiamo iniziato anche a modificare quello

iniziative-solidali

Dalla Spesa all’Arancia “sospesa”: le iniziative solidali ai tempi dell’emergenza

  L’emergenza causata dalla pandemia da Coronavirus ha avuto un pesante impatto sulle vite delle persone in tutto il mondo, e ciascuno ne percepisce le conseguenze nella propria quotidianità. C’è chi infatti, anche in Italia, si trova in una situazione particolarmente complessa: le molte persone rimaste senza lavoro, chi si trovava già in difficoltà, chi