Pubblicamente a tavola

La crescita economica è compatibile con la salvaguardia dell’ambiente? Lo sviluppo sostenibile è un’utopia? Il biologico, vale la spesa? Pubblicamente a tavola è la rubrica che cura alcuni degli aspetti del rapporto tra cibo e sostenibilità, con l’intento di promuovere valori positivi quali appunto: legalità, genuinità, educazione. All’interno troverete anche articoli scritti da Giuliano Gallini, Responsabile Marketing e Comunicazione di CIR food. Nella rubrica sono presenti anche approfondimenti vari sulle politiche dell’alimentazione, i sondaggi e le ultime novità riguardanti le mense pubbliche, scolastiche e non, nonché molti altri focus sempre relativi a tematiche inerenti al mondo della nutrizione.
convegno tavola pubblica

Tavola Pubblica: nuovo incontro a Roma

Dopo il  convegno sulla tavola pubblica tenutosi in Expo e in seguito all’entrata in vigore del nuovo codice degli Appalti (18 Aprile 2016), è stato fatto un primo bilancio su cosa è cambiato e come, con i protagonisti del primo incontro. L’obiettivo di CIR food nell’organizzare in occasione dell’Esposizione Universale di Milano una tavola rotonda

nuovo codice appalti

Nuovo codice appalti: in attesa delle linee guida ANAC

Nel precedente articolo sul nuovo codice appalti pubblici abbiamo provato a spiegare come il criterio del massimo ribasso continui a comparire sotto svariate forme, anche se la normativa prevede che venga adottato il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa – ovvero quella che premia maggiormente la componente qualitativa di un progetto, piuttosto che il prezzo –  in particolare

massimo ribasso

Massimo ribasso o OEPV: cosa prevede il nuovo codice appalti?

A partire dal 18 aprile 2016 è entrato in vigore il nuovo Codice degli appalti, con l’obiettivo di correggere il vecchio sistema recependo le direttive europee in materia di contratti pubblici. L’Art. 95 del nuovo codice impone che siano aggiudicati esclusivamente sulla base del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa i contratti relativi ai servizi sociali

Mense Scolastiche: chi decide il Menù?

Ogni anno sono milioni i pasti consumati nelle mense scolastiche italiane. ORICON, l’Osservatorio sulla Ristorazione Collettiva e Nutrizione, nel 2014 ne ha stimati un totale di 299 milioni. Una cifra considerevole, che apre la strada a numerose riflessioni sull’importanza e la responsabilità di chi ha il compito di definire come si alimentano centinaia di migliaia

TTIP cos'è

TTIP: quale impatto sulla salute e l’economia?

L’istituzione del TTIP fra Unione Europea e Stati Uniti suscita molti dubbi fra economisti, politici, giuristi, attivisti del mondo del food e non solo. Nelle scorse settimane, la nostra redazione ha chiesto l’opinione di Carlo Petrini, presidente di Slow Food, e di  Vittorio Agnoletto, medico e attivista no global. Ponendo l’accento sulla messa a rischio

biologico nelle mense scolastiche

Biologico nelle mense scolastiche: sì o no? Sondaggio

Un paio di settimane fa il “Venerdì di Repubblica” ha pubblicato un servizio sul biologico nelle mense scolastiche italiane. Insieme a qualche dato (1200 mense biologiche, 8,5% i menù interamente biologici) e ad alcune tendenze (grande aumento del biologico tra il 2008 e il 2013 ma forte calo nel 2014), il settimanale riportava l’opinione di

umanizzare l'economia

Umanizzare l’economia globale: il modello della cooperativa

La crisi economico-finanziaria scoppiata nel 2008 ha fatto emergere l’esistenza di una divergenza fra l’agire economico e il benessere sociale. Ad accrescere il valore del Pil di un Paese, infatti, sono spesso azioni che non tengono conto del suo progresso sociale, come gli sprechi, le spese militari, le inefficienze… Trovare un nuovo modello di riferimento,

come scegliere un ristorante

Innamorarsi di un ristorante: mistero risolto?

  Cos’ è che ci fa innamorare di un ristorante? È una domanda che pochi giorni fa ponevo a me stesso e ai nostri lettori in un articolo che ha innescato un piccolo dibattito sui fattori, più o meno razionali, che spingono a preferire un locale piuttosto che un altro. La risposta della vivace comunità

Siamo fuori dalla crisi economica?

Ci sono i segnali: da un mese a questa parte alcuni analisti parlano di forte ripresa nel 2015. Il basso prezzo del petrolio, la svalutazione dell’euro, la discesa costante dei tassi di interesse e il perdurare delle politiche di espansione della massa monetaria della Bce si aggiungeranno all’inevitabile rimbalzo che è legittimo aspettarsi dopo tre

scegliere-un-ristorante-parametri

Innamorarsi di un ristorante: il mistero si infittisce

Giusto un anno fa, sul Giornale del Cibo mi interrogavo sul mistero che abita i ristoranti, i bar, i caffè, le osterie e via via tutti i pubblici esercizi. In alcuni si sta bene – indipendentemente dal livello del locale, che sia di lusso o popolare… – altri invece non riescono a far innamorare i

sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile: utopico o realizzabile?

Uno dei temi a me più cari e senza dubbio uno di quelli ad oggi più dibattuti, soprattutto a livello di politiche europee, è quello dello Sviluppo Sostenibile. Alla base di questa nozione c’è un concetto molto preciso: quello di crescita economica compatibile con la salvaguardia dell’ambiente, che migliora la qualità della vita di ognuno

le-mani-in-pasta-laboratorio-internazionale

Internazionale a Ferrara: a lezione di sostenibilità

Di solito quando facciamo un acquisto non pensiamo che questa piccola scelta quotidiana possa avere un impatto su una realtà più vasta, come può essere quella della produzione agricola. Se ragioniamo con un approccio economico sul rapporto fra domanda e offerta, ci appare però logico quanto i nostri acquisti in materia di prodotti alimentari possano influenzarne

declino-del-biologico-rifelssioni-dopo-gli-ultimi-due-sondaggi

Declino del biologico? Riflettiamo su due sondaggi

Due settimane fa, al sondaggio: “Quanto siete disposti a pagare un prodotto biologico?” hanno prevalso, con il 45%, coloro che sonodisposti a spendere tra il 10 e il 20% in più. Tolgo la segretezza al mio voto:  anch’io sono tra questo 45. Sono rimasto sorpreso da quel 36% che non è disposto a spendere niente

sai-scegliere-fra-le-corsie-di-un-supermercato

Sai scegliere fra le corsie di un supermercato?

Ecco un dilemma banale ma che può mettere in crisi. Sei un ferrarese che deve comprare un po’ di teste d’aglio. Al supermercato trovi l’aglio di Voghiera DOP – quindi un prodotto del territorio, di qualità, ma non biologico – e un aglio proveniente dal Portogallo ma biologico. Costano uguali, quale compri? Compro l’aglio di

biologico-vale-la-spesa-i-risultati-del-sondaggio

Biologico, vale la spesa? Ecco i risultati del sondaggio

Quanto siete disposti a pagare un prodotto biologico? Biologico… biologico… ma quanto sei disposta/o a pagare in più un prodotto bio rispetto ad uno convenzionale? Niente, perchè la produzione biologica grazie alle nuove tecnologie non è più costosa di quella convenzionale – 36% Tra il 10% e il 20% – 45% Oltre il 20% in

ogm-si-o-no-i-risultati-del-sondaggio

OGM si o no? Ecco i risultati del sondaggio

Care lettrici e cari lettori del giornale del cibo (ma sarebbe più giusto dire care giornaliste e cari giornalisti per la vostra attiva partecipazione a ogni sezione del giornale) vi ringrazio per aver risposto così numerosi al sondaggio sugli OGM, a conferma della sensibilità del tema e del desiderio di dire la propria opinione. Qualche

jean-francois-revel

Jean-Francoise Revel fa il punto sulla cucina di oggi

Questa settimana solo una citazione da Jean-Francois Revel, filosofo e storico francese, che si è occupato della storia della cucina con una profondità esemplare. Chi non si è schierato contro la nouvelle cuisine in favore delle vecchie trattorie di un tempo? E chi non si è detto stanco della vecchia pasta e fagioli? “La cucina

kitchen-confidential

Il libro maledetto

Questa settimana tocca al libro maledetto della cucina, a “Kitchen Confidential” di Anthony Bourdain, uno dei più famosi cuochi di New York negli anni novanta. Perché maledetto? Gustatevi l’incipit. “Non fraintendetemi: io amo il mondo della ristorazione. Diavolo, ne faccio ancora parte – sono chef da una vita, addestrato secondo i canoni della tradizione classica,

sondaggio-ogm-si-o-no

Sondaggio: OGM sì o no?

SONDAGGIO: OGM SI O NO? Questa settimana vi propongo un sondaggio. Tra i libri di cui vi ho proposto la lettura alcuni vedono gli ogm come il diavolo, altri come l’acqua santa. E voi?   Sei d’accordo sulla coltivazione in Italia in pieno campo degli OGM? SI                            NO                         NON SO Sei d’accordo sulla sperimentazione in

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy (clicca qui). Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi