Il pesce è buono e fa bene

Adriana Angelieri


Quello di stagione anche di più e costa meno

Quando compri il pesce, ti chiedi se è di stagione? Anche questo è un parametro del quale tenere conto oltre alla freschezza, la provenienza e il prezzo.
Scegliere un pesce di stagione significa mangiare meglio e spendere meno, perché il prodotto ittico proviene da zone di pesca vicine e non viene sovraccaricato dai costi di importazione, trasporto e conservazione. E non ditemi che non c’è scelta. Questo è l’assortimento di stagione ora disponobile in pescheria:
acciuga, alice, aragosta, cefalo, cernia, canocchia, dentice,gamberetto rosa, granchio, mazzancolla, nasello, pesce di San Pietro, pesce spada, rana pescatrice, razza, rombo, ricciola,sogliola, sarago, sardina, seppia, scorfano, scampo, sgombro,spigola, tonno, tonno rosso, totano, triglia, vongola verace.

Articolo di di Martino Ragusa

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *