Lo stress della quotidianità e la lotta costante contro i malanni invernali ci debilitano e ci fanno calare le difese immunitarie. Ci vengono in aiuto frutta e verdura di stagione nel mese di febbraio, il giusto rimedio naturale per rinforzare la corazza contro influenza e mal di gola. I prodotti che la natura ci mette a disposizione in questo periodo hanno proprietà fondamentali che ci aiuteranno non solo a rimetterci in forma, ma anche a ritrovare un po’ di buonumore.

Frutta e verdura di stagione a febbraio: la nostra lista

Come frutta di stagione a Febbraio bisognerebbe scegliere:

  • arance
  • clementine
  • cedri
  • pompelmi
  • limoni
  • mandarini
  • mandaranci
  • mandorle
  • kiwi
  • mele
  • pere.

Mentre, tra le verdure e gli ortaggi che dovremmo acquistare al mercato ci sono:

crepe radicchio

  • barbabietole
  • bietole
  • broccoli
  • cardi
  • carciofi
  • carote
  • cavolfiore
  • cavoli
  • cavolini di Bruxelles
  • cavolo rosso
  • cicoria
  • cime di rapa
  • cipolle
  • crescione
  • finocchi
  • indivia
  • lattuga
  • patate
  • porri
  • prezzemolo
  • radicchio
  • radici amare
  • rape
  • scarola
  • scalogno
  • sedano
  • spinaci
  • topinambur.

I benefici della frutta di Febbraio

 

Già in altri articoli sull’ orto stagionale abbiamo sottolineato come la frutta di stagione riesca a sostenerci durante il freddo grazie alle sue importanti proprietà per il nostro benessere psicofisico.

Il pompelmo ad esempio, consumato a fine pasto, garantisce proprietà disinfettanti e stimolanti sull’apparato digerente. Inoltre, correggendo il caffè con qualche goccia di pompelmo, otterremo un analgesico naturale ideale contro il mal di testa e il mal di gola causati dall’influenza.

pompelmo

In generale tutti gli agrumi sono ricchi di vitamine, in particolare: vitamina C, betacarotene e sali minerali, per cui sono importanti rimineralizzanti per il nostro organismo. Stimolano la funzione digestiva e aumentano la resistenza alle infezioni, sia perché contengono proprietà antiossidanti, sia perché potenziano l’assorbimento del ferro, sostanza che potenzia la digestione. Inoltre le loro bucce sono ricche di oli essenziali dall’azione antidepressiva, e il limone favorisce la concentrazione.

Mele: chi mangia la buccia mangia un tesoro

Se una mela al giorno toglie il medico di torno è grazie all’elevato contenuto di vitamina C, presente principalmente nella buccia del frutto molto maturo. Acquistando mele biologiche o comunque non trattate potremo mangiarne la buccia senza rischi a garanzia del pieno di vitamina C.

Con le pere facciamo il pieno di potassio

Anche le pere hanno proprietà benefiche e nutrizionali fondamentali. Sono ricche di polifenoli che: svolgono un’azione antiossidante, proteggono dai danni causati dai radicali liberi e contribuiscono nella prevenzione dalle malattie cardiovascolari. Sono particolarmente indicate nelle diete iposodiche e per chi soffre di pressione alta. La presenza in buone quantità di potassio ci permette di tenere sotto controllo il sistema nervoso, renale e linfatico.

E ricordate, qualsiasi sia la varietà di frutta che state per comprare, accertatevi della provenienza e della freschezza, così da ottenere i reali benefici dal prodotto di stagione.

Kiwi contro lo stress quotidiano

Anche il kiwi è un frutto con un alto contenuto di vitamina C, addirittura superiore al limone e all’arancia, al punto che un kiwi al giorno soddisfa il nostro fabbisogno giornaliero di vitamina C. Grazie alla presenza di ferro e magnesio il kiwi è l’alimento ideale per contrastare lo stress quotidiano, mentre l’elevato contenuto di potassio è di supporto a problemi di stanchezza generale e di depressione.

La curiosità sul kiwi riguarda la pianta, che raramente viene aggredita da parassiti. I frutti, quindi, anche se non provengono da agricoltura biologica, sono quasi sempre coltivati senza fitofarmaci e pesticidi. Naturalmente è sempre opportuno verificarne la provenienza ed è meglio scegliere frutti coltivati in Italia.

Qualsiasi frutta vogliate consumare, il suggerimento del naturopata è di diffidare di quella che non si deteriora, anche se ben conservata. Ricordate che per sfruttare il massimo apporto di nutrienti, più fresca è meglio è! Ecco perché è importante sapere come scegliere la frutta e verdura di stagione

Come consumare la frutta e verdura di stagione a Febbraio

insalata finocchi arance

Per un’alimentazione corretta è fondamentale consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. Oltre a consumarle come spuntino a metà mattina e come merenda nel pomeriggio, potete cimentarvi nella realizzazione di ottime insalate di frutta e verdura da portare in tavola a cena come piatto unico o come contorno. Ne è un esempio questa insalata di arance e finocchi semplice da preparare e che vi permetterà di assumere fibre e vitamine durante il vostro pasto. Se invece volete stimolare anche l’azione linfodrenante un contorno leggero e gustoso è l’insalata di arance e carciofi.
Ed ora un’idea per un primo piatto genuino, nutriente e che vi garantisce anche la giusta dose di proteine a tavola: insalata di lenticchie, feta e pere, cosa ne dite?

Spesso è difficile proporre un bel piatto di verdure ai bambini, salutare sì, ma poco appetibile per loro. Il nostro suggerimento è quello di conquistarli con le ricette golose dedicate ai più piccoli, ne sono un esempio queste deliziose frittelle salate con bietola e finocchio selvatico. Infine, un ingrediente leggermente amaro ma che è perfetto per colorare le pietanze e quindi renderle più divertenti agli occhi dei bambini,  è il radicchio, che oltretutto è ricco di proprietà benefiche. Provate queste 10 ricette con il radicchio rosso coloratissime, li conquisteranno!

Confetture con la frutta e la verdura di febbraio

Con la varietà di frutta che troviamo in questo periodo possiamo preparare una miriade di confetture homemade per fare colazioni e merende sane e genuine. Una di queste è la confettura di arance amare, deliziosa da spalmare sulle fette biscottate o di pane integrale. Altra galassia di gusto è la confettura di arance e cipolle, gustosissima insieme a un tagliere di formaggi stagionati e del pane toscano.

I bambini a merenda non possono fare a meno della cioccolata calda: rendete la loro pausa ancora più golosa con una crepes farcita di confettura di arance e banane.  

Ricette super veloci: congelare e conservare la verdura di febbraio

Quando si va di fretta non si ha mai tempo e voglia di cucinare, così, si preferisce comprare piatti già pronti al supermercato. Per evitarlo possiamo giocare d’anticipo e fare una scorta di verdure fresche da cucinare, congelare e avere sempre pronte per l’uso. In questo modo potremo mangiare cose genuine, sicure, fatte in casa e veloci da preparare. Un esempio? Le  Lasagne di Broccoli. Seguite passo passo la ricetta senza concludere la preparazione con la cottura. Surgelate le lasagne in una pirofila bene imburrata (o in una teglia antiaderente) e copritele con una pellicola trasparente che possa essere riposta in freezer. Accertatevi che non ci siano passaggi d’aria mentre avvolgete la pirofila: se penetra, può causare delle ustioni da freddo alla pietanza. Quando ne avrete bisogno, 4-6 ore prima, scongelatele, perché se sono ancora parzialmente congelate, la cottura non sarà uniforme. Infornate nel forno preriscaldato e lasciate cucinare per 30-40 minuti. Super appetitose!

lasagne broccoli

Un altro goloso esempio è la Torta rustica di Broccoli e mortadella, un’idea velocissima da preparare e gustosa anche una volta surgelata. Seguite le indicazioni della ricetta e congelate la torta senza cucinarla. Per metterla a tavola vi basterà tirarla fuori dal freezer un quarto d’ora prima, scaldare il forno a 180° e cuocere per 20 minuti. Un altro modo per preparare una cena golosa da tenere nel surgelatore e cucinare nei “momenti di panico” è preparare questo goloso Polpettone di Carciofi. Per averlo pronto al momento del bisogno non dovete fare altro che impastare il trito di carne, le uova e la mollica di pane. Una volta data la forma del polpettone non cucinatelo, ma conservate nel surgelatore mettendolo in una pratica teglia usa e getta o una teglia con carta forno. Mentre cuoce per 45 minuti a 180°in forno, preparate come indicato dalla ricetta i carciofi. Uniteli al polpettone e mettete il tutto nel surgelatore. Alla bisogna, scongelate il polpettone per una mezz’ora e infornate a 180° per 15 minuti.

Anche molti passati e zuppe di verdura si possono congelare. Basterà prepararli e, dopo averli lasciati raffreddare per bene, conservarli in sacchetti per alimenti o in contenitori rigidi di plastica. Quando ne avrete voglia, scongelate le zuppe e i passati nel forno al microonde oppure mettetele in un tegame con un po’ d’acqua e scaldate a fuoco lento.

Se poi non potete proprio rinunciare al dolce, vi suggeriamo queste ricette zuccherine e non solo con la frutta di stagione. Allora qual è il vostro menu completo con i prodotti dell’orto a febbraio?

 

Articolo redatto a quattro mani: Francesca Bono, Ilaria De Lillo

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Francesca Bono

Nata a Bologna dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo segue le rubriche Tra frigo e dispensaMercato e Trend. Il suo piatto preferito sono gli gnocchi di patate con sugo di pomodoro e funghi perché adoro gli gnocchi che mi ricordano tanto mia nonna. In cucina non può mancare: l'ordine perché se non è tutto a posto non posso cominciare a risporcare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata