Acqua, Birra, Vino e altro

Cosa avrà di speciale il Passito di Pantelleria? Lo spumante Mandraffino dove viene prodotto, e quali sono le sue caratteristiche? Quando si parla di acqua, una fonte vale l’altra? Il mondo delle bevande è un universo sterminato e ricco di eccellenze che spaziano dall’acqua, alla birra, al vino, ai distillati, passando per le tisane e le varie tipologie di tè e caffè, per questo motivo abbiamo voluto dedicare una rubrica ai prodotti di alta qualità. Le schede che troverete in questa sezione vi permetteranno di avere un quadro esaustivo e dettagliato dell’acqua proveniente da particolari fonti, di vini noti o assolutamente da conoscere, di birre artigianali, su infusi dai particolari benefici, e distillati. Ad esempio, sapete come viene preparato il vero Genepy Occitan?

Lurisia, Fonte Di Santa Barbara

A quest’acqua sono particolarmente legata affettivamente perché mi ricorda il mio nonno Emilio, Piemontese DOC, che non pasteggiava se a tavola non arrivava la bottiglia del minatore. A me sinceramente da bimbina questo pover’uomo (almeno a me pareva tale) faceva una gran pena perché lo immaginavo stanco ed affaticato ed in costante pericolo di vita

Menabrea 150° Anniversario

di Alex Castelli. La Menabrea S.p.a. produce birra a Biella dal 1846. In occasione del 150° compleanno ha prodotto la Menabrea 150° Anniversario, unalager light molto apprezzata dagli intenditori. Anche d’oltreoceano. Infatti ha vinto diverse edizioni del World Beer Championship, importante concorso annuale organizzato dal Tasting Institute di Chicago. La Menabrea 150° Anniversario è di

corona-extra

Corona Extra

di Alex Castelli. Ha più di ottant’anni e uno spirito giovane. È la Corona Extra, la birralager light messicana più venduta al mondo, in assoluto la più bevuta in Messico e Stati Uniti. Il suo slogan è “Corona Extra, the ultimate party beer”, che vuol dire all’incirca “la birra regina delle feste”. Infatti si presenta

Surgiva

di Alex Castelli. La Surgiva è un’acqua da ristorazione esclusiva e di classe. Sgorga dalla sorgente di Prà dell’Era in Trentino, nel cuore del parco naturale Adamello Brenta. Lo stabilimento di Carisolo, dove viene imbottigliata, si trova a quota 1134 metri sul livello del mare, vicino Madonna di Campiglio. Con un residuo fisso di 49,50

Alpi Cozie Acqua

di Alex Castelli. Le Alpi Cozie si trovano tra l’Italia e la Francia. Sono note perché ci passa la Val di Susa, una delle vie di comunicazione più importanti tra le due nazioni, perché sono dominate dal Monviso, cima di 3.841 metri da cui nasce il Po, e perché vi sgorga l’acqua che da loro

Birra Nüa Del Piccolo Birrificio Artigianale

di Orsagiuliva. L’entroterra ventimigliese é ricco di magnifici borghi dalla storia affascinante, paesaggi suggestivi, molteplici prodotti enogastronomici. Arrampicandosi verso Pigna, dopo aver superato la bellissima Dolceacqua cui si deve la paternità al vino Rossese, si arriva ad Apricale, fieramente arrampicata ad un roccione con le stradine strette strette che si affacciano a questo o a

Rossese Di Dolceacqua

di Orsagiuliva. Forse il più conosciuto dei vini liguri ma sconosciuto ai più, coltivato nelle aspre colline sulle terrazze create a fatica e splendida maestria architettonica dai contadini liguri che circondano la cittadella medievale di Dolceacqua, ricca di fascino e dal nome che é già poesia, sovrastata da un antico castello che fu dei Doria,

Acqua Solè

di Orsagiuliva. L’Acqua Solè ha un nome che sa di straniero anche se è assolutamente italiana. Mi é capitata a tavola qualche anno fa e ne sono rimasta completamente conquistata. Forse si tratta di caratteristiche puramente femminili, parlo del soffermarsi piacevolmente ad ammirarne il “vestitino”, ma io sinceramente e positivamente da questo sono rimasta immediatamente

Birra Panil

di Alex Castelli. Il Birrificio Torrechiara si trova nei pressi di Parma e produce da anni birre artigianali di alta qualità a marchio Panil. Attualmente produce sette tipi diversi di birra, tutti legati in vario modo al territorio e da abbinare con la vasta offerta gastronomica parmense. Ce n’è davvero per tutti i gusti. C’è

Tè Alla Mongola

A differenza di quanto siamo abituati in Occidente, il tè alla mongolasi consuma durante tutto il pasto. Ingredienti per 1 litro di tè: 250 g di latte vaccino intero 250 g di acqua 20 g di burro 1 cucchiaio di tè verde 1 pizzico di sale fino Fate bollire l’acqua con il sale, aggiungete il

lipton

Lipton

di Alex Castelli. Quando si pensa a questo tè non può non venire in mente la sua pubblicità ormai storica, con Dan Peterson che ne decanta le virtù da “numero uno”. Un esempio di strapotere della pubblicità televisiva o di campagna ottimamente riuscita? Dipende dai punti di vista. I prodotti di casa Lipton si dividono

twinings

Twinings

di Alex Castelli. La produzione di tè Twinings è sterminata. Le qualità in commercio sono quasi cinquanta, una sessantina considerando anche infusi e tisane. Ci sono quindici varietà di tè nero, tra cui il caratteristico English Breakfast, dal sapore pungente e leggermente tostato adatto al mattino, o il Lemon Scented, aromatizzato al limone e particolarmente

san-pellegrino

San Pellegrino

di Alex Castelli. La sorgente dell’acqua San Pellegrino si trova sulle Alpi italiane, precisamente nel territorio del comune di San Pellegrino Terme (Bg) in Val Brembana. Pare che fosse nota già a Leonardo Da Vinci, che la definì “miracolosa” nel 1509 quando visitò il paese. È un’acqua minerale naturale, gassata con l’aggiunta di un carbonato

perrier

Perrier

di Alex Castelli. Lo “champagne delle acque minerali”. In questa definizione è sintetizzato il prestigio della Perrier, un’acqua minerale francese di alta qualità molto gassata. È distribuita in bottigliette verdi a forma di pera, famose non tanto tra il grande pubblico quanto tra gli intenditori. È un’acqua ricercata e prestigiosa in tutto, dalle qualità chimiche

arabica

Arabica

di Alex Castelli. Il caffè è un rito, un mito, una consuetudine, uno stile di vita. Soprattutto per noi italiani è un immancabile compagno di risveglio, ma non solo. Il caffè è gustato al bar o in casa, nel coffee-break al lavoro o alle macchinette self-service, ma è anche rappresentato, immaginato e raccontato in tutti

Erbaluce Di Caluso Doc

di Martino Ragusa. L’Erbaluce di Caluso, altrimenti detto Albaluce, è il primo vino bianco piemontese ad aver ottenuto la denominazione d’origine. Storicamente, è stato menzionato per la prima volta già nel 1606, in un libro di Giovan Battista Croce. È ottenuto dalle uve del vitigno a frutto bianco Erbaluce, coltivate in una ristretta zona viticola

Rosso Di Montepulciano Doc

di Martino Ragusa. Non pensate al Rosso di Montepulciano come al figlio cadetto dei vitigni senesi di Montepulciano, fratello senza terra del Nobile DOC. Il Rosso è altrettanto nobile, dal punto di vista gustativo: così come a Montalcino è possibile ricavare da un unico vigneto due vini a denominazione di origine controllata, così anche a

Ratafià Di Mandarino

Sono in molti a preferire la preparazione casalinga quando si tratta d liquori, il motivo è semplice: la scelta degli ingredienti freschi è assicurata e il sapore è tutta un’altra cosa. Ogni regione italiana possiede almeno una bevanda alcolica tipica: basti pensare al centerbe abruzzese o alla grappa veneta. Il Ratafià di Mandarino Quando si parla di

Bardolino Doc

di Martino Ragusa. Il Bardolino DOC è un vino che proviene da una lista molto precisa di comuni del territorio gardesano veronese, stilata nel 1968. Una zona collinare decisamente favorevole alle coltivazioni vinicole, grazie al clima mite, addolcito dall’influenza benefica del Lago. Diverse uve concorrono a costituire il Bardolino e ognuna aggiunge una personale impronta