Rossese Di Dolceacqua

Adriana Angelieri


di Orsagiuliva.

Forse il più conosciuto dei vini liguri ma sconosciuto ai più, coltivato nelle aspre colline sulle terrazze create a fatica e splendida maestria architettonica dai contadini liguri che circondano la cittadella medievale di Dolceacqua, ricca di fascino e dal nome che é già poesia, sovrastata da un antico castello che fu dei Doria, ora restaurato e luogo ideale e suggestivo per mostre, convegni e concerti estivi.

Mi par di ricordare che questo vitigno sia lontanamente imparentato al vicino Dolcetto piemontese, comunque sia già era conosciuto ed apprezzato in epoca napoleonica.

Vi stupirà la bellezza del suo colore rubino, che col tempo assume tonalità purpuree, le chiare note fruttate ed il fondo amarognolo lo rendono altresì unico ed indimenticabile.

(mio padre lo produce amatorialmente con grande felicità di amici e parenti, ma il suo vien chiamato familiarmente Orsese!)

Siciliana trasferita a Bologna per i tortellini e per il lavoro. Per Il Giornale del Cibo revisiona e crea contenuti. Il suo piatto preferito può essere un qualunque risotto, purché sia fatto bene! In cucina non devono mancare: basilico e olio buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *