Eccellenze alimentari

Docg, Doc , Dop, Igt, Igp: il territorio italiano é pieno di eccellenze alimentari, spesso ufficialmente riconosciute come tali, talvolta note solo agli amanti della cultura gastronomica e della buona cucina. Per questo abbiamo deciso di dedicare una sezione ai prodotti che caratterizzano le nostre regioni e i nostri borghi, ma anche agli alimenti e alle preparazioni di alta qualità che occupano un posto privilegiato nella cultura gastronomica e nelle tradizioni di altri Paesi. Vini, birre prodotte artigianalmente, carni, formaggi, paste ripiene e dolci sono solo alcune delle tipologie dei prodotti di cui vi racconteremo ogni cosa: le origini, il territorio di provenienza, le tradizionali tecniche di produzione e lavorazione, gli usi e le curiosità a cui sono legati.

Greco Di Tufo

di Silvia Salomoni Il Greco di Tufo è un vino campano DOC originario dell’area a Nord di Avellino, attorno all’omonima cittadina di Tufo. Oltre a Tufo, sono sette gli altri comuni titolati a produrlo: Santa Paolina, Prata di Principato Ultra, Montefusco, Altavilla Iripina, Chianche, Petruro Irpino, Torrioni. L’Irpinia è una zona d’oro per la viticoltura

Sciacchetrà

Lo Sciacchetrà è il vino passito delle Cinque Terre. Basterebbe una sola parola per definirlo: meraviglioso. Seppur prodotto in quantità minimissime (solito “problema” dei piccolissimi vitigni liguri…) questo vino da meditazione che consiglio a tutti i marinai amanti del buon bere, perché secondo me conserva dentro di sé l’essenza del mare stesso, é giustamente famoso

Ormeasco Sciac-trà

di Orsagiuliva. Chissà perché da noi in Italia i vini rosati hanno sempre avuto incerta fortuna, dai nostri vicini francesi, in effetti, son molto più amati, apprezzati e pubblicizzati. Spesso considerati di scarsa od incerta personalità, mi fu detto tempo fa da qualche ignorante pseduo-cultore, che sono i vini preferiti dalle donne. Sarà. Io che

vongole

Vongole

di Vostromo. Le Vongole sono molluschi bivalvi presenti da sempre nei nostri mari. Possono raggiungere un diametro di 5-6 centimetri. Il guscio tondeggiante, robusto e presenta delle strie in rilievo che partono a raggiera dall’articolazione delle valve incrociando le linee daccrescimento. La colorazione differisce secondo le specie ed il fondale. La Vongola (Chamelea gallina) e

borraggine

Borragine

di Annapz. Presso gli antichi romani, il vino alla borragine era ritenuto un antidoto alla tristezza. La parola celtica “borrach” significa coraggio, la borragine aggiunta al vino, veniva usata per curare i mal di testa da sbronza! Altre caratteristiche e proprietà: Questa erba è ricca di minerali essenziali quali calcio e potassio, e acidi grassi

farro

Farro

di Annapz. Simile al frumento (appartiene allo stesso genere), ha molti chicchi, piccoli, con lo strato esterno ben aderente al chicco, che non è eliminato con la raffinazione. Poco diffuso (si trova soprattutto nell’Italia Centrale), ma in fase di riscoperta, la sua farina produce una pasta particolarmente ricca di fibre (dieci volte di più della

sciroppo-d-acero

Sciroppo D’acero (canada)

di Annapz. Lo sciroppo d’acero è un prodotto che ha origine dal Canada e dal Vermont. E’ un liquido zuccheroso, appiccicoso, (come il miele) dal tipico colore caramello, ottenuto dalla linfa dell’acero rosso e dell’acero nero. L’estrazione avviene nei mesi di febbraio e di marzo e le temperature sotto zero sono quelle che favoriscono un

vongola-verace-propriamente-detta

Vongola Verace Propriamente Detta

di Vostromo. Il Prodotto da Ciambella Di Salvataggio è la Vongola Verace (Ruditapes decussatuso Tapes decussatus), varietà di molluschi soppiantata progressivamente negli ultimi venticinque anni dalla Vongola Filippina. Questo bivalve è introdotto per la prima volta in Adriatico nel 1983. Lo scopo è ripopolare un tratto di mare nella Laguna di Venezia dove la Vongola

ichnusa

Ichnusa

Nel 1912 nasce a Cagliari Ichnusa, la birra sarda per eccellenza. Il suo nome deriva proprio dall’antico nome dell’isola. Lo stabilimento venne aperto da Amsicora Capra che portò innovazione e tecnologia al suo interno. La produzione si fermò solo durante la guerra per poi riprendere più vigorosa di prima. Nel 1963 lo stabilimento incominciò ad

Ciliegia di Marostica

Ciliegia di Marostica

di Annapz. La ciliegia, o Prunus avium, è conosciuta in Italia sin dal II secolo A.C. Oggi ne esistono innumerevoli varietà, coltivate e apprezzate in ogni parte del globo. Quella tipica di Marostica, in Veneto, è rinomata soprattutto per il colore intenso e il sapore zuccherino. La ciliegia disintossica, depura, svolge un’azione lassativa e migliora

Gioddu

di Vostromo. Il Gioddu o Joddu è chiamato anche miggioraddu, mezzoraddu, miciuratu o latte ischidu (latte sveglio). E’ l’unica varietà di latte fermentato originaria del nostro paese. In Sardegna viene tradizionalmente preparato dai pastori con latte di pecora o capra, ha una consistenza superiore a quella dello yogurt vaccino e risulta più cremoso. Il colore

Passito Di Chambave

di Orsagiuliva. Ecco un’altra squisitezza valdostana, questo vino passito prodotto nelle colline di Chambave e nelle famose zone di Chatillons e St.Vincent vi incanterà per l’aroma (di moscato) intenso ed il colore ambrato, che ricorda il fieno ormai secco profumato dal sole, e le foglie nei caldi colori autunnali. Va servito sui 12-13 gradi e

cassata-siciliana

Cassata Siciliana

di Martino Ragusa. La cassata catanese non differisce da quella palermitana se non per il particolare di una glassa di copertura talmente sottile da essere trasparente, tanto che è possibile vedere gli strati di pandispagna che ricopre. I giudizi dei suoi estimatori concordano: la migliore è quella della pasticceria Savia di fronte ai Giardini Bellini.

seppia

Seppia

di Vostromo. La seppia (Sepia officinalis) fa parte della famiglia dei molluschi: è una parente stretta delle vongole e delle cozze. La conchiglia è nascosta all’interno, l’osso di seppia, appunto. Il corpo è ovoidale, allargato alla base, con una pinna simile ad un ala tutt’intorno. La livrea differisce secondo l’habitat ed il sesso. Quella dei

Blanc De Morgex

di Orsagiuliva. La Valle D’Aosta: regione piccina piccina, ma di una bellezza unica ed irraccontabile, con le sue valli così differenti le une dalle altre, esattamente come le sue ricchezze enogastronomiche che le caratterizzano. Come la Liguria, per la piccola estensione dei suoi vitigni, i prodotti vinicoli son poco conosciuti nel resto d’Italia e di

Lurisia, Fonte Di Santa Barbara

A quest’acqua sono particolarmente legata affettivamente perché mi ricorda il mio nonno Emilio, Piemontese DOC, che non pasteggiava se a tavola non arrivava la bottiglia del minatore. A me sinceramente da bimbina questo pover’uomo (almeno a me pareva tale) faceva una gran pena perché lo immaginavo stanco ed affaticato ed in costante pericolo di vita

chiodi-di-garofano

Chiodi Di Garofano

di Alex Castelli. Togliamo subito un dubbio: col comune garofano ornamentale i chiodi di garofano non c’entrano proprio nulla. Nessuna parentela botanica infatti intercorre tra le piante che affollano e colorano i nostri balconi e questa spezia tanto conosciuta e usata nelle nostre cucine. I chiodi di garofano sono i fiori di un arbusto sempreverde

noce-moscata

Noce Moscata

di Alex Castelli.   Questo prodotto è commercializzato anche nei circuiti del commercio equo solidale. La noce moscata è originaria della Nuova Guinea e delle Molucche, isole indonesiane note anche come “Isole delle spezie”, da cui ha origine anche un’altra spezia molto diffusa nelle nostre cucine, i chiodi di garofano. L’albero appartiene alla famiglia delle

Menabrea 150° Anniversario

di Alex Castelli. La Menabrea S.p.a. produce birra a Biella dal 1846. In occasione del 150° compleanno ha prodotto la Menabrea 150° Anniversario, unalager light molto apprezzata dagli intenditori. Anche d’oltreoceano. Infatti ha vinto diverse edizioni del World Beer Championship, importante concorso annuale organizzato dal Tasting Institute di Chicago. La Menabrea 150° Anniversario è di