Eccellenze alimentari

Docg, Doc , Dop, Igt, Igp: il territorio italiano é pieno di eccellenze alimentari, spesso ufficialmente riconosciute come tali, talvolta note solo agli amanti della cultura gastronomica e della buona cucina. Per questo abbiamo deciso di dedicare una sezione ai prodotti che caratterizzano le nostre regioni e i nostri borghi, ma anche agli alimenti e alle preparazioni di alta qualità che occupano un posto privilegiato nella cultura gastronomica e nelle tradizioni di altri Paesi. Vini, birre prodotte artigianalmente, carni, formaggi, paste ripiene e dolci sono solo alcune delle tipologie dei prodotti di cui vi racconteremo ogni cosa: le origini, il territorio di provenienza, le tradizionali tecniche di produzione e lavorazione, gli usi e le curiosità a cui sono legati.
caviale-italiano

Caviale Italiano

di Martino Ragusa. In Franciacorta, il territorio in provincia di Brescia a sud del Lago d’Iseo, potete trovare un caviale rigorosamente italiano. E’ prodotto proprio in provincia di Brescia, a Viadana di Calvisano, dall’Agroittica Lombarda. Il caviale si chiama Calvisius ed è ottenuto dallo storione bianco (White Sturgeon) allevato a ciclo completo. Gli storioni nascono

tonno-affumicato

Tonno Affumicato

Più rustico del salmone e non tradizionale, perché si tratta di specialità di recente “invenzione”. Ha un sapore forte e perciò si presta a essere condito e accompagnati con verdure che ne spezzano il sale e il sapore di affumicato veramente molto deciso. Presentazione: In un piatto ovale su un letto di insalata mista (lattuga,

cucinare-il-salmone

Salmone Affumicato

Non molto tempo fa il salmone era un prodotto di gran lusso, una delizia riservata a pochi ma con l’avvento della grande distribuzione questa tendenza è venuta meno e il salmone affumicato è uscito dai circuiti esclusivi delle cucine dei ricchi per deliziare i palati di tutti. Il Salmone: le tipologie presenti sul mercato mondiale

pesce-spada-affumicato

Pesce Spada Affumicato

Più rustico del salmone e non tradizionale, perché si tratta di specialità di recente “invenzione”. Ha un sapore forte e perciò si presta a essere condito e accompagnati con verdure che ne spezzano il sale e il sapore di affumicato veramente molto deciso. Presentazione: In un piatto ovale su un letto di insalata mista (lattuga,

Cagnulari

di Vostromo. È il grande vino sardo scoperto recentemente dagli enofili. Si ottiene dall’uva che porta lo stesso nome. L’origine del vitigno è ancora incerta: secondo alcuni è arrivato dalla Francia nel XIX secolo, altri giurano che siano stati gli Aragonesi a portarlo in Sardegna. La tesi più accreditata lo fa discendere dal Bovale di

Pane Casareccio Di Lentini

Il pane casereccio di Lentini (Sr) è un pane artigianale, a lavorazione manuale, prodotto con farina di semola di grano duro, sale, acqua e lievito di birra o lievito madre. L’impasto viene lasciato lievitare per una o due ore, poi viene modellato a forma di esse e cosparso di sesamo. La cottura avviene in forni

Pane Cafone

Il pane cafone è un pane casereccio tipico di Napoli, semplice e rustico. Viene prodotto con farina di grano tenero grezza (da cui il nome), acqua, sale e lievito madre e può essere di varie forme. La pagnotta è circolare e schiacciata, la cocchia è lunga e anch’essa schiacciata, il palatone ha la forma di

Pane Di Monte Sant’angelo

di Martino Ragusa. Con 300 varietà di grano ancora oggi coltivate, la Puglia è la regione italiana con il record della biodiversità nella produzione del frumento. Ne consegue una grande varietà di pani, tutti di grande qualità e guidati da un fuoriclasse ormai famoso, il pane di Altamura DOP, talmente apprezzato per il suo sapore,

malvasia-della-panargia-spumante

Malvasia Della Planargia Spumante

di Vostromo. E’ una mia passione, né dolce, né secco, se c’è da festeggiare si può bere anche la mattina. E’ prodotto dall’uva omonima, forse arrivata per la prima volta in Sardegna direttamente nel porto di Bosa, capoluogo della Planargia. Qui il clima è caratteristico: siamo in collina ma vicinissimi al mare, la regione è

pistacchio

Pistacchio

di Alex Castelli. I pistacchi sono i frutti – “drupe” in gergo botanico – di un piccolo albero originario del Medio Oriente molto diffuso in tutta l’area Mediterranea, il Pistacia Vera, alto al massimo sei metri. Ha tronco nodoso e contorto di colore grigio con foglie verde scuro caduche, composte da 3 o 5 foglioline

scorfano

Scorfano (scorpèna)

di Alex Castelli. Usata in senso figurato la parola scorfano indica una persona particolarmente brutta. Non è un caso, perché questo pesce dell’ordine degli Scorpeniformi detto anche scorpèna in Liguria e scarpena in Veneto è tanto buono quanto brutto a vedersi. Ha una testa corazzata e spinosa, con ghiandole velenifere collegate ai raggi delle pinne,

Canocchia (cicala Di Mare)

di Alex Castelli. La canocchia è un crostaceo lungo da 20 a 25 centimetri, di colore chiaro madreperlaceo con sfumature rosa o viola, il cui nome scientifico è Squilla mantis. L’ultimo segmento del suo corpo si chiama tecnicamente telson e ha bordi pungenti e dentellati, con due macchie nerastre che sembrano occhi. Sul torace ha

zucca

Zucca

Vi piace la zucca? Se rispondete “Sì” sappiate che siete in buona, anzi ottima compagnia. Siamo molti ad amarla anzitutto perché è buona, ma poi anche salutare e versatile. Questo magnifico regalo ce l’ha fatto il Sud America  ed è tipico sia della tavola contadina, che di quella aristocratica (vedi i tortelli alla zucca nelle

peperoncino

Peperoncino

di Silvia Salomoni. Il peperoncino è la spezia più antica della storia, conosciuta già 6.000 anni fa in America Latina. Cugina del peperone dolce, nasce allo stesso modo da una pianta erbacea di genere Capsicum, famiglia delle Solanacee. Il tipico sapore piccante si deve alla presenza di capsicina, un alcaloide concentrato soprattutto nella membrana bianca

peperone

Peperone

Se amate i peperoni è arrivato il momento di sfogarvi. Assieme a pomodori, zucchine e melanzane sono tra i prodotti agricoli più destagionalizzati. Tanto che molti consumatori, specialmente i più giovani, li ritengono naturalmente disponibili tutto l’anno. Non è così! La stagione dei peperoni comincia a giugno e si protrae fino all’autunno con l’acme di

Marrone

di Silvia Salomoni Il marrone è un tipo particolare di castagna, un innesto da coltivazione che non cresce allo stato selvatico. Gli alberi producono un’elevata percentuale di ricci, ognuno custode di un solo grosso frutto, più grosso e più pregiato. Di solito sono a forma di cuore e hanno la buccia marrone chiaro striata, la

castagna

Castagna

Per secoli è stato un vero e proprio “albero del pane”.  Il castagno ha letteralmente salvato dalla fame i nostri antenati, specialmente nei periodi di guerra e carestia, specialmente quelli che vivevano nelle zone collinari e montane. Frutti eccezionali, le castagne sono incredibilmente colmi di virtù: sapore gradevolissimo, grande conservabilità, e soprattutto la possibilità di

pera

Pera: le principali varietà

Silvia Salomoni Le pere maturano in estate, autunno e inverno, Ma è in ottobre che che si trovano sul mercato  le varietà migliori, più dolci, profumate e succose. Le pera è il frutto del pero (Pyrus), albero vigoroso della famiglia delle Rosaceae. Ne esistono tantissime specie spontanee, sono moltissime quelle note fin dai tempi degli

paprika

Paprica

di Silvia Salomoni. Paprica in realtà non è altro che il nome ungherese del peperone, ma ormai in tutto il mondo indica la spezia ottenuta facendo seccare e macinando una particolare varietà di quest’ultimo, senza la parte interna bianca e i semi. Il peperone da cui si fa la paprica è quello classificabile come dolce,