Giovanni Angelucci

Giovanni Angelucci

Giornalista e gastronomo, collabora con numerose riviste e quotidiani che si occupano di cibo e viaggi tra le quali spiccano La Stampa, Dove e la Gazzetta dello Sport. I suoi piatti preferiti sono gli arrosticini (ma che siano di vera pecora abruzzese) e gli agnolotti del plin con sugo di carne arrosto. Dice che in tavola non può mai mancare il vino (preferibilmente Trebbiano Valentini o Barbaresco Sottimano).
gin

Gin 100% Italiano: quali sono i produttori migliori?

O ti piace o non riesci proprio a berlo. Non ci sono mezze misure con il gin tonic, il cocktail del momento che ha ammaliato i bevitori, e non solo, di tutta Italia. A dire il vero le origini del gin tonic sono ben più antiche del nuovo millennio ma da qualche anno sembra essere

ciotto milano

Ciotto bere e mangiare: il nuovo wine bar di Milano con cucina anticonformista

  Tra le recenti aperture milanesi, comparse sulla piazza meneghina dalla fine della scorsa estate, merita la visita (ripetuta) la nuova insegna Ciotto. Un luogo in cui bere, cenare, godersi l’aperitivo. Un wine bar con cucina, potremmo definirlo, un locale a cui l’etichettatura va stretta, come a chi lo ha creato, un gastronomo giapponese, Gen

chef guida michelin 2020

Guida Michelin 2020: Enrico Bartolini è il nuovo Chef a 3 stelle

  La 65esima edizione italiana della Guida Michelin 2020 è stata presentata questa mattina al Teatro Municipale di Piacenza con due grandi novità: Enrico Bartolini che viene accolto nell’Olimpo dei 3 stelle e l’arrivo di due nuovi bistellati. Guida Michelin 2020: ecco il nuovo chef a 3 stelle È un carro armato Enrico Bartolini, il suo passaggio lascia sempre il segno, neanche Attila

ostriche servite all'Oyster Festival

Oyster Festival: alla scoperta delle ostriche dello Jutland

    Ormai dal 2016 nell’affascinante Danimarca si tiene un appuntamento che mira a scoprire la ricchezza delle ostriche locali, per molti le migliori al mondo! Tra gli organizzatori c’è Povl Lønberg Rasmussen, gourmet di vecchia data e uomo dell’enogastronomia danese che ha avuto la buona idea di accendere i riflettori sull’argomento (una volta l’anno,

ristorante sine

Sine Milano: il ristorante gastrocratico di Roberto Di Pinto

    Se vi imbattete nel vasto mondo del web cercando “Sine Milano”, leggerete di un ristorante gastrocratico. Gastro che? “Sine”, cioè “senza” in latino, “vuole allargare i confini della cucina gourmet, della gastronomia di qualità, parlando a tutti non solo a una ristretta élite, eliminando tutto ciò che può rappresentare un peso inutile sul

mangiare a vilnius

Mangiare a Vilnius: cosa assaggiare e dove?

  Vilnius è una città vivace e di assoluta piacevolezza, di piccole dimensione, con un centro storico ampio e ricco di attrattive. Chi visita la Lituania non può che partire da qui, anche e soprattutto per scoprirla dal lato gastronomico. Bisogna ben tener presente che il Paese uscì dall’URSS nel 1990 (fu il primo): in

Vino in anfora: quali sono le caratteristiche e i vantaggi?

    Moda o storia? Come sempre le due cose combaciano e c’è chi usa la storia per lanciare “nuove” mode e chi, rispettandola in toto, la riporta in auge. Parliamo delle anfore, le giare in terracotta che una volta venivano utilizzate per conservare alimenti, poi cadute nell’oblio e oggi tornate alla ribalta con fervore

all'oro roma

A Roma è tutto All’Oro quel che luccica

    Impostate il navigatore su via Giuseppe Pisanelli, civico 25, arriverete di fronte a un bell’hotel. C’è un cancello, di solito aperto, e diverse targhe dalla rossa della Michelin alla JRE (Jeunes Restaurateurs, l’associazione che riunisce i migliori e i più giovani rappresentanti dell’alta gastronomia). Una sontuosa scalinata e ci sarete quasi. Entrando vi

colazione torino

I 15 migliori posti in cui fare colazione a Torino (secondo noi)

    Parlare di Torino sta diventando ormai un appuntamento quasi fisso. Sarà per il fermento enogastronomico che nutre con i suoi ristoranti, per i luoghi di interesse come il nuovo Mercato Centrale, per i personaggi valenti che la abitano, per l’eleganza che incanta, ma anche per i suoi famosi caffè. Cosa c’è di più

dove mangiare a roma

Mangiare bene a Roma, fuori dai circuiti turistici

    Innumerevoli sono i ristoranti di Roma tra cui scegliere per soddisfare il proprio appetito. Visitandola vi renderete conto che la capitale è molto più che carbonara, amatriciana, cacio e pepe o gricia. Di certo ne mangerete di eccellenti, e di mediocri nei ristoranti “acchiappa turisti sparsi” soprattutto nei quartieri come Trastevere, ma la

arrosticini abruzzo

Dove mangiare gli arrosticini in Abruzzo: ecco i nostri locali preferiti

    Quando si dice Abruzzo si dice anche arrosticino, e viceversa. Vi abbiamo parlato della cucina regionale fondata sulle tradizioni agropastorali durante un gustoso tour attraverso i ristoranti tipici abruzzesi, abbiamo accennato alla transumanza come pratica principale dei pastori di un tempo, descritto la carne utilizzata nella cucina tipica: agnello, pecora e capretto, che

bottega culinaria

Cinzia Mancini racconta il cibo antico d’Abruzzo per Bottega Culinaria

L’Abruzzo buono e bello, gli abruzzesi forti e gentili, i suoi cuochi valorosi e talentuosi.  C’è tanto in questa piccola e meravigliosa regione, alla portata di tutti ma ancora troppo poco conosciuta e scoperta. Il turismo è minimo e compiere un lavoro fuori dal coro, che accolga la sensibilità di molti in fatto di sentimenti

pomodoro ricette chef famosi

Il Pomodoro nei menù dei grandi cuochi italiani

    Gli ingredienti da usare in cucina prima o poi si esauriscono e quando accade non c’è ortaggio trovato sull’Isola di Pasqua che tenga. Ciò che fa la differenza infatti non è solo l’esclusività della materia prima, ma la conoscenza che il cuoco ha del prodotto, il miglior modo in cui riesce ad esaltarlo,

Cucina raw e vegana: dove gustarla a Milano

      Una discreta parte dell’esercito di affamati italiani, di quelli sempre pronti a sperimentare piatti inediti e in fibrillazione per le nuove annunciate aperture di ristoranti lungo lo stivale, ha accolto con favore il movimento crudista, inneggiando a benessere e leggerezza. Molti altri storcono il naso, ma i numeri parlano chiaro e questa

mercato centrale torino

Il nuovo Mercato Centrale di Torino

    Il panorama cultural gastronomico torinese è da poco stato arricchito da una nuova apertura, sicuramente la più importante degli ultimi tempi: il Mercato Centrale di Torino ha aperto le sue porte il 13 aprile 2019, data di inaugurazione ufficiale degli spazi rinnovati del Palafuksas di Porta Palazzo, terza apertura del format dopo Firenze

ristorante pacifico

Il Pacifico è in Italia: intervista allo chef peruviano Jaime Pesaque

    C’è un posto a Milano (e a Roma e in Costa Smeralda) dal nome Pacifico, evocativo di mete lontane che fanno sognare, almeno con la mente. I soci proprietari Guillaume Desforges, Jacopo Signani, Leonardo Signani ed Ernesto Espinoza, che hanno aperto il primo locale nella città meneghina nel 2015, però, ci permettono di

Quali sono i cibi più strani da provare in giro per il mondo?

    Qualcuno li definirà cibi strani nel mondo, altri orrori, però sono il patrimonio culturale (e per molti organolettico) dei tanti paesi del mondo. Ma il bello è questo, poter scoprire il pianeta anche attraverso i suoi “piatti” tipici. Dietro qualcosa che all’apparenza può sembrare inverosimile, come mangiare un pipistrello e delle tarantole, in

aperitivo all'aperto milano

10 posti (all’aperto) dove fare aperitivo a Milano

    In questi giorni l’Italia è invasa da un’ondata di caldo insopportabile che nelle grandi città fa boccheggiare come non mai. Milano è tra queste ma, come per un rito imprescindibile, chi la vive non rinuncia all’aperitivo, che sia per bere e non pensarci o per rigenerarsi nelle ore più fresche. Ovviamente, però, gli

cocktail bar milano

Cocktail bar: alcuni indirizzi da non perdere a Milano

    Milano è la patria italiana della mixology, questo è assodato, nessuna città come il capoluogo lombardo ha così tanta offerta in termini di alta qualità e diversificazione. C’è un po’ di tutto e per tutti i gusti: qui lavorano i grandi nomi della miscelazione e si fa tendenza, dai cocktail bar d’hotel a