spesa sana

I consigli per una spesa amica della salute e dell’ambiente

Federica Portuese
2

     

    Una sana alimentazione comincia prima di tutto da una spesa consapevole. Per avere buone abitudini alimentari, infatti, è indispensabile prestare attenzione alle proprie scelte, a partire dalla ciò che mettiamo nel carrello. Tuttavia, andare al supermercato non per tutti è un momento piacevole, anzi per molti è faticoso, e fare una spesa sana e corretta può rappresentare una vera e propria sfida, per nulla semplice. Il rischio, infatti, è quello di acquistare più cibo del necessario correndo il rischio di cestinarlo, o peggio, alimenti dannosi per la nostra salute. Altro rischio è quello di perdere molto tempo tra gli scaffali, ritrovandosi a girare a vuoto in cerca di qualcosa per poi dimenticarne sempre qualcun’altra.

    In questo articolo cercheremo quindi di darvi qualche consiglio su come organizzare la spesa, scegliendo prodotti di qualità ed evitando inutili sprechi.

    Spesa sana e consapevole per una cucina sostenibile: i consigli 

    Poche e semplici regole, ad esempio acquistare prodotti locali e di stagione, comprare solo il necessario, evitando di buttare via il cibo, ci permetteranno di fare una spesa intelligente e consapevole – come abbiamo già visto nel nostro articolo sul batch cooking – che non solo farà bene alle nostre tasche e alla nostra salute, ma anche all’ambiente perché sarà anche più sostenibile, aiutandoci a combattere gli sprechi alimentari.

    spesa sana consigli

    Davizro Photography/shuttersstock.com

    Il menù settimanale

    Il primo passo per poter fare correttamente la spesa, evitando di sprecare tempo e denaro, è stabilire in linea di massima un menù settimanale completo, fatto di ricette semplici, come ci insegna la nostra tradizione mediterranea, che tenga conto ovviamente delle esigenze di tutta la famiglia. Programmare i pasti in questo modo, avendo cura di alternare durante la settimana legumi, pesce, carne, uova e latticini, ma anche frutta e verdura di stagione, ci dà la garanzia di avere una dieta varia e di acquistare solo ciò che è davvero necessario. Inoltre, con un pizzico di creatività in cucina, possiamo riutilizzare ciò che cuciniamo un giorno, ad esempio le verdure che fanno da contorno a un secondo possono diventare un ingrediente per un piatto diverso il giorno dopo, come condimento per un primo piatto.

    Se volete un piano alimentare che si adatti al vostro stile di vita e alle necessità di tutta la famiglia, rivolgetevi al vostro nutrizionista di fiducia che vi aiuterà a valutare il vostro fabbisogno e a stabilire, sulla base delle vostre condizioni di salute, una dieta su misura, guidandovi nella scelta dei cibi e nel loro corretto abbinamento.

    Organizzare frigo e dispensa

    Un altro aspetto importante sul quale prestare attenzione è cercare di tenere in ordine sia la dispensa che il frigorifero, in modo tale da aver sempre chiaro ciò che abbiamo e ciò che manca, e quindi da acquistare. Al tempo stesso, con le date di scadenza ben visibili per controllare anche i prodotti che vanno consumati al più presto per non essere sprecati. Non possiamo pensare di fare una grande spesa e in un solo posto, una volta al mese, per potere avere tutto ciò di cui abbiamo bisogno, ma organizzare bene i nostri scaffali e i ripiani del frigorifero ci può aiutare nel programmare gli acquisti, in modo tale da non essere costretti ad andare al supermercato tutti i giorni e di poter scegliere anche la piccola bottega vicino casa.

    Per prima cosa, possiamo suddividere i prodotti sulla base della frequenza con cui andrebbero acquistati.

    organizzare dispensa

    VH-studio/shutterstock.com

    Prodotti da acquistare mensilmente

    Cerchiamo di organizzare bene la nostra dispensa con gli alimenti che si conservano a lungo, come ad esempio legumi secchi, cereali integrali, pasta, farina, biscotti, cereali per la colazione, marmellata e altri cibi a lunga conservazione (ad esempio, olive, tonno e legumi cotti in vetro). Possiamo fare una piccola scorta di questi cibi, ma facendo attenzione sempre alla varietà. Per intenderci, è meglio acquistare piccole quantità di cereali diversi, come ad esempio riso, miglio, farro e orzo, piuttosto che avere grandi quantità di solo riso.

    Prodotti da acquistare settimanalmente

    Alcuni cibi freschi come uova, latticini, frutta e verdura possono essere acquistati una volta a settimana. Quando acquistiamo frutta e verdura dobbiamo fare attenzione a scegliere sempre prodotti di stagione e locali, e poi a pianificare bene il loro utilizzo durante la settimana. Infatti, sarebbe opportuno fare in modo di consumare al più presto le verdure che deperiscono più velocemente, come ad esempio quelle a foglia, e più tardi nel corso della settimana quelle che resistono più a lungo come zucca, zucchine, cavolfiore e carciofi. Anche per questo motivo il menù settimanale è una strategia molto utile, ed è importante  sistemare correttamente i prodotti nel frigo, così come vi abbiamo spiegato nel nostro articolo.

    spesa settimana verdure

    Yummypic/shutterstock.com

    Prodotti da acquistare giornalmente

    Alcuni alimenti, come carne e pesce, andrebbero acquistati il giorno stesso in cui intendiamo consumarli. Fermo restando che congelare i cibi può essere utile nel caso in cui abbiamo poco tempo per gestire la spesa di tutti i giorni, dobbiamo tenere sempre in considerazione che consumare cibi freschi è sempre meglio che ricorrere a prodotti congelati o surgelati.

    Giunti al supermercato, procediamo con l’acquisto dei prodotti che abbiamo messo nella nostra lista. È importante sottolineare che per mangiare in modo sano non è necessario acquistare cibi costosi, perché il prezzo di un prodotto non è sempre garanzia di qualità. È possibile invece mangiare bene spendendo poco, come vi abbiamo spiegato nel nostro articolo. Ciò che conta davvero è imparare a scegliere consapevolmente prodotti di qualità, valutati sulla base delle loro caratteristiche nutrizionali.

    Scrivere la lista della spesa

    lista della spesa

    Dragon Images/shutterstock.com

    Sembra scontato o banale, ma in effetti non lo è. Fare la spesa senza aver preparato a casa una lista di ciò che serve è controproducente perché una volta giunti al supermercato le nostre scelte saranno guidate dalla routine, cioè da ciò che siamo abituati a comprare settimanalmente, o peggio da ciò che in quel momento cattura la nostra attenzione. Il rischio è quello di ritrovarsi a consumare sempre gli stessi alimenti, con il risultato di avere una dieta monotona e di acquistare prodotti non necessari.

    Preparare una lista della spesa completa è un lavoro che richiede cura e attenzione, ma ci farà risparmiare tantissimo tempo, oltre che denaro.

    Leggere le etichette

    Nel caso in cui acquistiamo prodotti confezionati, la cosa più importante, è leggere attentamente le etichette. In particolare, dovremmo fare attenzione a queste informazioni:

    • provenienza: cerchiamo, ove possibile, di scegliere prodotti locali. Questo è importante soprattutto per i cibi freschi come la carne, il pesce, le uova e il latte e i formaggi, tenendo conto anche di altre informazioni che riguardano ad esempio il tipo di allevamento.
    • ingredienti: soprattutto nel caso di biscotti, cereali per la colazione e marmellate, una  lista degli ingredienti troppo lunga, potrebbe nascondere alcuni additivi come conservanti, coloranti e dolcificanti.
    • data di scadenza: attenzione alle scadenze soprattutto quando intendete fare una scorta di prodotti, o se volete approfittare di qualche offerta, perché rischiereste di essere costretti a consumare cibo, peraltro non più fresco, in poco tempo per evitare di doverlo buttare.

    Questi sono i nostri consigli per una spesa sana e consapevole. E voi come organizzate la vostra spesa? Avete mai pensato a scrivere un menù settimanale?

    Federica Portuese

    È nata e vive a Catania ed è una biologa nutrizionista. Il suo piatto preferito è la pasta con le vongole: semplice e buonissima, fa sorridere tutti quelli che la trovano nella dieta; in cucina, per lei, non possono mancare: l'olio di Agira, perché è unico e speciale, in quanto è frutto della raccolta che ogni anno fa con amici e parenti, e un cucchiaio di legno che, come una bacchetta magica, trasforma e unisce i sapori.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *