Cibo, Cultura, Cinema e Curiosità

Usando una metafora potremmo dire le tradizioni gastronomiche di un Paese sono il DNA della sua cultura, stratificata nei secoli. Non si può infatti parlare di cibo senza riservare un occhio di riguardo a tutti i suoi aspetti culturali: l’origine dei piatti, il loro nome, il significato di gesti e le consuetudini che ruotano attorno alla tavola non sono meno importanti degli ingredienti e delle fasi di preparazione di una pietanza. Il cibo é la forma culturale più istintiva che esista, è insieme un’esigenza di vita ed un linguaggio artistico che unisce uomini di ogni razza e religione. Una costante della storia dell’uomo, in grado di permeare qualsiasi forma espressiva: visiva, letteraria, musicale, cinematografica. Ed è per questo che abbiamo deciso di dedicare questa sezione al rapporto tra cibo e cultura.

Quando la chimica incontra la cucina: alla scoperta della sferificazione

  Vi è mai capitato di assaggiare un piatto costituito da piccole palline simili a caviale, ma che con il sapore delle uova di storione non avevano nulla a che vedere? Forse non vi siete mai resi conto che vi trovavate davanti a un perfetto esempio di sferificazione, la tecnica che consente di racchiudere i

Raclette, un piatto che sa di convivialità e condivisione

  Con le temperature che si abbassano, è il momento ideale per gustare alcuni piatti invernali come la raclette, di cui vi parleremo oggi. In realtà c’è anche chi la mangia tutto l’anno (persino in piena estate), ma è innegabile che si apprezza di più con i primi freddi. Oltre alla raclette, ci sono altri

Freddo non ti temo: 7 idee per una colazione invernale calda e nutriente

  In inverno iniziare le giornate è spesso un’impresa titanica. La tentazione di continuare a crogiolarsi al calduccio delle coperte è altissima, in barba alla sveglia e agli impegni quotidiani che ci attendono, ecco perché a volte serve uno stimolo in più per uscire dal torpore e vincere la pigrizia. E cosa c’è di meglio,

Ricette d’arte nel libro “La Gioconda al cucchiaio”: come cucinare (e divorare) un’opera d’arte

  Vi siete mai chiesti che sensazione provereste nell’addentare i capelli della Gioconda? Oppure, che sapore ha il cielo dell’Urlo di Munch? La trevigiana Sara Pessato se lo è chiesto e, grazie alla sua preziosa raccolta di ricette, ora anche noi potremo dire di saperlo. Nel suo libro La Gioconda al cucchiaio, infatti, ha trasformato

Cos’è e come si gusta l’Halloumi, il formaggio cipriota che non si scioglie con la cottura

  Amanti del formaggio riunitevi. Oggi vogliamo parlarvi di un prodotto caseario molto particolare, forse non conosciuto da tutti, che oltre ad avere una consistenza unica ha un significato importante. Stiamo parlando dell’Halloumi, formaggio tipico dell’isola di Cipro apprezzato specialmente per la peculiarità di non sciogliersi quando viene cotto e quindi di poter essere gustato

Confetti di Sulmona, la storia dei dolcetti da… Royal Wedding!

  Piccola città incastonata tra le montagne del Parco Nazionale della Majella, in Abruzzo, Sulmona è famosa in tutta Italia (e nel mondo!) per essere stata sì la patria del poeta romano Ovidio ma anche per delle piccole perle di pasticceria, che dal territorio peligno prendono il nome, e ne sono diventati una specialità: i

Dall’Abruzzo la storia, l’origine e la ricetta della pasta alla mugnaia

  Avete mai pensato alla quantità di infinite forme che si può dare alla pasta fresca? “Regione che vai, pasta che trovi”, recita il detto, e nell’articolo di oggi vi porto nel cuore dell’Abruzzo alla scoperta di un suo primo piatto tipico: la pasta alla mugnaia! Anche conosciuta come “mulinara”, è caratterizzata da una forma

naruto cibo

Naruto o narutomaki: com’è fatto e che sapore ha questo curioso cibo giapponese

  Immergersi alla scoperta delle tradizioni culinarie di altri Paesi è un viaggio interessante e in tanti casi sorprendente. Sì, perché spesso si incontrano ricette che, essendo piuttosto distanti dalle nostre abitudini, non avevamo nemmeno immaginato che potessero esistere. La cucina giapponese, ad esempio, è una di quelle che ci affascina maggiormente proprio perché ricca

sarde ricette tradizione

Sarde: tour tra le ricette della cucina italiana

  C’è chi le chiama sardine e chi sarde, ma sono di fatto la stessa cosa. È una delle specie di pesce azzurro più diffusa nel Mediterraneo e storicamente presente nella cultura enogastronomica italiana. Lo testimoniano le tante ricette regionali: dalle sarde in saor veneziane a quelle ripiene alla ligure, passando per le sarde a

Blanquette de veau, l’antica ricetta dello spezzatino alla francese

  “Comment est votre blanquette?”. È questa la frase in codice utilizzata nel celebre film francese “OSS117”, che ci fa capire l’importanza che ha la blanquette nella cucina francese. Molti ne rivendicano la paternità, ma la blanquette de veau appartiene alla cucina borghese di Parigi e oggi ai suoi bistrot, gli unici baluardi in città

Storia, origine e ricetta veneta del vin brulé

  Alzi la mano chi non si è mai riscaldato dal freddo con un buon bicchiere di vin brulé! Ammettiamolo, cosa c’è di meglio di stringere tra le mani una tazza calda che emana profumo di spezie durante le fredde giornate d’inverno? È il protagonista indiscusso dei mercatini di Natale, amato non soltanto per la sua

Cucina francese: 20 imperdibili salse da conoscere

  Nell’eterna competizione tra Italia e Francia che va dal calcio alla cucina, c’è qualcosa su cui, almeno a parer mio, dobbiamo gettare le armi. Sto parlando delle salse, perché non possiamo negarlo, in questo campo i francesi non hanno rivali. Dalle più semplici alle più complesse, le salse costituiscono una delle parti più importanti

Parrozzo, storia e origine del dolce abruzzese amato da D’Annunzio

  Esiste una regione italiana in cui la diatriba “panettone vs. pandoro” non crea fazioni agguerrite di sostenitori dell’uno o dell’altro. Ci troviamo in Abruzzo, e il motivo per cui scegliere tra i due dolci tipici natalizi non è affatto un problema è perché esiste una terza opzione, altrettanto gustosa: il parrozzo! Tra i dolci

Alla scoperta della Pastissada de Caval: piatto tipico veronese

  Avete mai sentito parlare della pastissada de caval? Si tratta di un piatto a base di carne di cavallo fatta macerare e poi cotta nel vino rosso della Valpolicella e insieme al lesso con la pearà e il risotto all’amarone è una preparazione tipica della cucina veronese. Viene tradizionalmente accompagnata da polenta abbrustolita e

Tutto sul bento, il porta pranzo giapponese

  Se conoscete la cultura giapponese o siete appassionati di anime, probabilmente saprete cos’è il bento. Ma se anche questo nome non vi evoca nulla, siamo certi che se vi parliamo di un portapranzo suddiviso in scomparti, contenente varie preparazioni colorate e invitanti, qualcosa vi viene subito in mente! Il bento, infatti, è un elemento

Storia, curiosità e ricetta dei biscotti della fortuna

  Sogni, ambizioni, desideri… Chi di voi è mai uscito da un ristorante cinese senza aver scartato almeno uno di quei biscotti rivestiti da carta dorata per leggere il messaggino nascosto al suo interno? Parlo dei biscotti della fortuna, croccanti dolcetti caratterizzati da un impasto che ricorda quello delle lingue di gatto, ma ripiegato su

La Matsata di Folegandros, isola greca e italiana

  In Grecia c’è un’isola dove, di fianco alla bandiera greca, sventola quella italiana. È Folegandros, una delle più piccole tra le Cicladi, solo 32 chilometri quadrati di terra in mezzo all’Egeo, dove esclusivamente qui e in nessun altro posto della Grecia, si mangia la Matsata, (chiamata anche al plurale “i matsata” o “le matsata”).

La storia della piadina romagnola: dagli Etruschi alla certificazione IGP

  La pida se parsot la pis un po ma tot, dice un detto romagnolo, che tradotto significa: “La piada con il prosciutto piace un po’ a tutti”. E probabilmente è proprio così, visto che la piadina è una delle preparazioni più famose e apprezzate della Romagna, un prodotto diventato simbolo di questa terra, della

Pan pepato: origine, storia e curiosità del dolce del Centro Italia

  Spezie, pepe, miele (e non solo!): una storia che affonda le sue radici nei secoli, e si snoda tra Emilia-Romagna, Umbria, Toscana e Lazio. Di cosa stiamo parlando? Del pan pepato (o pampepato), un dolce dalla forma tondeggiante la cui origine ha dato vita a tantissime varianti, fino a diventare uno dei simboli della