yucca fritta

Cos’è la Yucca e come usarla in cucina

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

    Conosciuta anche come Manioca, Cassava o Tapioca, la Yuca o yucca è un ingrediente fondamentale per l’alimentazione di due terzi della popolazione del Pianeta: viene infatti coltivata e tradizionalmente consumata in Africa, in Asia e Centro e Sud America. La radice di Yucca è un tubero molto simile alla patata; amidacea, dal gusto neutro e dolce, si presta bene a moltissime preparazioni diverse: fritta, nelle polpette vegane, nelle zuppe, stufata o in dolci e torte. Scopriamo allora tutto quello che c’è da sapere sulla Yucca e 3 ricette da gustare, tutte 100% vegetali!

    Che cos’è la Yucca (manioca) e come usarla in cucina

    La yucca ha una polpa bianca con una buccia piuttosto coriacea marrone; è ricca di carboidrati, vitamina C, potassio, acido folico e fibre. Diversa dalla Yucca schidigera, che invece è una pianta arbustiva messicana appartenente alle Agavacee, è possibile trovarla sia fresca, soprattutto nei negozi di alimenti etnici o congelata già pronta da cucinare. Esattamente come la patata, anche la yucca deve essere consumata previa cottura. Vediamo qual è la preparazione base e altre due ricette con la yucca.

    Yucca: la ricetta base per prepararla

    yucca bollita

    rocharibeiro/shutterstock.com

    Se non avete mai cucinato o assaggiato la yucca, seguite questa ricetta passo a passo, proprio come vi avevo suggerito nel caso di primo approccio con il topinambur, altro tubero delicato e squisito. Naturalmente, durante la scelta dell yucca fresca abbiate l’accortezza di controllare la sua compattezza: una yucca buona deve essere soda e compatta. Una volta tagliata, poi, non deve presentare macchie scure altrimenti significa che è vecchia o non più commestibile, in tal caso gettatela in compostiera.

    Ingredienti:

    • 1 yucca fresca
    • q.b. di sale integrale marino
    • q.b. di olio extravergine d’oliva

    Procedimento:

    1. Eliminate le estremità della yucca con un coltello di ceramica per evitare le ossidazioni.
    2. Tagliate la radice nel senso della lunghezza. Sbucciatela aiutandovi con un pelapatate.
    3. Tagliatela a cubetti, quindi ponetela in una pentola a pressione con cestello; cuocete, dal fischio, per circa 10-15 minuti.
    4. Trascorso questo tempo, fate sfiatare il vapore e aprite la pentola: dovreste vedere una radice un po’ più gialla e molto morbida, significa che la yucca è cotta.
    5. A questo punto siete pronti per utilizzarla in tutte le vostre ricette ma, volendo, per assaggiarla, se è la prima volta che vi imbattete nella yucca, aggiungete solo un pizzico di sale integrale marino e un filo di olio extravergine d’oliva per gustarla al meglio, assaporandola con attenzione.

    Insalata fresca di yucca

    Un’insalata fresca e molto gustosa, ma anche ricca e sostanziosa. Gustate accompagnando questa insalata gustosissima di yucca con dei fagioli rifritti alla messicana e se lo desiderate con del pane senza lievito fatto in casa.

    Ingredienti:

    • 500 g di yucca cotta a vapore
    • 1 cipolla rossa di tropea affettata
    • 1 gambo di sedano tagliato a dadini
    • succo di 1 limone
    • q.b di sale marino integrale
    • q.b di pepe nero macinato fresco
    • 1 avocado
    • q.b di prezzemolo, erba cipollina e aneto freschi

    Procedimento:

    1. In un’ampia insalatiera unite la yucca cotta a vapore con la cipolla rossa di tropea affettata e il gambo di sedano tagliato a dadini.
    2. In un bicchiere per frullatore a immersione unite il succo di limone, il sale integrale marino, il pepe nero e l’avocado maturo quindi frullate rendendo il tutto una crema non troppo densa. Se necessario aggiungete altro succo di limone.
    3. Ora aggiungete la crema all’insalatiera contenente la yucca e mescolate delicatamente.
    4. Completate con prezzemolo, erba cipollina e aneto freschi del vostro orto e servite nei piatti dei vostri commensali!

    Frittelle e patatine di radice di yucca

    Due ricette, una fritta e una al forno per assaggiate, nel modo più godurioso possibile, la manioca o yucca. Queste due ricette sono semplici e molto veloci da preparare, naturalmente, se lo desiderate, potrete arricchire le vostre frittelle aggiungendo anche funghi, fiori di zucca o perché no, semi di girasole, semi di zucca o semi di canapa direttamente nell’impasto, insomma, come sempre, lasciatevi guidare dalla vostra fantasia!

    frittelle di yucca

    Happy window/shutterstock.com

    Ingredienti per le frittelle

    • 1 radice di yucca scottata, pelata e schiacciata
    • q.b di sale marino integrale
    • 1 cucchiaino di aglio in polvere
    • 1 cucchiaino di cipolla in polvere
    • 1 cucchiaino di curcuma
    • 1 cucchiaino di peperoncino di Cayenne
    • q.b di erba cipollina fresca
    • 2 cucchiai di acqua

    Ingredienti per le patatine

    • 1 radice di yucca pelata
    • q.b di sale marino
    • 1 cucchiaino di paprika dolce
    • q.b di olio per friggere (ricordate di riciclare l’olio nella maniera più corretta una volta esausto)
    • q.b di succo di limone
    • q.b di ketchup
    • q.b di maionese vegan
    patatine di yucca

    rocharibeiro/shutterstock.com

    Procedimento per la realizzazione delle frittelle di yucca:

    1. Unite in una bastardella la yucca scottata in acqua bollente per 10 minuti, pelata e schiacciata, l’acqua, il sale, l’aglio, la cipolla, la curcuma, il peperoncino di Cayenna e l’erba cipollina e mescolate il tutto per bene aiutandoti con un cucchiaio.
    2. Nel frattempo ponete sul fuoco una pentola dai bordi alti e fate scaldare l’olio per la frittura ad immersione.
    3. Ora formate con l’impasto delle palline, schiacciatele tra i palmi delle mani e gettatele nell’olio bollente.
    4. Friggete ciascuna frittella in modo che sia dorata per 2-3 minuti, avendo l’accortezza di girarla su entrambi i lati.
    5. Esaurite tutto l’impasto e ponete le frittelle su carta per frittura.
    6. Condite con abbondante succo di limone e gustatele croccanti e calde.

    Procedimento per la realizzazione delle patatine di yucca:

    1. Rimuovete la buccia dalla yucca con il pelapatate.
    2. Tagliatela a fette piuttosto spesse e quindi tagliate per la lunghezza ciascuna fetta, ottenendo tanti bastoncini.
    3. Scottateli in acqua bollente per circa 10 minuti.
    4. Tracorso questo tempo, recuperate la yucca e fatela raffreddare in uno scolapasta.
    5. Rivestite una leccarda con della carta da forno naturale e adagiate la yucca su di essa.
    6. Conditela con un filo d’olio extravergine d’oliva e cuocete a forno caldo e ventilato per 10 minuti a 200 °C, rigirandole a metà cottura.
    7. Servite le patatine di yucca calde con sale integrale marino, ketchup e maionese vegan, e certamente i bambini ne andranno pazzi!

     

    Abbiamo scoperto grazie ad alcune ricette di semplice esecuzione che, oltre alla patata, al topinambur ed alla batata, possiamo scegliere di portare sulla nostra tavola un altro tubero ricco e sostanzioso: la yucca, altrimenti conosciuta come manioca. La conoscevate? L’avevate mai assaggiata? Raccontateci la vostra esperienza!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *