ricette messicane vegane

Fajitas, fagioli rifritti e nachos: le ricette messicane vegetariane da provare a casa

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

    Un po’ di tempo fa abbiamo già parlato di guacamole, una delle salse più amate e gustose tra le ricette messicane vegetariane, ora ci concentreremo su altre ricette da preparare con le nostre mani. Piatti molto facili da preparare e che regalano grandi soddisfazioni, come le fajitas, le tortillas, i nachos e i fagioli rifritti. Delle pietanze semplici, tradizionali e che saranno in grado di creare sulla vostra tavola, in un batter d’occhio, il perfetto menù tex-mex 100%vegetale.

    4 ricette messicane vegetariane da preparare in casa

    nachos messicani

    Le ricette vegetariane della cucina made in Messico più amate: sono vegetali, alla portata di tutti e molto gustose, inoltre si prestano benissimo a essere piatti per party e brunch da passare all’aria aperta.

    Fajitas di muscolo di grano e tortillas di mais  

    Tipica ricetta messicana, piatto unico, qui proposto in versione totalmente vegetariana a base di muscolo di grano, peperoni, cipolle e spezie. Un cibo tradizionale che potrete arricchire con guacamole, fagioli rifritti e formaggio vegetale stagionato a base di ceci, da leccarsi i baffi!

    Ingredienti

    • 200 g di muscolo di grano
    • q.b. olio extravergine d’oliva
    • 3 peperoni
    • 2 cipolle
    • q.b. di peperoncino
    • q.b. di cumino

    Per marinare

    • succo di 2 limoni
    • q.b. di coriandolo
    • q.b. di sale integrale marino
    • 2 bicchieri di birra cruda non filtrata

    Per le tortillas

    • 200 g farina di mais per tortillas (di mais bianco)
    • 1 bicchiere ½ di acqua
    • 1 cucchiaio di olio di semi di mais
    • 1 pizzico di sale integrale marino

    Per accompagnare

    • q.b. di formaggio vegetale
    • q.b. di guacamole
    • q.b. di fagioli rifritti

    tortillas di mais

    Procedimento

    1. Fate riposare il muscolo di grano tagliato a striscioline per circa 40 minuti in una marinatura composta dal succo di 1 limone, coriandolo macinato, un pizzico di sale integrale marino e birra cruda non filtrata.
    2. Quindi passate alla preparazione delle tortillas di mais.
    3. Unite la farina, l’acqua, il sale e l’olio, amalgamate bene in modo che ne risulti un impasto liscio d omogeneo.
    4. Lasciate riposare per 30 minuti.
    5. Passato il tempo di riposo dell’impasto delle tortillas, suddividete la pagnottella in piccole palline, con un matterello stendete ogni pallina in modo che risulti sottile e cuocetela su di una padella per crepes ben calda.
    6. Rigirate ogni tortilla e fatela cuocere su entrambi i lati in egual modo.
    7. Ponete una tortilla sopra l’altra ed alla fine copritele con un panno di cotone pulito in modo che mantengano la loro umidità e il loro calore.
    8. Ora tagliate a listarelle i peperoni e a rondelle le cipolle poi passatele in padella con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva a fiamma vivace e aggiungete il succo di 1 limone ed il cumino.
    9. Cuocete per una decina di minuti in modo che le verdure cuociano ma restino croccanti.

    Gustate le tortillas calde ripiene con le vostre fajitas appena preparate: ecco un ottimo tex-mex vegetariano in tavola.

    Fagioli rifritti alla messicana

    Une versione perfettamente vegan friendly per assaporare la cucina vegetale in salsa messicana: un piatto tradizionale, semplice e molto sostanzioso per portare in tavola i fagioli neri tipici della cucina messicana.

    Ingredienti

    • 250 g fagioli neri secchi
    • q.b. di origano, cumino, coriandolo, paprika dolce, peperoncino
    • q.b. di olio extravergine d’oliva
    • q.b. di sale integrale marino
    • 2 cipolle
    • q.b. di lievito in scaglie
    • 2 cm di alga kombu

    fagioli rifritti

    Procedimento

    1. Lasciate i fagioli in acqua in ammollo per una notte quindi scolateli e metteteli in una pentola a pressione con 4 bicchieri di acqua, cipolla, origano, cumino, coriandolo, paprika dolce, peperoncino e un pezzetto di alga kombu.
    2. Dal fischio fate cuocere per 20-25 minuti.
    3. Quindi scolate metà dei fagioli e metteteli da parte.
    4. Frullate la metà rimasta nella pentola con un frullatore a immersione con tutta la loro acqua.
    5. Ora preparate un leggero soffritto con 1 cipolla, unite i fagioli in crema, i fagioli interi e il lievito in scaglie, fate cuocere a fuoco vivo per 2-3 minuti quindi spegnete il fuoco facendo riposare per una decina di minuti prima di servire ed ecco pronti i fagioli rifritti alla messicana.

    Nachos fatti in casa

    nachos

    Le patatine di mais perfette per gustare guacamole e dip di ogni tipo. Fatte in casa sono molto sostanziose e davvero buonissime. Questa ricetta messicana vegetariana è molto veloce e di media difficoltà. Assolutamente da provare anche cotte al forno, anche se un po’ meno junk-food.

    Ingredienti

    • 300 g  farina di mais
    • 150 g farina di grano duro
    • 20 g amido di mais
    • q.b. di acqua

    ricetta nachos

    Procedimento

    1. In una capiente ciotola ponete la farina di mais, la farina di grano duro e l’amido quindi riempite una brocca con dell’acqua fredda.
    2. Ora piano piano, iniziate a impastare l’acqua con le farina fino a quando l’impasto non risulterà sodo senza sgretolarsi tra le mani.
    3. Riponete la pasta in frigo per 30 minuti.
    4. Passato il tempo di riposo prelevate delle piccole palline dalla pasta, schiacciatele prima con le mani, poi stendetele con un matterello infarinato e tagliate dei triangoli come si vuole che siano i nachos per tradizione.
    5. Quindi fate scaldare dell’olio extravergine d’oliva in una padella dai bordi alti e una volta che è ben caldo, senza far toccare il punto di fumo, buttateci a poco a poco le chips di mais.
    6. Pochi minuti e da gialle diventeranno di un bel dorato: et voilà, il gioco è fatto.
    7. Ponetele in un piatto e gustatele con del sale, della paprika, del succo di limone oppure assaporatele accompagnandole a una guacamole freschissima.

    Moltissime sarebbero le ricette messicane vegetariane possibili dato che per tradizione questa cucina vede fagioli, mais e peperoncini come protagonisti indiscussi delle preparazioni culinarie.

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *