Pulire le cozze

Pulire le Cozze: ecco come farlo nel modo giusto

Elisabetta Pacifici

Le cozze che arrivano sulle tavole già cotte hanno un piacevole gusto di mare e l’odore di sere d’estate ma per pulirle prima di cuocerle ci vuole attenzione. Oltre ad essere fresche e ben chiuse, le cozze devono essere pulite seguendo dei passaggi ben precisi. Vediamo quali sono.

Pulire le Cozze: 3 passaggi fondamentali

Staccare il bisso

Come prima cosa mettete le cozze in una ciotola capiente con dell’acqua fredda. Afferrate tra le dita il bisso, ovvero la barbetta che esce fuori dalle valve e tiene unita la cozza allo scoglio, e con un colpo secco staccatelo.

pulire le cozze

Togliere i residui

Per togliere i residui più in superficie vi basterà usare una retina metallica quindi prendete una cozza alla volta e sotto l’acqua corrente strofinatela energicamente. Le incrostazione più grandi, quelle allungate di colore bianco, devono essere tolte con un coltello, raschiando ogni cozza.

come pulire le cozze

Come conservare e aprire

A questo punto potete conservarle in frigo in una bacinella piena di acqua fredda per qualche ora oppure potete cuocerle semplicemente mettendo le cozze in un tegame a fuoco vivo, si apriranno dopo 5 minuti.

Cosa si può preparare con le cozze?

Per un pranzo veloce, ancora in costume, vi consigliamo gli spaghetti con le cozze in bianco. Una ricetta da realizzare in poco tempo che promette risultati eccezionali. Per chi, invece, decide di mangiare le cozze a cena, omettendo la pasta si può pensare di preparare una zuppetta di cozze alla sarda, perfetta se servita con dei crostoni di pane, magari integrale.

zuppa di cozze

Quando nulla si vuole lasciare al caso e le cozze sono il vostro ingrediente per fare colpo allora vi consigliamo una zuppa di gnocchi di pane con cozze, che ve ne pare?

Avete capito allora quali sono i passaggi fondamentali per pulire le cozze nel modo giusto?

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

3 risposte a “Pulire le Cozze: ecco come farlo nel modo giusto”

  1. Paolo Adi ha detto:

    Le cozze non vanno MAI messe in acqua fredda. Perdono il loro sapore marino e si insipidiscono non poco. Al limite in acqua fredda con una notevole aggiunta di sale. Cordialità.

    • Elisabetta ha detto:

      Ciao Paolo, secondo le mie fonti le cozze vanno pulite sotto l’acqua, anche perché altrimenti come gli togli tutte quelle incrostazioni e melmetta? Vanno tenute in acqua giusto il tempo di scrostarle completamente e non per lungo tempo come le vongole. Devo dire però che l’aggiunta di sale è una valida idea poiché ri-aggiunge sapidità, grazie per il tuo contributo 🙂

  2. Paolo Adi ha detto:

    Tanto vi contradice e non la pubblicate la mia risposta di prima. Ma sono nato a Genova. Non ho dubbi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi