Fiori zuccherati vegani

Vegan candied flowers: cosa sono i fiori cristallizzati e come usarli in cucina

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

    Trasformare tutti i fiori del vostro orto in delicate decorazioni dolci e colorate sarà compito di questo articolo. Dopo i fiori edibili e le acque di fiori, scopriamo insieme come preparare i fiori zuccherati o vegan candied flowers passo dopo passo, così da rendere i vostri piatti (e come vedremo non solo dolci!) meravigliose opere botaniche tutte da gustare.

    Vegan candied flowers o fiori zuccherati

    SewCream/shutterstock.com

    Cosa sono i “vegan candied flowers” o fiori vegani cristallizzati

    I fiori eduli sono entrati a far parte di molti piatti da diverso tempo, e i fiori zuccherati vegani (i cosiddetti vegan candied flowers) sono una versione molto particolare. Sono anche detti “cristallizzati” perché ricordano, appunto, fiori racchiusi da piccoli cristalli di zucchero, e sono assolutamente tutti da scoprire: sono infatti capaci di dare colore e poesia a qualunque preparazione. In generale, sono ottime decorazioni per torte e dolci, dai cupcake ai tortini fino ai biscotti vegan, ma come vedremo potranno essere usati anche per altre preparazioni.

    La cosa meravigliosa dei candied flowers è che sono davvero naturali e semplicissimi da realizzare: ecco come prepararli in casa, passo passo.

    Fiori cristallizzati: 4 consigli per sceglierli e usarli al meglio

    Come scegliere i fiori migliori per la realizzazione di questi particolarissimi elementi decorativi? Lasciatevi aiutare da queste 4 semplici regole per far un buon uso dei fiori cristallizzati.

    1. Realizzatene freschi ed in una quantità sufficiente per la decorazione che avete in mente: per evitare di non averne abbastanza, prima realizzate uno schizzo, fisico o mentale, di ciò che volete realizzare, come ad esempio per una torta di compleanno.
    2. Scegliete sempre fiori edibili e coltivati con metodo biologico o biodinamico, e comunque senza l’uso di sostanza fitosanitarie.
    3. Sono molti i fiori che potrete utilizzare: in particolare, nasturzi, primule, violette, rose, ma anche calendule, nigelle e fiori di malva, solo per fare qualche esempio.
    4. Giocate con i colori e con le forme: i vegan candied flowers permettono di realizzare una moltitudine di decorazioni diverse, preservando i colori dei fiori usati; scegliete quindi la forma e il colore in base a ciò che la vostra creatività vi suggerisce!

    Vegan candied flowers: la ricetta per preparare a casa i fiori cristallizzati

    La ricetta classica per preparare i fiori zuccherati, ovvero cristallizzati, prevede solo tre ingredienti: fiori, zucchero e albume. Naturalmente, per renderla vegana è necessario sostituire l’albume con l’uovo vegetale e, una volta fatto, la realizzazione sarà facilissima.

    Fiori cristallizzati

    Elena Elisseeva/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 1 tazza di fiori a scelta 
    • 1 uovo vegetale
    • 1 tazza di zucchero bianco 

    Vi occorrerà inoltre

    • una grata dalle maglie fini

    Procedimento

    • Per prima cosa, fate bollire i semi di lino in acqua, come da procedimento nella ricetta della preparazione dell’uovo vegetale;
    • Prendete i vostri fiori biologici e, con molta delicatezza, cospargegeteli con l’uovo vegetale utilizzando un piccolo pennellino.
    • Subito dopo, immergeteli in una bastardella ricolma di zucchero che, però, avrete precedentemente frullato in un mixer in modo da renderlo finissimo.
    • Adagiate quindi i fiori su una grata dalle maglie fini come quella usata per i biscotti così da far scivolare via l’eccesso di zucchero: ecco i vostri fiori cristallizzati zuccherati, che potrete utilizzare per adornare tutto ciò che più desiderate. Divertitevi a trasformare i vostri piatti in vere e proprie opere d’arte, portate il giardino nelle vostre ricette grazie ai fiori in cucina!

    Come usare i candied flowers nelle ricette vegane

    Cupcake con fiori cristallizzati

    SewCream/shutterstock.com

    Sono moltissimi i modi per utilizzare i candied flowers: dai più classici, come elementi decorativi di dolci e torte, fino ai più azzardati, come elementi di colore e contrasto gustativo in secondi piatti o contorni. Come abbiamo detto, si sposano perfettamente con torte vegane, crostate vegane o cheesecake vegan, ma anche con muffin e cupcake: regalano colore e certamente quel quid in più in una tavola di festa. Inoltre, sono anche capaci di dare un tocco di natura a secondi piatti, magari realizzati con la carta di riso che permette in trasparenza di vedere all’interno, o anche per contorni di verdure. Osate e provate a cristallizzare anche le erbe spontanee per dare un tocco di verde, oltre che di gusto, tra un fiore e l’altro! 

     

    In fondo, i fiori sulla tavola e nel piatto servono a ricordarci quanto sia fantasiosa e divertente la natura!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *