come mangiare lo zenzero

Crudo, grattugiato, candito: consigli per mangiare lo zenzero

Elisabetta Pacifici
2

Indice

     

     

    Conosciuto in tutto il mondo, lo zenzero è divenuto negli ultimi anni un ingrediente molto utilizzato anche nella nostra cucina, grazie al suo aroma balsamico, fresco e piccante, e alle sue tante proprietà benefiche: ottimo per alleviare il mal di gola, è efficace anche contro i dolori articolari e muscolari ed è un ottimo alleato della digestione. E le sue virtù non finiscono qui, infatti questa radice è molto ricca di antiossidanti e contribuisce ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue: insomma, una vera risorsa per il nostro organismo! Ma come fare per introdurlo nella nostra dieta? Ecco alcune idee per scoprire insieme come mangiare lo zenzero.

    Come usare lo zenzero

    Pianta Zenzero

    Ciò che chiamiamo solitamente zenzero è la radice di una pianta il cui nome scientifico è Zingiber officinalis, della famiglia delle Zingiberacee. Ne fa parte anche il Cardamomo, un’altra spezia molto usata. Nella medicina orientale, lo zenzero è largamente utilizzato in molti casi, per combattere raffreddamento o allergia, ma anche per risolvere problemi digestivi. Lo zenzero possiede molte virtù, che possiamo sfruttare in cucina, consumandolo crudo, all’interno di frullati e tisane, o addirittura candito.

    Come mangiare lo zenzero: idee per usarlo in cucina

    Lo zenzero è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Zingiberacee. La parte che viene consumata è la radice, che si presenta bitorzoluta e di colore marrone-grigio all’esterno, mentre l’interno è di un bel giallo paglierino.

    Molto utilizzato nelle cucine orientali, da quella cinese – che ne fa largo uso per preparare infusi e tisane – a quella indiana – che lo aggiunge a zuppe di legumi e salse – e a quella giapponese, lo zenzero e le sue proprietà benefiche sono ormai conosciute un po’ dappertutto. In genere possiamo trovarlo in commercio in due modi: fresco, come radice, o essiccato, in polvere. Per quanto riguarda il consumo, gli abbinamenti con lo zenzero sono davvero numerosi, perché il suo gusto particolare si accosta gradevolmente sia al salato che al dolce: è usato, ad esempio, per preparare i biscotti pan di zenzero.

    pan di zenzero

    Zenzero fresco sul pesce e nei centrifugati

    Nella cucina cinese, indiana e giapponese lo zenzero è molto utilizzato per arricchire il gusto di varie preparazioni. Se amate il suo gusto leggermente piccante, potete grattugiarlo fresco su una zuppa calda per dare un tocco di novità e sfruttarne le proprietà benefiche, ma potete utilizzarlo anche nelle insalate, come quella di quinoa, gamberi e zucchine: aggiungerà una nota esotica, colorata ed estiva davvero gradevole!  
    Lo zenzero si abbina molto bene al limone, perciò largo agli abbinamenti con il pesce: grattugiatelo fresco a fine cottura, anche sui crostacei e su tartare come quella di capone, vi saprà sorprendere. Lo zenzero è perfetto anche per arricchire delle polpette di carne, gustose e ideali per un aperitivo veloce, ma non dimenticate di provarlo anche sulla frutta di stagione.

    Zenzero Centrifughe

    Il gusto rinfrescante dello zenzero, inoltre, si combina alla perfezione con molti tipi di frutta, che potete utilizzare per centrifugati estivi e salutari:

    • ananas e zenzero
    • ananas, menta e zenzero
    • carote e zenzero
    • sedano e zenzero
    • mela e zenzero

    Queste sono solo alcune combinazioni possibili, che vi aiuteranno a trovare sollievo nelle giornate più calde. Non dimenticate, infine, che dallo zenzero fresco potete ottenere un succo da utilizzare in varie preparazioni, sia a base di frutta che salate. Vi basterà lavare molto bene le radici, pelarle, grattugiarle finemente con l’aiuto di una grattugia da cucina e spremere la polpa ottenuta con l’aiuto di un setaccio di stamigna o una garza alimentare. Potrete utilizzare il vostro succo anche per realizzare delle marinate per i piatti di pesce.

    Mangiare lo zenzero crudo per mal d’auto e alitosi

    Zenzero fresco

    Lo zenzero crudo può essere molto utile a chi soffre di mal d’auto o mal di mare, per alleviare il fastidio e il senso di nausea: in questo caso, vi basterà masticare un pezzo di radice fresca cruda per sentirvi meglio e godervi il tragitto. Pensate infatti che i marinai cinesi lo utilizzavano già molti secoli fa proprio per alleviare gli effetti degli spostamenti in mare. Per questa sua proprietà è consigliato anche a chi deve sottoporsi a cicli di chemioterapia, mentre per quanto riguarda l’uso in gravidanza è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio medico, perché potrebbero esserci delle controindicazioni.

    Non avete digerito la cena troppo abbondante, o la nonna ha esagerato con le porzioni e i bis? Niente paura, mangiare una fettina di zenzero fresco, togliendo la parte esterna, che è più legnosa, vi aiuterà a digerire, grazie all’azione stimolante su stomaco e intestino. Mangiare dello zenzero fresco, infine, è un ottimo rimedio anche per chi soffre di alitosi.

    Zenzero candito, un’alternativa alle caramelle

    La frutta candita è facile da preprare e le sue origini risalgono ai tempi in cui non esistevano molti metodi per conservare il cibo fresco, per cui lo zucchero costituiva una vera e propria risorsa, in grado di preservare la frutta dal deterioramento. Se in Italia abbiamo molta familiarità con scorze di agrumi candite, come quella di cedro o di arancia, in Nord Europa questo metodo è molto utilizzato anche per lo zenzero. Un vasetto di zenzero candito sul tavolo del soggiorno è una chicca da veri gourmet, per sostituire le solite caramelle o accompagnare una tazza di tè, ma potrete usarlo anche per arricchire delle preparazioni salate, ad esempio dei secondi piatti a base di carne di maiale. Occhio a non esagerare, però, perché contiene una grande quantità di zucchero.

    Tisane a base di zenzero

    Zenzero grattuggiato

    Uno degli utilizzi più conosciuti dello zenzero è quello di inserirlo all’interno di tisane. Ci vogliono pochi minuti per ottenere una bevanda sana, gustosa e particolarissima, dal gusto intenso e corroborante. Vi basterà bollire un bel pezzo di radice fresca di zenzero all’interno di un pentolino con dell’acqua per 20 minuti e filtrare il composto, ma potete aggiungere altri ingredienti per realizzare tisane diverse, come quella con mela e carota. Nel periodo invernale, potrete sorseggiarlo al caldo seduti sul divano, magari in compagnia della vostra serie tv preferita, mentre per l’estate sarà sufficiente farlo raffreddare a temperatura ambiente e poi metterlo per qualche ora in frigo. Ecco pronto un salutare aperitivo o una bevanda da bere durante la giornata, da offrire agli amici o da portare con voi in un thermos, anche in spiaggia o in piscina.

    E voi, utilizzate lo zenzero abitualmente? In quali preparazioni? Raccontatecelo nei commenti.

    Elisabetta Pacifici

    Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi