burger vegetali

5 burger vegetali da realizzare con le proprie mani

Carmela Kia Giambrone
3

Indice

     

    Tra i cibi vegetali di maggior successo, perfetti per grandi e piccini, si possono di certo annoverare i burger. Benché tutti realizzati solo con ingredienti vegan-friendly, ciascuno ha un particolare e spiccato gusto: ecco allora che il burger di ceci è speziato e molto saporito, quello di lenticchie e barbabietola leggermente dolce e aromatico, quello di melanzane e noci richiama alla mente il pesto tipico della cucina siciliana, quello di fagioli rossi e mais invece è in grado di “mimare” il burger a base di carne e infine quello di zucchine e semi di girasole è molto delicato e soffice.

    Tutti si prestano ad essere accompagnati con verdura cruda, cotta a vapore o insalata mista ma il metodo migliore per poterli gustare è realizzare un panino con aggiunta di salse, come maio veg, ketchup o senape, insalata verde, pomodori a fette, funghi champignon e cipolle saltate. Vediamo allora come realizzare a casa questi burger vegetali, con ingredienti semplici e naturali.

    5 burger vegetali da preparare in casa facilmente

    Tutti i burger saranno cotti in forno ma, se lo preferite, potrete cuocerli anche in padella con l’aggiunta di un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva,a fuoco medio, girandoli dopo 4-5 minuti di cottura per lato. Ricordate inoltre che, se non amate i sapori piccanti, potrete omettere dalle ricette pepe e peperoncino, ma in quel caso aumentate di un pizzico la quantità degli altri aromi presenti come aglio, prezzemolo, cipolle, scalogno, coriandolo e così via, per armonizzare meglio il gusto finale.

    Burger di ceci

    burger di ceci

    Yulia-Bogdanova/shutterstock.com

    La base è fatta di ceci cotti al naturale e riso integrale, carote, cipolle, aglio e prezzemolo che assieme creeranno il mix perfetto tra gusto fresco e intenso: un burger vegetale speziato e molto saporito. Accompagnatelo con insalata verde con rucola e radicchio.

    Ingredienti:

    • 1 scatola di ceci cotti
    • 1 carota media cotta a vapore o bollita
    • 2 cucchiai di riso integrale cotto (metodo pilaf)
    • 2 spicchi di aglio
    • ½ cipolla dorata
    • un pizzico di sale integrale marino
    • una manciata di prezzemolo fresco tritato
    • un pizzico di peperoncino
    • q.b. pane grattugiato
    • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

    Procedimento:

    1. In un’insalatiera schiacciate i ceci cotti e scolati utilizzando una forchetta o uno schiacciapatate. Non preoccupatevi, il composto finale non dovrà essere uniforme.
    2. Aggiungete il riso cotto con metodo pilaf, ossia senza far disperdere gli amidi nell’acqua, lasciatelo anche stracuocere in modo che risulti molto colloso.
    3. A parte schiacciate l’aglio e la carota, tritate la cipolla, aggiungete il sale, il prezzemolo e un pizzico di peperoncino, amalgamate per bene il tutto.
    4. Aggiungete questo trito ai ceci e rigirate ancora molto bene, meglio ancora utilizzando le mani e impastando il composto per qualche minuto.
    5. Se necessario aggiungete un paio di cucchiai di pane grattuggiato e impastate in modo che il composto risulti ben sodo e non si sbricioli;
    6. Prendete una leccarda e rivestitela con carta da forno, ungetela con un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva e preriscaldate il forno a 200°C
    7. Realizzate delle piccole polpette grandi quanto dei limoni, quindi schiacciatele in modo da renderle piatte e poggiatele una ad una sulla leccarda
    8. Procedete sino a esaurire tutto l’impasto e se il forno è ha raggiunto la temperatura desiderata fate cuocere per 25-30 minuti facendo attenzione a rigirarli a metà cottura;
    9. Servite caldi accompagnando con germogli freschi e salsa verde freschissima.

    Burger di lenticchie e barbabietola

    burger lenticchie e barbabietola

    Magdanatka/shutterstock.com

    Burger vegetale dolce e aromatico, si presta bene alla realizzazione di piatti con elementi agrodolci o piccanti, patate lesse o ancora verdure leggermente amare come radicchio o indivia.

    Semplici da preparare, ricchi di proteine vegetali e ferro grazie alle lenticchie, già scelte per l’arrosto vegetariano, e alla barbabietola: buonissimi anche freddi!

    Ingredienti:

    • 1 scatola di lenticchie cotte
    • 3 spicchi d’aglio
    • 1 cipolla piccola rossa
    • un pizzico di pepe nero macinato fresco
    • 1 barbabietola cruda
    • q.b. di pane grattugiato
    • 1 cucchiaio di farina di riso
    • 1 cucchiaino di cumino
    • 1 cucchiaino di tamari
    • 2 cucchiai di olio di sesamo

    Procedimento:

    1. In un mixer frullate le lenticchie cotte con la barbabietola e mettetele da parte.
    2. A parte schiacciate l’aglio, tritate finemente la cipolla rossa cruda, aggiungete il tamari, il pepe nero, la farina di riso, il cumino ed amalgamate per bene il tutto.
    3. Aggiungete questo composto aromatico alle lenticchie e mescolate molto bene utilizzando un cucchiaio.
    4. Se il composto risulta troppo morbido aggiungete due o tre cucchiai di pane grattugiato ed impastate ancora in modo che sia sodo.
    5. Prendete una teglia, rivestitela con della carta da forno, ungetela con un paio di cucchiai di olio di sesamo e preriscaldate il forno a 200°C.
    6. Nel frattempo aiutandovi con una paio di cucchiai realizzate delle piccole polpette, ponetele sulla teglia e schiacciatele con una forchetta in modo da renderle piatte.
    7. Procedete sino ad esaurire tutto l’impasto e quando il forno è ha raggiunto la temperatura, cuocetele per 25-30 minuti.
    8. A metà cottura girate le vostre polepette e procedete a continuare la cottura.
    9. Servite i vosri burger vegetali ancora caldi ed accompagnateli con cipolle ripassate in padella, salse agrodolci e indivia gratinata, saranno una leccornia!

    Burger di melanzane e noci

    burger di melanzane

    Marian Weyo/shutterstock.com

    Il gusto della melanzana accompagnato dal sapore intenso delle noci e delle nocciole tostate, questo burger vegetale richiama alla mente il gusto del pesto alla siciliana.

    Ottimo secondo piatto e ricco di proteine vegetali e omega 3, tanto importanti per la nostra salute, veloce da realizzare e perfetto anche da surgelare: pronto quando serve da cuocere in forno e portare in tavola accompagnandolo con patatine fritte, kale chips e perchè no, cruditè di carote, champignon e sedano, freschi e croccanti.

    Ingredienti:

    • 1 grossa melanzane arrostita o grigliata
    • 5 noci
    • 10 nocciole tostate
    • 2 cucchiai di riso integrale cotto (metodo pilaf)
    • 1 cucchiaino di semi di lino macinati freschi
    • 10 capperi
    • q.b. pane grattugiato
    • 2 spicchi di aglio
    • 1 scalogno
    • 1 cucchiaio di pinoli
    • un pizzico di peperoncino di cayenna
    • un pizzico di sale integrale marino (se necessario)

    Procedimento:

    1. Frullate la melanzana con il riso e mettete questo composto da parte.
    2. Frullate quindi anche le noci, le nocciole, i capperi, i semi di lino, l’aglio, lo scalogno, i pinoli ed aggiungete il peperoncino di cayenna.
    3. Aggiungete ora questo trito alla melanzana, rigirate usando le mani ed impastate per qualche minuto.
    4. Se necessario aggiungete due o tre cucchiai di pane grattugiato ed impastate ancora: il composto  finale dovrà essere compatto e non sbriciolarsi;.Preriscaldate il forno a 200°C quindi nel frattempo, rivestite con carta da forno unta con un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva, una teglia.
    5. Con il composto create con le mani delle palline, schiacciatele e poggiatele sulla teglia
    6. Procedete sino a finire l’impasto. una volta che il forno ha raggiunto la temperatura, cuocere per circa 30 minuti i vostri burger. Girateli sull’altro lato dopo 15 minuti.
    7. Serviteli caldissimi e uniteli a yogurt al naturale o salsa tzatziki e tanta insalata verde con mais e carote appena grattugiate!

    Burger di fagioli rossi e farina di mais

    burger fagioli rossi

    OnlyZoia/shutterstock.com

    Questo è certamente il burger vegetale che preferisco e che, in tutta sincerità, riscuote successo sia  tra vegan che tra onnivori alla mia tavola.

    Il burger vegetale di fagioli rossi e mais ricorda la cucina messicana ma è anche in grado di richiamare alla mente quello non vegan a base di carne., Ovviamente non è uguale, ma tanto per consistenza quanto per impatto visivo ricrea molto il sentore del classico burger non vegan.

    Ingredienti:

    • 1 scatola di fagioli rossi cotti e scolati
    • 3 spicchi di aglio
    • 1 cipolla rossa piccola
    • 1 peperone rosso
    • 1 cucchiaino di coriandolo
    • 1 cucchiaino di cumino
    • 1 cucchiaino di paprika dolce
    • q.b. di pepe nero macinato fresco
    • q.b. di sale integrale marino
    • 2 cucchiai di farina di mais
    • q.b. di fecola di patata
    • q.b. di latte di soia al naturale

    Procedimento:

    1. In un’insalatiera schiacciate i fagioli cotti e scolati utilizzando uno schiacciapatate senza badare troppo all’uniformità del composto finale.
    2. In una padella cuocete la cipolla tagliata finemente con un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, il coriandolo macinato ed il cumino quindi mettete da parte.
    3. In un mixer frullate l’aglio, il peperone, la cipolla cotta, la paprika ed aggiustate di sale e di pepe.
    4. Aggiungete questo composto ai fagioli, girate per bene con un cucchiaio ed aggiungete la farina di mais.
    5. Con le mani impastate il composto per qualche minuto e se necessario aggiungete la fecola di patate o il latte di soia ed impastate in modo che il composto finale sia sodo e compatto.
    6. Create con le mani delle polpette, schiacciatele e ponetele su una leccarda rivestita con carta da forno.
    7. Continuate fino a terminare del tutto il vostro impasto.
    8. Preriscaldate il forno a 200°C e cuocete i vostri burger per 30-35 minuti.
    9. Realizzate dei panini con insalata verde, maionese vegan, cetriolini e pomodoro fresco… e bon appetit!

    Burger di zucchine e semi di girasole

    burger zucchine

    Dani Vincek/shutterstock.com

    Burger vegetale da realizzare facilmente in casa, molto delicato e soffice. Si presta bene da solo o come secondo piatto, caldo appena cotto o anche freddo. Perfetto per chi non ama i sapori forti e speziati è ricco di potassio grazie alla patata dolce e omega 6 grazie ai semi di girasole.

    Buoni per la salute e ottimi per il palato e naturalmente 100% vegetali.

    Ingredienti:

    • 6 cucchiai di semi di girasole
    • 1 cipolla dorata
    • 1 spicco d’aglio
    • 1 cucchiaino di curcuma
    • q.b di sale integrale marino
    • 1 patata dolce cotta a vapore
    • 1 zucchina media cruda
    • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie
    • q.b di pane grattugiato

    Procedimento:

    1. In un mixer frullate i semi di girasole, la cipolla, l’aglio e la zucchina.
    2. A parte schiacciate la patata dolce e aggiungete la curcuma, un pizzico di sale e il lievito alimentare in scaglie.
    3. Aggiungete il trito di semi di girasole alla patata e amalgamate il tutto impastando con le mani.
    4. Se necessario aggiungete un paio di cucchiai di pane grattugiato per rendere compatto l’impasto;.Staccate piccole porzioni di impasto, create delle piccole polpette, schiacciatele tra i palmi delle mani e adagiatele su una teglia rivestita di carta da forno.
    5. Preriscaldate il forno a 200°C e una volta pronto, cuocete i vostri burger vegetali per 20-25 minuti.
    6. Serviteli caldissimi e accompagnateli con peperoni fritti, insalata mista con rucola o radicchio dal sapore piccante e acceso.

    Ecco quindi come realizzare con le proprie mani 5 burger vegetali con estrema facilità e molto velocemente. A partire da queste ricette poi ricordate che, secondo i vostri personalissimi gusti, potrete apportare le modifiche che più vi piaceranno, sostituendo di volta in volta i legumi o le verdure utilizzate con altre che più amate.

    Senza timori potrete così sperimentare i vostri burger vegetali preferiti all’insegna del gusto ma totalmente vegetale… buon appetito!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi