arrosto vegetariano

Come realizzare un gustoso arrosto vegetariano

Carmela Kia Giambrone

Per le occasioni speciali o per il pranzo della domenica, la soddisfazione di creare un arrosto come si deve con le proprie mani non ha eguali.  Naturalmente stiamo parlando di un arrosto vegetariano fatto in casa che, come vedremo, non solo avrà ingredienti semplici e naturali, ma sarà anche molto semplice da realizzare.

La ricetta che, secondo la mia esperienza, e dopo numerose modifiche apportate, sembra dare il risultato migliore è quella che vi proporrò ma se vorrete, per assecondare meglio i vostri gusti, potrete tranquillamente applicare alcune variazioni.
Ad esempio, la farina di soia potrà essere sostituita con la farina di ceci, mentre  aromi e spezie potranno essere aumentati o diminuiti a seconda del gusto personale. Ma non solo: anche la scelta del legume base potrà, volendo, modificarsi di volta in volta realizzando infatti arrosti vegetariani di ceci, fagioli neri, lenticchie rosse, piselli, lupini, cicerchie, fave e molto molto altro.

Infine, il tamari potrà benissimo essere sostituito con del classico sale integrale marino anche se scegliere tamari o shoyu, aiuterà a rendere maggiormente saporito il risultato finale.

Arrosto vegetale: ecco come prepararlo passo dopo passo

Arrosto vegetariano a base di lenticchie di Castelluccio di Norcia, farina di soia ed erbe profumate, raccontato passo a passo.

lenticchie norcia

Ingredienti:

Per l’impasto dell’arrosto

  • 200 g lenticchie secche
  • 2 carote
  • 1 cipolla  rossa di Tropea
  • 2 gambi di sedano
  • 3-4 foglie di alloro
  • 2 rametti di rosmarino
  • 5-6- bacche di ginepro
  • un piccolo mazzetto di prezzemolo fresco
  • 50 g farina di soia
  • 1 pagnotta rafferma
  • q.b. olio extravergine di oliva
  • q.b. tamari
  • q.b. vino bianco di buona qualità
  • 2 cm di alga kombu
  • q.b. burro di soia
  • 2 cucchiai di lievito alimentare in scaglie

Per il brodo

  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • ½ cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • un piccolo rametto di salvia
  • un piccolo rametto di rosmarino
  • 3-4 foglie di alloro
  • 2-3 bacche di ginepro
  • 2 chiodi di garofano
  • 4-5 grani di pepe verde

Preparate le lenticchie

Ponete a bagno in abbondante acqua per 12 ore le lenticchie quindi, dopo averle sciacquate, cuocetele in acqua non salata con 2 cm di alga kombu.

Preparate il brodo

  1. In una capiente pentola provvedete a preparare circa ½ litro di brodo unendo il sedano, la carota, la cipolla, l’aglio, la salvia, il rosmarino, l’alloro, il ginepro, i chiodi di garofano e i grani di pepe verde, facendo bollire il tutto per una ventina di minuti a fiamma moderata.
  2. Abbiate l’accortezza di non salarlo.

lenticchie per arrosto vegetariano

Preparate il soffritto

  1. Nel frattempo preparate un trito di carota, sedano e cipolla.
  2. In una casseruola scaldate un paio di cucchiai di olio e soffriggete il tutto.
  3. Sfumate con il vino ed aggiungete alloro, rosmarino e ginepro.

Preparate l’impasto dell’arrosto

impasto arrosto vegetariano

  1. Aggiungete 1 bicchiere di brodo e fate cuocere per circa 20 minuti.
  2. Unite un altro bicchiere di brodo e le lenticchie cotte e scolate: fate cuocere a fiamma media per 30 minuti circa.
  3. A cottura ultimata lasciate intiepidire, quindi aggiustate con il tamari, provvedendo ad aggiungerlo molto lentamente in modo da non esagerare con la salatura.
  4. Quindi, in una capiente ciotola, ponete il tutto ed aggiungete la farina di soia, il pane raffermo a pezzettini ammollato nel brodo, il prezzemolo fresco, il lievito in scaglie e mescolate l’impasto in modo che risulti ben amalgamato.

Create il vostro stampo per l’arrosto vegetariano

stampo arrosto vegetariano

  1. Ora prendere un bel foglio di carta da forno e adagiate al centro il vostro impasto, dandogli una forma tipica dell’arrosto, formando cioè un grosso rotolo.
  2. Arrotolate la carta da forno su di esso in maniera molto stretta come a chiudere una grossa caramella stringendo piano piano dalle estremità.
  3. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 30 minuti.
  4. Passato questo tempo, senza aprirlo, lasciatelo raffreddare.

La rosolatura dell’arrosto vegetariano

arrosto vegetariano pronto per cuocere

  1. Quindi, scartatelo dalla confezione e riponetelo in una pirofila, cospargetelo di burro di soia, aggiungete un rametto di rosmarino e 20 minuti prima di servirlo, cuocetelo in forno caldo a 180°C con grill acceso per 15 minuti.
  2. Servitelo tagliandolo a fette ed accompagnandolo con patate al forno al rosmarino e, per i palati più esigenti, provatelo con della salsa verde, con  una composta agrodolce di barbabietole oppure con una mousse passepartout a base di tofu.

Come potete vedere, quindi, non solo creare versionie totalmente vegetali di pietanze che, nella loro forma classica, sono a base di carne è possibile, ma è anche un’esperienza alla portata di tutti come, per esempio, nella creazione del classico bacon vegetale o, perchè, no dei primi piatti in versione vegan.

Carmela Kia Giambrone

Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi