Sapevate che in Italia ci sono quasi 150.000 bar che servono, ogni giorno, circa 175.000 tazzine di caffè? Una media che cresce se consideriamo i “lunch bar” che ne servono più di 220mila al giorno, segno del fatto che noi italiani al nostro amatissimo espresso non sappiamo proprio rinunciare.

Siamo sicuri che immaginate che il caffè possa avere un costo differente in giro per l’Europa, ma anche in giro per la Penisola potremmo incappare in prezzi (e proposte) molto diverse tra loro. Per non farvi restare a bocca aperta davanti allo scontrino, abbiamo deciso di indagare quale sia il prezzo del caffè nelle principali città italiane. Dalle Alpi alle isole, dove si berrà il caffè più economico e quello più caro?

Prezzo del caffè in Italia

Dove un euro può bastare

Quanto costa il caffè a Roma

Secondo un’indagine svolta da Federconsumatori, il prezzo medio di una tazzina di caffè espresso in Italia si aggira attorno ai 90 centesimi. Una cifra che, confermano anche i nostri lettori, corrisponde al vero per la città di Roma, tenendo in considerazione che il prezzo lievita quando ci avviciniamo molto alle principali attrazioni turistiche della città eterna. Infatti, un caffè vista Colosseo o Pantheon può costare fino a 1,20 €.

Un euro è anche il prezzo medio di una tazzina di caffè a Genova. Infatti, i dati raccolti dall’Ufficio studi Fipe (Federazione italiana pubblici esercizi) confermano che per godersi il proprio espresso nel capoluogo ligure basta preparare la moneta con l’uomo vitruviano e il gioco è fatto. Se però l’espresso non vi basta, siete pronti a consultare i nostri consigli su dove mangiare a Genova?

Spostandosi più a nord verso Milano, cambia il clima, ma non il prezzo del caffè. Anche all’ombra della Madonnina, o forse qualche metro più in là, il costo medio di una tazzina di espresso è 0,99 €, perfettamente in linea con la media nazionale.

Dove possiamo, però, gustarci un ottimo caffè più economico?

Bari, Napoli, Palermo e Catania: dove il caffè costa poco

Quanto-costa-un-caffè-a-Napoli

Proprio i capoluoghi delle regioni meridionali occupano i primi tre gradini del podio di questa speciale classifica del prezzo del caffè. Il più economico si beve a Bari dove sono sufficienti, in media, 75 centesimi per assicurarsi un gustoso espresso. Segue Napoli con 86 centesimi e Palermo con 92. I nostri lettori ci segnalano inoltre che anche a Catania i prezzi sono simili: si va dai 70 centesimi dei bar frequentati dalle persone del luogo, ai 90 dei locali più turistici.

Se vi trovate in queste zone, poi, non possiamo che consigliarvi i nostri posti preferiti dove mangiare le sfogliatelle a Napoli, le arancine a Palermo e la focaccia pugliese a Bari.

Quali sono, invece, le città più care?

Quanto costa un caffè a Bologna

Il primato della città più cara per il caffè spetta a Bologna, dove però abbiamo già pronta una lista dei nostri posti preferiti dove fare colazione vale la spesa. All’ombra delle Due Torri, un espresso costa 1,10 € come in buona parte dell’Emilia Romagna, da Ferrara a Reggio Emilia. Leggermente più economica è Torino dove paghiamo in media 1,08€ anche nei caffè che abbiamo selezionato per consigliarvi dove fare colazione nel capoluogo piemontese.

Anche nelle città turistiche più visitate d’italia il prezzo del caffè supera leggermente la media nazionale: a Venezia costa 1,02€ e a Firenze 1,01€. Anche a Verona, complice la fama internazionale della splendida Arena, l’espresso è leggermente più caro e il prezzo medio si aggira tra 1€ e 1,10€.

Dal Nord al Sud: l’iniziativa per servire l’acqua con il caffè

#Escilacquacolcaffè

Che superi o meno l’euro a tazzina c’è una fondamentale differenza tra le città d’Italia quando di parla di caffè espresso. Al Sud, infatti, è tradizione servire sempre un bicchiere d’acqua al cliente, da bere rigorosamente prima del caffè. A Milano, Genova, Padova non si fa e allora i ragazzi si Casa Surace, collettivo di videomaker molto seguiti sui social, con la consueta ironia hanno lanciato una campagna social affinché tutti i bar d’Italia “escano” l’acqua insieme al caffè: impiegando l’hashtag #escilacquacolcaffè stanno raccogliendo segnalazioni da tutta Italia, ricostruendo così una vera e proprio mappa dei bar e delle città dove questa abitudine viene tramandata. E gli altri? “Taggateli (sotto il nostro post, ndr) che poi ci parliamo noi!” rispondono i ragazzi pronti a lottare per quella che chiamano una vera e propria battaglia sociale.

La spunteranno? Intanto, raccontateci qual è il prezzo del caffè nelle vostre città, e ricordatevi che la caffeina ha anche effetti positivi sul nostro cervello, per cui vale proprio la pena non perdere l’abitudine, tutta italiana, dell’espresso quotidiano.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO CON I TUOI AMICI

Ti è piaciuto questo articolo?

Vuoi restare aggiornato su tutte le novità del Giornale del Cibo?

Iscriviti alla Newsletter: riceverai ogni giovedì una selezione degli articoli, delle ricette e degli eventi più rilevanti della settimana sul mondo del food e dintorni

Dichiaro espressamente di aver preso visione dell’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 ed autorizzo il trattamento dei dati.

A proposito dell'autore

Angela Caporale

Nata a Udine, vive e lavora a Bologna come giornalista freelance. Il suo piatto preferito è la pasta alla carbonara, perché le viene proprio bene in tutte le sue varianti. In cucina, per lei, non può mai mancare una compagnia ciarliera, un dolce da condividere e un buon bicchiere di vino bianco.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata