ricette toast sfiziosi

Ricette per fare i toast: 3 golose e originali varianti

Monica Face
3

Indice

     

    Se penso ai toast, la prima cosa che mi viene in mente è una cena sul terrazzo di casa dei miei: mio padre non faceva altro che tostare pane e mia madre lo farciva con il companatico sistemato in piatti al centro del tavolo, assecondando le richieste mie e dei miei fratelli. Tra salumi, formaggi, salse e qualche verdura, quel che ne veniva fuori era un toast ogni volta diverso, sul quale noi bambini litigavamo rivendicandone la paternità. Tra un “l’ho inventato io” e un “no, tu mi hai copiato”, la serata estiva procedeva mangiando queste prelibatezze. In fondo, era un modo come un altro per trascorrere dei momenti in famiglia. Sull’onda di quel ricordo, oggi ho pensato di suggerirvi alcune ricette per fare dei toast sfiziosi e diversi dal solito. Ma prima qualche suggerimento per realizzarli alla perfezione.

    Dal pane all’assemblaggio: 4 trucchi per dei toast perfetti

    Il pane abbrustolito al punto giusto, la perfetta combinazione di companatico, le salse di accompagnamento senza trascurare l’assemblaggio e la presentazione: questi sono solo alcuni dei trucchi per realizzare un toast ad opera d’arte. Vediamoli nel dettaglio. 

    Il pane

    pane toast

    gresei/shutterstock.com

    La prima regola per realizzare un toast perfetto è, neanche a dirlo, usare del buon pane. Perfetto quello in cassetta, con la crosta, che rimane più asciutto rispetto a quello per tramezzini. Prima di iniziare ad abbrustolire, assicuratevi di avere tutti gli ingredienti a portata di mano per evitare di farlo raffreddare dopo averlo tolto dal tostapane o, peggio ancora, di tenerlo troppo a lungo facendolo bruciare. 

    Ricordatevi, poi, che il classico tostapane verticale a pinza ideale per la doratura quando si vuole mettere, ad esempio, la marmellata a colazione non è adatto, tuttavia, per realizzare i toast: inserendo il formaggio, infatti, una volta iniziato a filare, quest’ultimo tenderebbe a sciogliersi andando verso il fondo, dando come risultato una cottura non omogenea. È preferibile, quindi, usare la piastra, magari con apertura a conchiglia, in modo da cuocere in maniera uniforme sia la parte superiore che quella inferiore. Ma se non ne possedete una, niente paura: potete ottenere un effetto simile anche sulla griglia, che usate solitamente per le bistecche, o anche con una semplice padella antiaderente, meglio ancora se in pietra. 

    Le salse

    varietà salse

    margouillat photo/shutterstock.com

    Il pane croccante ben si sposa con salse di accompagnamento. Oltre all’immancabile maionese, in base al condimento che avete scelto potete abbinare un sapore più deciso, come la senape, la salsa tartara, quella verde o alle olive. La cosa importante è spalmarla su entrambe le fette di pane, per essere sicuri di garantire lo stesso grado di morbidezza e sapore.

    Il companatico

    Chi lo dice che il toast debba essere solo con formaggio fuso e prosciutto cotto? Io trovo molto sfizioso, ad esempio, sentire la croccantezza del pane caldo che contrasta con la freschezza di un formaggio morbido, come la robiola. Adoro poi la verdura cotta, come le zucchine grigliate o la cicoria ripassata, ma trovo stuzzicante anche inserire una fetta di insalata fresca. Infine, mi piace inventare con quello che c’è nel frigo, creando ricette ogni volta diverse, un po’ come quando io e miei fratelli creavamo abbinamente improbabili. Se, invece, preferite sentire il sapore del formaggio che fonde, vi suggerisco fontina o sottilette. 

    L’assemblaggio 

    strati toast

    locrifa/shutterstock.com

    Anche l’occhio vuole la sua parte, e se è vero che affondare i denti sentendo lo “scronch” del pane dà una certa soddisfazione, è altrettanto vero che gli ingredienti che arrivano subito dopo devono essere ben distribuiti. Vi suggerisco, pertanto, di assemblare il toast in ordine prima crescente: partite dal pane, spalmatelo con la salsa, mettete l’insalata, il formaggio, poi il prosciutto, il pomodoro; procedete, quindi, aggiungendo gli stessi ingredienti in ordine inverso, un po’ come si fa per il club sandwich, chiudendo con l’ultima fetta di pane sempre spennellato con la salsa. Infine, per un colpo d’occhio perfetto, tagliatelo a triangolo sistemando le due porzioni una sopra l’altra, magari tenendole insieme con uno stuzzicadenti.

    Dalla variante “a crudo” a quella ricercata: 3 ricette per toast sfiziosi

    Partiamo con un proposta fresca, a base di robiola, prosciutto crudo e spinacino, proseguiamo con un ripieno di funghi e arrosto di tacchino e, infine, concludiamo con una versione a base di verdura catalogna, provola e alici. 

    Toast con spinaci e robiola

    toast spinaci robiola

    Natallia Harahliad/shutterstock.com

    Iniziamo con un toast tutto “a crudo”, facile facile da preparare, ma con una combinazione di sapori davvero particolare: il salato del prosciutto contrasta, infatti, con la nota acidula ma delicata della robiola.

    Ingredienti per due persone

    • 4 fette di pancarré
    • 1 cipolla rossa
    • 100 g di robiola
    • q.b. di senape
    • 100 g di spinacino crudo
    • 80 g di prosciutto crudo
    • 1 zucchina
    • q.b. di sale
    • q.b. di olio

    Procedimento

    1. Per prima cosa lavate e affettate la zucchina, facendola scottare in padella con un filo d’olio. Appena sarà ammorbidita spegnete e levatela, condendola con sale e olio e lasciando riposare. 
    2. Sbucciate la cipolla e mettetela a bagno in acqua fredda per cinque minuti; quindi, scolatela e tamponatela con carta da cucina. Nel frattempo, lavate e asciugate lo spinacino e tenetelo da parte. 
    3. Tostate le fette di pane tenendole 3 o 4 minuti per lato, fino a che non avranno un colore ambrato. 
    4. Spalmate le fette con un velo di senape, sistematevi sopra qualche foglia di spinacino, il prosciutto crudo e un cucchiaio di robiola. Sistemate allora le zucchine e un paio di anelli di cipolla rossa e proseguite allo stesso modo invertendo l’ordine degli ingredienti, fino a chiudere il toast.
    5. Con una mano, schiacciate leggermente per compattarlo e tagliatelo lungo la diagonale, in modo da ottenere due triangoli. Servite caldo.

    Toast con catalogna, alici e salsa verde

    Vi avevo suggerito diverse ricette per gustare la catalogna che, in questo caso unita alle alici, diventa protagonista di questo toast dall’effetto “wow”.

    Ingredienti per due persone

    • 4 fette di pane a cassetta
    • 200 g di provola
    • 6 filetti di alici sott’olio
    • 300 g di catalogna
    • 1 peperoncino
    • q.b. di olio di oliva extravergine
    • q.b. di aglio
    • q.b. di sale

    Per la salsa verde

    • 1 mazzetto di prezzemolo 
    • 2 acciughe sott’olio 
    • 1 spicchio di aglio
    • 1 tuorlo d’uovo sodo
    • 2 cucchiai di pangrattato
    • 1 dl di olio extravergine di oliva

    Procedimento

    1. Per prima cosa preparate la salsa verde: in un frullatore mettete il prezzemolo lavato e privato dei gambi e l’aglio sbucciato, poi il tuorlo di uovo sodo e le acciughe; quindi, frullate tutto fino a rendere cremoso. Aggiungete il pangrattato, mescolate e condite con l’olio fino a ottenere la consistenza desiderata. 
    2. A questo punto, occupatevi della catalogna: eliminate i gambi più duri, lavatela accuratamente, scolatela e mettetela ad appassire in una padella con un goccio di acqua, chiusa con coperchio. Poi, spegnete e mettetela da parte. Versate nella padella un filo d’olio, aggiungendo uno spicchio di aglio, sbucciato e schiacciato, e un peperoncino. Appena l’aglio sarà dorato eliminatelo e unite la catalogna, salando e ripassandola per pochi minuti
    3. Tostate il pane facendolo dorare. Spalmate le fette con la salsa verde, adagiate sopra un po’ di catalogna, la provola affettata e i filetti di alici; quindi, chiudete con un’altra fetta di pane spalmata con salsa verde. Compattate il toast con le mani e sistematelo sulla piastra per un minuto ancora, il tempo di far sciogliere la provola. Infine, spostatelo su un tagliere e dividetelo in due triangoli. Servite caldo. 

    Toast con funghi e arrosto di tacchino

    toast funghi arrosto

    Victoria43/shutterstock.com

    In questo caso il pane, ammorbidito dalla maionese, viene farcito con delle fette di arrosto di tacchino accompagnato da funghi champignon e scaldato nuovamente sulla piastra. 

    Ingredienti per 2 persone

    • 4 fette di pancarré
    • 2 funghi champignon medi
    • 4 fette di arrosto di tacchino
    • q.b. di maionese
    • 1 pomodoro da insalata
    • q.b. di insalata
    • q.b. di olio

    Procedimento

    1. La prima cosa da fare è cucinare i funghi. Puliteli con un po’ di carta da cucina eliminando i residui di terriccio, affettateli e fateli saltare in padella con un filo d’olio. Salate e fate cuocere per 5 minuti; quindi, spegnete e mettete da parte. 
    2. Lavate e affettate il pomodoro, mondate l’insalata e asciugatela con carta da cucina.
    3. Tostate il pancarrè sulla piastra fino a renderlo dorato.
    4. Spalmatelo con un velo di maionese e sistemate su una fetta di lattuga, una di pomodoro, una di arrosto di tacchino, al centro i funghi, altro tacchino, infine ancora pomodoro e lattuga. Chiudete con una fetta di pane spalmato di maionese. Compattate con le mani e inseritelo nuovamente sulla piasta per un minuto; quindi, togliete e tagliate il toast in diagonale, servendolo caldo. 

     

    Che cosa ne pensate di queste idee per fare i toast? Non vi sta venendo voglia di addentarne uno? Con cosa lo preparereste?

     

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *