Classico, light o “green”: 4 ricette per un purè originale

Monica Face
2

Indice

     

    Si dice purè o purea? Si usa il maschile o il femminile? Cominciamo subito a fare un po’ di chiarezza, andando a ricercare l’origine di questa parola che è francese e significa “spremere”, “strizzare”. In italiano, invece, è utilizzata più che altro al maschile, scrivendo semplicemente purè e lasciando quasi sottinteso che sia di patate. Gioco sul nome a parte, lo preparate anche voi a casa? Lo fate nella maniera tradizionale o preferite le varianti colorate? C’è stato un periodo che mio figlio non amava le patate, così ho provato a realizzarlo con la zucca che, invece, adora. Ecco perché oggi, oltre alla versione tradizionale, ho pensato di suggerirvi alcune ricette per il purè originali e assolutamente gustose.  

    5 trucchi per fare un purè di patate a regola d’arte

    Inga Nielsen/shutterstock.com

    Prima di tuffarci a capofitto in tutti i passaggi della ricetta classica e in quelli di alcune variazioni sul tema, diamo uno sguardo a 5 trucchi che potranno esservi utili per ottenere un purè di patate soffice e saporito.

    Scegliete le patate giuste

    Per realizzare un perfetto purè, il primo passo è quello di partire dalle patate più adatte: quelle a pasta bianca sono le più indicate, perché si presentano con una buccia più spessa. Le patate gialle e novelle, invece, non vanno bene per questa preparazione in quanto, una volta lessate, risulterebbero troppo collose.

    Cuocete con la buccia

    Un altro trucco da seguire è quello di non sbucciare le patate, per evitare che assorbano troppa acqua. Quindi, lavatele accuratamente e mettetele in una pentola con abbondante acqua: appena questa inizia a bollire, abbassate la fiamma per fare in modo che non si rompano. Vedrete che così rimarranno intatte e cuoceranno in modo uniforme. 

    No al frullatore!

    Scolate, pelate e tagliate le patate in pezzi e poi passatele nello schiacciapatate quando sono ancora tiepide. Un errore comune? Usare il frullatore per ridurre le patate in purè, le cui lame le farebbero diventare collose, rovinando così il risultato. 

    Latte tiepido e burro freddo

    A questo punto, iniziate la preparazione vera e propria del purè: sistemate le patate ridotte in purea nella pentola e aggiungete gli altri ingredienti, ma con degli accorgimenti. Infatti, non versate il latte freddo, ma stemperatelo in un pentolino prima di incorporarlo. Il burro, invece, deve essere ben freddo di frigo. Per quanto riguarda le quantità, la corretta proporzione è di 120 grammi di burro e 300 ml di latte per ogni chilo di patate.

    Sale e spezie alla fine

    Il tocco finale? Una volta che avrete cotto il purè, ottenendo la giusta consistenza, potrete aggiungere il sale e, se vi piace, il pepe e la noce moscata.

       

    Ricette purè: quella “classica” e 3 varianti 

    Ora che abbiamo visto quali sono i trucchi per preparare un purè impeccabile, vediamo insieme qualche ricetta, partendo da quella più classica, per poi passare a una versione light, senza latte e burro ma a base di brodo vegetale. Completiamo infine con delle varianti coloratissime: una base di zucca e un’altra con i piselli e gli spinaci.

    Purè di patate classico

    Purè di patate light

    Helena Zolotuhina/shutterstock.com

    Come abbiamo visto, patate, latte e burro conditi con un pizzico di sale e noce moscata: ecco gli ingredienti base per realizzare il più classico dei purè, quello della nostra infanzia.

    Ingredienti (per 4-6 persone):

    • 1 kg di patate
    • 200 g di burro
    • 300 ml di latte
    • q.b. di sale
    • q.b. di noce moscata grattugiata

    Procedimento:

    1. Lavate accuratamente le patate sotto l’acqua corrente e poi mettetele con la buccia in una pentola piena d’acqua. Quando questa inizia a bollire, abbassate la fiamma facendo cuocere a fuoco dolce fino a che saranno morbide. 
    2. Scolatele, sbucciatele, tagliatele in pezzi e passatele nello schiacciapatate.
    3. Versatele, quindi, in una pentola, aggiungendo il latte tiepido e mescolate con la frusta. 
    4. A questo punto unite il burro freddo di frigo e tagliato a dadini; iniziate la cottura a fiamma dolce fino a raggiungere la densità desiderata. Quando inizia a rapprendersi, aggiungete un pizzico di sale e di noce moscata e mescolate ancora. 

    Puré light con brodo vegetale, senza latte e burro

    La versione light del purè di patate, prediletto dai vegani, è completamente privo di grassi animali ed è realizzato con brodo vegetale.

    Ingredienti (per 4 persone)

    Per il brodo vegetale

    • 1 carota 
    • 1 patata
    • 1 gambo di sedano
    • 1/2 cipolla
    • q.b. di sale
    • q.b. di olio extra vergine

    Per il purè

    • 1 kg patate 
    • 350 g brodo vegetale
    • q.b. di olio di oliva extra vergine
    • q.b. sale

    Procedimento:

    1. Per prima cosa occupatevi del brodo: lavate le verdure, pelate la carota e la patata, sbucciate la cipolla e private la costa di sedano delle foglie e dei filamenti esterni. Sistemate le verdure in una pentola e versatevi un litro di acqua, facendo cuocere a fiamma vivace. Una volta raggiunto il bollore, salate e versate l’olio, abbassate la fiamma e fate cuocere per 30 minuti
    2. Terminata la cottura, spegnete e filtrate il brodo
    3. Ora passate alla preparazione del purè: lavate accuratamente le patate senza sbucciarle, mettetele a bollire in abbondante acqua e, quando questa avrà raggiunto il bollore, abbassate la fiamma facendo cuocere per almeno 25 minuti. 
    4. Scolate le patate, tagliatele in pezzi e passatele nello schiacciapatate. 
    5. Sistematele in un tegame e versate il brodo un po’ alla volta mescolando con la frusta, facendo cuocere a fuoco lento fino a raggiungere la densità desiderata, unendo se occorre un filo d’olio. Aggiustate di sale e spegnete.  

    Purè di zucca

    Purè di zucca

    shutterstock.com

    Buono come quello tradizionale, ma colorato e più leggero. Ecco come realizzare il purè di zucca.

    Ingredienti (per 4 persone):

    • 500 di zucca
    • 70 ml di latte (a seconda della tipologia di zucca potrebbe servirne un po’ in più)
    • 80 g di burro  
    • 2 cucchiai di parmigiano 
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe  

    Preparazione

    1. Per prima cosa sbucciate la zucca, affettatela e fatela cuocere in forno a 160 °C per 15 minuti o comunque fino a quando vi renderete conto che la zucca è asciutta. Alcune varietà di zucca, infatti, contengono molta acqua, altre, invece, sono più asciutte: quindi, quando vi rendete conto che, schiacciando con una forchetta, non esce acqua, potete spegnere il forno e passare la zucca nello schiacciapatate.  
    2. In un pentolino, scaldate il latte senza arrivare a bollore e versatelo nella pentola con la zucca. Con l’aiuto di una frusta mescolate, poi unite il burro freddo e tagliato a dadini e fate cuocere a fiamma dolce fino a raggiungere la densità desiderata. 
    3. In ultimo aggiungete il sale, il pepe e il parmigiano ed ecco, il vostro purè di zucca sarà pronto. 

    Purè verde con piselli e spinaci

    Purè di piselli

    shutterstock.com

    Un’altra versione coloratissima del purè è quello fatto a base di verdure, spinaci e piselli come in questa ricetta. 

    Ingredienti (per 4 persone):

    • 300 g di patate
    • 100 g di spinaci surgelati
    • 100 g di piselli surgelati
    • 100 ml di latte
    • 30 g di parmigiano grattugiato
    • 30 g di burro
    • q.b. di sale

    Procedimento:

    1. Lavate le patate e mettetele a lessare con tutta la buccia in abbondante acqua e, quando inizierà a bollire, abbassate e proseguite la cottura fino a che non risultino morbide. Quindi, scolatele, pelatele e schiacciatele con lo schiacciapatate. 
    2. A parte occupatevi sia dei piselli sia degli spinaci surgelati: fate lessare i primi, mentre gli spinaci andranno fatti cuocere a fiamma dolce in una padella con una noce di burro, finché non saranno scongelati. 
    3. Quando saranno pronti, prendete i piselli e gli spinaci e metteteli in mixer, frullando per ridurli in purè, poi uniteli alle patate e mescolate.
    4. Versate il latte tiepido fino a creare un composto omogeneo; quindi, mettete a cuocere a fiamma dolce unendo anche il burro freddo di frigo a pezzetti. Una volta raggiunta la consistenza desiderata, aggiungete sale, parmigiano e mescolate ancora un po’ e poi spegnete. 

     

    Vi piace il purè? Avete mai provato a farlo con la zucca o altre verdure o siete amanti della versione classica? Fateci sapere come lo preferite, scrivendoci nei commenti. 

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *