Carne

cima alla genovese

sarah
  • Difficoltà: 3
  • Costo: 3
  • Preparazione: 3
  • Dosi: 6

curiosità: la cima era uno dei piatti preferiti del cantautore e poeta Fabrizio de Andrè, che le dedicò una canzone, intitolata, appunto, A Cimma.

Voti: 0
Valutazione: 0
You:
Rate this recipe!

Ingredienti

Istruzioni

  1. Farsi preparare dal macellaio una pancia rettangolare, cucita con un filo dai 3 lati, lasciando il lato più corto aperto(attenzione che non ci siano buchi).
  2. Porre in una terrina il tritato, la mortadella, il prosciutto cotto, i piselli, la mollica di pane e la lattuga tritata (se l'impasto dovesse risultare troppo sodo, aggiungere un poco di latte). Aggiungere 3 uova, i pinoli, un pizzico di maggiorana, uno spicchio di aglio tritato ed il sale.
  3. Amalgamare bene il tutto e riempire la sacca aggiungendo una carota intera. Rompere dentro la cima un uovo intero e poi ricucire l'ultimo lato rimasto aperto.
  4. Riempire una pentola grande con acqua salata, una cipolla, una carota ed il sedano: quando l'acqua è tiepida tuffarci la cima. Far cuocere per circa 2 ore.
  5. Una volta cotta, togliere la cima dal brodo (non buttare il brodo di cottura, ottimo con i tortellini) e metterla in un piatto coperto, con sopra un peso: serve a far uscire l'acqua,una volta che si è freddata (io consiglio di prepararla il giorno prima).
  6. Tagliarla a fettine sottili, di un circa centimetro di spessore. E' ottima consumata da sola, con un contorno di verdure lesse oppure con condita con un bagnetto verde (prezzemolo tritato, olio extravergine di oliva ed un cucchiaino di mostarda piccante).
Print Recipe