Ciambelle: 4 gustose idee salate da portare in tavola

Monica Face
2

Indice

     

    È arrivata primavera, la Pasqua è alle porte e nei prossimi mesi il calendario ci riserverà una serie di “ponti” da sfruttare per scampagnate all’aria aperta. Se in queste occasioni la fanno da padrone i tradizionali antipasti quali il casatiello e il tortano napoletano di cui via abbiamo già fornito diverse ricette, oggi vorrei proporvi delle altre versioni di ciambelle salate da gustare a tavola come antipasto o anche in appuntamenti en plain air.

    Ciambelle salate: 4 ricette per il picnic

    Che si tratti di un impasto di pane farcito con verdure, formaggi o salumi, le ciambelle salate sono golose, facili da trasportare e sempre di bella presentazione. Ecco a voi 4 ricette veloci da preparare.

    Ciambella verde con pancetta e asparagi

    Aggiungendo un pochino di spinaci all’impasto, la ciambella assumerà un colore verde e brillante, mentre il condimento di asparagi e pancetta croccante la renderà super golosa.

    Ingredienti per 8 persone

    • 400 g farina
    • 10 g lievito di birra
    • 100 g spinaci lessi
    • 200 g di pancetta
    • 400 g di asparagi
    • 1 tuorlo per spennellare
    • q.b. di acqua
    • q.b di sale
    • q.b. burro
    impasto per ciambella verde

    snow toy/shutterstock.com

    Procedimento

    1. Per prima cosa, in una ciotola setacciate la farina. Fate sciogliere il lievito di birra in un po’ di acqua e versatelo nella ciotola. Mettete anche un pizzico di sale e mescolate bene. Aggiungete gli spinaci lessati, strizzati benissimo, e tagliati. Create quindi l’impasto verde con cui formerete la ciambella. Coprite e lasciate lievitare per almeno un’ora.
    2. Nel frattempo pulite gli asparagi ed eliminate la parte più legnosa. Lessateli in acqua salata e poi tagliateli in pezzetti di circa 3-4 cm. Fate rosolare velocemente la pancetta in una padella antiaderente e tenete da parte.
    3. Riprendete l’impasto verde, stendetelo fino a creare un rettangolo, adagiatevi gli asparagi e la pancetta croccante. Chiudete il rettangolo su se stesso e disponetelo nel ruoto imburrato. Fate lievitare per circa un’ora e mezzo, spennellate la superficie con un uovo e poi infornate a 180° C per 35-40 minuti.
    4. A cottura ultimata sfornate e fate riposare a temperatura ambiente prima di tagliare.

    Rustico con prosciutto, olive e scamorza

    Anche in questo caso basta giocare un po’ con gli ingredienti del ripieno per avere una ciambella salata da gustare come antipasto di Pasqua o, volendo, da trasportare per un picnic.

    Ingredienti per 4-6 persone

    • 250 g di farina
    • 1 bustina di lievito per torte salate
    • 200 g di prosciutto cotto a cubetti
    • 100 g di olive verdi denocciolate
    • 4 fette di speck
    • 80 g di scamorza
    • 50 g di pecorino
    • 50 g di parmigiano
    • 4 uova
    • q.b. di burro
    • q.b. di farina
    • q.b. di olio
    • q.b. di sale
    scamorza

    s74/shutterstock.com

    Procedimento

    1. In una capiente ciotola mettete le uova sgusciate, un pizzico di sale, l’olio e mescolate il tutto con una frusta. Incorporate un cucchiaio alla volta la farina setacciata con il lievito.
    2. Aggiungete gradualmente anche il parmigiano, il pecorino e continuate a mescolare. Unite anche il prosciutto, la scamorza e le olive verdi tagliate in rondelle, continuando a girare.
    3. Imburrate e infarinate uno stampo e versate il composto. Rivestite la superficie con qualche fettina di speck, poi infornate a 180° C per 40 minuti. Trascorso il tempo, verificate la cottura con uno stuzzicadenti: inseritelo e se, estraendolo, risulta bagnato, allora dovrete proseguire qualche altro minuto. Terminata la cottura, sfornate e fate raffreddare prima di togliere dalla teglia e di tagliare.

    Ciambella veloce con zucchine e prosciutto

    Utilizzando il lievito istantaneo si può preparare una ciambella salata e molto gustosa in pochissimo tempo.

    ciambella salata con zucchine

    Fabio Di Natale/shutterstock.com

    Ingredienti per 6-8 persone

    • 250 g di farina 00
    • 130 g di acqua
    • 1 bustina di lievito istantaneo
    • 100 g di prosciutto cotto in cubetti
    • 100 g di fontina
    • 2 zucchine
    • 1 carota
    • 2 cucchiai di olio extravergine
    • q.b. di sale
    • 1 tuorlo

    Procedimento

    1. Versate la farina, il lievito, l’acqua e un pizzico di sale in una capiente ciotola . Lavorate tutto con la forchetta e, quando sarà incordato, procedete con le mani. Una volta che il composto sarà diventato elastico, liscio e omogeneo, copritelo e fatelo riposare per 15 minuti.
    2. Lavate la carota e le zucchine, tagliandole a fettine sottilissime. Tagliate il formaggio a cubetti. Aprite l’impasto su un piano di lavoro e dategli una forma leggermente rettangolare. Sistemate le fettine di zucchine e di carote alternandole. Sparpagliate il prosciutto cotto e i cubetti di formaggio. Poi chiudete l’impasto arrotolandolo su se stesso come a formare un grande salame.
    3. Ungete di olio una teglia da ciambellone e sistematevi l’impasto all’interno. Prendete un tuorlo, sbattetelo e poi spennellatelo sulla superficie della ciambella. Cuocete in forno caldo a 180° C per circa 30 minuti, o comunque fino a doratura. Sfornate e fate riposare a temperatura ambiente prima di togliere dalla teglia e tagliare.

    Ciambella golosa con salame e pecorino

    Anche in questo caso, l’aiuto del lievito istantaneo ci aiuta a realizzare un rustico in brevissimo tempo. In questa ricetta gli ingredienti della farcia sono messi tutti a crudo, pertanto i tempi si accorciano ulteriormente. Ciò che non si dimezzerà è la bontà del risultato.

    torta salata con salame

    Antonio Gravante/shutterstock.com

    Ingredienti per 6-8 persone

    • 200 g di farina 00
    • 3 uova
    • 110 g di latte
    • 70 g di olio di semi
    • 150 g di salame
    • 80 g di pecorino
    • 80 g di provolone
    • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate
    • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
    • 1 pizzico di pepe
    • q.b. di sale
    • q.b. di burro

    Procedimento

    1. In una capiente ciotola sbattete le uova con un pizzico di sale e di pepe fino a renderle molto spumose. Aggiungete il latte a temperatura ambiente, versandolo a filo, poi mettete l’olio e mescolate ancora con la frusta.
    2. Setacciate la farina con il lievito e unitela alle uova un cucchiaio per volta, cercando di non creare grumi e continuate a girare fino a rendere il composto liscio e omogeneo. Tagliate il salame e i formaggi in dadini, aggiungeteli all’impasto e girate ancora. Qualora non doveste amare il lievito istantaneo, vi suggeriamo di sostituirlo con 5 grammi di lievito di birra, sciolto in un bicchiere di acqua tiepida. Ovviamente i tempi si allungheranno e dovrete aspettare il tempo di raddoppio dell’impasto e, una volta farcito, dovrete far lievitare nuovamente per almeno un’ora e mezza prima di infornare.
    3. Prendete un classico stampo da ciambellone, imburratelo e sistematevi il composto. Portate il forno alla temperatura di 180° C e cuocete per circa 30 minuti. Verificate la cottura con uno stuzzicadenti, prolungando di qualche altro minuto se necessario. Sfornate e fate raffreddare, poi girate la ciambella su un’altra teglia, spolverizzate con un po’ di parmigiano e pecorino grattugiato e infornate nuovamente per 8-10 minuti quel tanto che basta per far sciogliere il formaggio sulla superficie.

     

    Che cosa ne dite di queste ciambelle salate? Preferite la classica con il buco o la versione plumcake? Scriveteci e fateci sapere cosa vi piace di più.

     

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *