buffet vegano

Involtini, verdure ripiene e cestini sfiziosi: idee per un buffet vegano

Carmela Kia Giambrone
3

Indice

     

    C’è chi, nell’arte del servire e presentare una ricetta, punta moltissimo sull’accostamento di colori e decorazioni del piatto da portata che deve essere in completa armonia con la ricetta da presentare. Spesso infatti coordinare e armonizzare pietanze, vassoi o stoviglie si trasforma quasi in un’arte.

    In questo articolo vi consiglierò come creare un buffet vegano senza scegliere alcun piatto, rinunciandone completamente e utilizzando invece gli alimenti stessi per servire i vostri manicaretti 100% vegetali. In breve, poi, scoprirete quanto questo modo di presentare le vostre ricette sarà anche uno dei più amati dai vostri bambini e così potrete anche preparare alcune ricette con loro.

    Buffet vegano: verdure ripiene, cestini o piccoli involtini

    mini quiche verdure

    A seconda di cosa deciderete di cucinare ecco tre modi diversi per poter imbandire una tavola creando il vostro buffet 100% vegetale.

    Dite addio infatti a piatti fondi e piani, le uniche “stoviglie” necessarie saranno vassoi e pirofile appena sfornate. Una maniera semplice per condividere i piaceri della tavola con amici e famiglia in qualunque momento e ovunque vi troviate.

    Peperone, zucchina, patata, e ancora patata dolce, melanzana, cipolla, carciofo, pomodoro, senza dimenticare le teste di champignon e le piccole michette: queste saranno le alternative al classico piatto da portata per la realizzazione del vostro buffet vegano. Ognuno di questi ingredienti, infatti, potrà essere utilizzato, a scelta,come piccolo e perfetto contenitore che, una volta cotto assieme al suo ripieno, regalerà alla ricetta finale il suo sapore unico e distintivo e che sarà quindi in grado di caratterizzare la stessa ricetta.

    I ripieni qui proposti saranno di due diversi tipi: classico, dal sapore più morbido e delicato e il tipo deciso, con una base più saporita ed un poco più sostanzioso del primo.

    Verdure dal gusto più acceso saranno più adatti al ripieno classico mentre verdure più delicate avranno un ripieno deciso.

    Pomodori con ripieno delicato

    Pomodori che si trasformano in ciotoline commestibili, gustose e invitanti.

    Ingredienti

    • 2 pomodori medi

    Per il ripieno

    • 100 g di mollica di pane
    • 1 cucchiaio di farina ceci
    • 1 spicchio d’aglio
    • q.b. di prezzemolo
    • q.b. di sale integrale marino
    • q.b. di pepe nero fresco
    • q.b. di olio extravergine d’oliva
    • 4 cucchiai di vino bianco secco
    • lievito alimentare in scaglie 3 cucchiai

    pomodori con ripieno

    Procedimento

    1. Tagliate la mollica a cubetti, tritate il prezzemolo, quindi, in una padella dai bordi alti, scaldate 2 cucchiai di olio extravergine. Una volta caldo, aggiungete lo spicchio d’aglio, saltate per 2-3 minuti, quindi rimuovetelo e aggiungete la mollica.
    2. Dopo qualche minuto aggiungete il vino bianco e sfumate, con un cucchiaio di legno rigirate per bene il pane e, quando avrà assorbito il tutto, spegnete il fuoco.
    3. Ponete il composto in una terrina e lasciatelo raffreddare. Nel frattempo, in una tazza sbattete la farina di ceci e l’acqua in quantità uguali, salate e pepate e fate riposare per 10 minuti.
    4. Una volta freddo,  aggiungete al composto di mollica il lievito alimentare, il prezzemolo tritato, la farina di ceci sbattuta con l’acqua e, se necessario, sale e pepe.
    5. Ora mescolate tutti gli ingredienti e fate riposare per una decina di minuti almeno.
    6. Adesso siete pronti per riempire i vostri pomodori (potete utilizzare anche peperoni, cipolle oppure carciofi). Adagiate i pomodori crudi e svuotati del loro interno su un piatto, riempiteli con il ripieno preparato e poneteli su di una pirofila rivestita di carta da forno, cospargete con del pane grattugiato e dell’olio extravergine.
    7. Cuocete in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti. Prima di servire, fate raffreddare un poco in modo che il ripieno si rapprenda per bene.

    Teste di Champignon con gustoso ripieno

    funghi portobello ripieni

    Un ripieno molto saporito e gli champignon renderanno la vostra ricetta perfetta per pranzi all’aperto e happy hour vegan tra amici, un modo tutto nuovo per portare in tavola un piatto 100% vegetale.

    Ingredienti

    • 2 teste di champignon Portobello

    Per il ripieno

    • 100 g di muscolo di grano
    • 2 carote medie
    • 2 gambi di sedano
    • 2 spicchi di aglio
    • 4 cucchiai di pangrattato
    • 1 mozzarella di riso
    • 4 cucchiai di lievito in scaglie
    • q.b. di noce moscata
    • q.b. di sale integrale marino
    • q.b. di pepe nero fresco

    Procedimento

    1. Lavateli i funghi, avendo cura di eliminare tutta la terra. Staccate la testa del fungo e mettete da parte i gambi.
    2. In una padella dai bordi alti soffriggere il trito di carote, aglio e sedano, aggiungete i gambi dei funghi, quindi, a cottura quasi ultimata e quando l’acqua di rilascio delle verdure è evaporata, aggiungete la noce moscata, il sale e il pepe.
    3. Ponete il tutto in una terrina, lasciate raffreddare quindi aggiungete  la mozzarella e il muscolo di grano, tagliati entrambi a dadini.
    4. Farcite i funghi con il ripieno così preparato, aggiungendo alla fine una spolverata di lievito in scaglie.
    5. Ponete i funghi in una pirofila rivestita di carta da forno, versate a goccia l’olio extravergine sui funghi quindi cuoceteli in forno caldo a 180°C per 15 minuti circa. Servite i funghi ripieni e gustateli.

    Sorbetto di mango in ananas

    sorbetto di mango in ananas

    Dolce sorbetto alla frutta, vegetale e completamente naturale, presentato in un piatto unico nel suo genere.

    ingredienti

    • 1 mango maturo
    • ½ ananas
    • 1/2 bicchiere di succo di mela
    • 1/2 bicchiere di acqua
    • succo di ½ limone

    Procedimento

    1. Rimuovete la polpa del mango e mettetela da parte; rimuovete anche la polpa dell’ananas, mantenendo intatta la parete esterna del frutto.
    2. Frullare la polpa aggiungendo l’acqua, il succo di mela e il succo di limone.
    3. Riponete il tutto in una bastardella di inox in freezer per circa 2 ore.
    4. Togliete dal freezer e frullate in un potente mixer il tutto.Gustate servendo nella metà dell’ananas svuotato.

    Cestini e mini quiche: l’evoluzione della torta salata 100% vegetale

    cestini di polenta

    Cestini e mini quiche permettono di portare in tavola con facilità un’infinità di di piatti e ricette. Con maestria, questi piccoli contenitori edibili diventano così celebrazione del loro contenuto rendendo speciale qualunque ripieno. Semplice pasta di pane e pizza, polenta fredda, magari con aggiunta di erbe di campo fresche, o mini quiche di pasta sfoglia vegan diventano, in un lampo, ricette perfette da gustare ovunque e in ogni momento.

    Cestini di polenta verde con mousse di cannellini e cipolle borettane

    Ingredienti

    Per i cestini

    • 200 g di farina di mais bramata precotta
    • 400 g di acqua non salata
    • 1 cucchiai di olio extravergine
    • due prese di erbe di campo sbollentate (o di spinaci fresche)
    • q.b. di burro di soia

    Per la mousse

    • 1 bicchiere di fagioli cannellini cotti non salati
    • q.b. di pepe nero fresco
    • q.b. di sale integrale marino
    • q.b. di timo fresco
    • ½ bicchiere di acqua
    • 1 cucchiaino di tahin
    • succo di ½ limone

    Per le cipolline

    • 10 cipolline borettane
    • 2 cucchiai di aceto di mele
    • 1 cucchiai di olio extravergine d’oliva
    • 2 cucchiai di zucchero di canna
    • q.b. di cannella
    • 1/2 bicchiere d’acqua
    • q.b. di pepe nero fresco
    • q.b. di sale integrale marino

    Procedimento

    1. Iniziate preparando i cestini di polenta, che così potranno raffreddarsi e indurirsi.
    2. Scottate le erbe o, se usate gli spinaci freschi, lavateli, quindi ponete il tutto in un mixer e frullate, se necessario aggiungete un paio di cucchiai di acqua (o acqua di cottura).
    3. In una pentola dai bordi alti mettete l’acqua e aggiungete il frullato di erbe e l’olio, quindi aggiungete la farina di mais e con una frusta mescolate per bene, evitando che si formino grumi.
    4. Accendete il fuoco e fate bollire per circa 6-8 minuti e comunque sino a quando la vostra polenta verde non risulterà soda.
    5. Nel frattempo, imburrate due stampi per budini.
    6. Una volta pronta la polenta, spegnete il fuoco e versatene un poco sul fondo e sui bordi, schiacciandola con un cucchiaio in modo da creare un rivestimento interno.
    7. Mettete da parte i due cestini così preparati e procedete a creare la mousse.
    8. Ponete in un mixer i fagioli cotti, l’acqua, il tahin, il succo di limone, il sale, il pepe e il timo. Frullate il tutto sino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
    9. Passate quindi alla preparazione delle cipolline. In una padella mettete l’olio extravergine d’oliva, aggiungete le Cipolline borettane e quindi subito l’aceto di mele, lo zucchero di canna, la cannella, l’acqua, il pepe nero fresco ed il sale integrale marino.
    10. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fiamma media per circa 5 minuti, quindi rimuovete il coperchio e se è presente del liquido attendete che si asciughi quasi completamente. Quindi spegnete il fuoco.
    11. Siete pronti per comporre i vostri cestini.
    12. Farcite l’interno dei cestini con la mousse di fagioli premendola sul fondo e sui bordi come a creare un ulteriore cestino nel cestino. Ora aggiungete le cipolline con il loro intingolo.
    13. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per 10 minuti, sfornate e lasciatela raffreddare completamente quindi sformate i cestini e serviteli.

    Involtini vegetali mon amour: realizzare piccoli capolavori in cucina

    Che scegliate fiori di zucca, foglie di cavolo cappuccio, di cavolo nero o di verza, grandi foglie di lattuga, carta di riso o fogli d’alga nori, quel che alla fine realizzerete saranno degli involtini vegetali che racchiudono un ripieno di verdure, cereali, e germogli che diventano piccoli deliziosi appetizer irresistibili.

    Involtini di fiori, germogli croccanti ed insalata di teff

    involtini fiori di zucca

    Ingredienti

    • 4 fiori di zucca freschi
    • q.b di fiori edibili (freschi o essiccati)

    Per i germogli saltati

    • 1 tazza di germogli di soia mung freschi autoprodotti
    • 1 cucchiaio di tamari
    • 1 cucchiaio di olio di sesamo

    Per il tofu

    • 1 panetto di tofu affumicato
    • 1 cucchiaino di acidulato di umeboshi
    • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
    • q.b di rosmarino fresco

    Per l’insalata di teff

    • 1 tazza di teff cotto
    • 1 spicchio di aglio
    • q.b di prezzemolo fresco
    • q.b di zenzero fresco
    • q.b di semi di cumino
    • q.b di semi di coriandolo
    • succo di ½ limone
    • 1 cucchiaio di olio di sesamo

    Procedimento

    1. Preparate il tofu tagliandolo a dadini quindi ponetelo in una padella in cui avrete precedentemente scaldato dell’olio. Aggiungete l’acidulato, saltate per qualche minuto e spegnete il fuoco.
    2. Cuocete i germogli: sciacquateli molto bene e metteteli in una grande padella con l’olio, per 3-5 minuti a fiamma media. Una volta cotti ma ancora croccanti, spegnete il fuoco e aggiungete il tamari.
    3. Passate a preparare l’insalata di teff: in una ciotola schiacciate l’aglio, aggiungete il succo di limone, il prezzemolo fresco tritato, lo zenzero fresco grattugiato, i semi di cumino e di coriandolo pestati leggermente in un mortaio o tritati in un macinacaffè. Ora aggiungete l’olio e infine il teff, rigirando tutto per bene.
    4. Adesso siete pronti per realizzare i vostri involtini di fiori. Lavate i fiori di zucca interi, rimuovete il pistillo e iniziate riempiendo un fiore per volta con il teff, quindi il tofu a dadini e infine i germogli, terminate cospargendo con i fiori edibili.
    5. Fateli riposare in frigo per 30 minuti prima di servire.

    Naturalmente potrete sperimentare moltissime altre versioni di queste ricette, modificando alcuni ingredienti a vostro piacere: in pochissimo tempo, dimenticherete anche il vostro servizio di piatti più bello e realizzerete il vostro buffet vegano perfetto. Sperimentate anche le nostre ricette detox come il budino di mandorla e mirtilli e la buddha bowl da servire in ortaggi come zucchine tonde o melone o frutta come cocco e ananas totalmente pret-a-manger.

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi