Ricette dalla Cucina Orientale: Riso alla Cantonese, Nigiri e Involtini Primavera

Luca Sessa

La cucina orientale è ormai entrata a far parte delle abitudini alimentari di molti occidentali, ed anche gli appassionati del nostro paese si dilettano a provare le varie versioni, in particolare la cucina cinese e quella giapponese, le più diffuse, ma anche quella indiana e quella thailandese. È evidente che alcune ricette abbiano subito delle “trasformazioni” per avere un sapore più vicino a quelli a cui siamo abituati, ma le caratteristiche principali dei piatti, cioè l’abbinamento di ingredienti particolari ed un gioco di consistenze molto vario, hanno permesso alla cucina orientale di diventare un vero riferimento per i “foodies”.

Oggi vi proponiamo tre ricette dei piatti probabilmente più conosciuti, gli involtini primavera, il riso cantonese ed i nigiri, per permettervi di cimentarvi a casa con questi grandi classici della cucina cinese e di quella giapponese.

Cucina Orientale: 3 ricette popolarissime

Involtini Primavera

involtini primavera ricetta

  • 200 g germogli di soia
  • 2 carote
  • 1 cavolo
  • 1 porro
  • 1 spicchio aglio
  • Pasta fillo
  • Olio extravergine

Lavare le verdure a tagliarle alla julienne. Far scaldare, in una pentola dai bordi alti, uno spicchio d’aglio con qualche cucchiaio di olio extravergine. Aggiungere le verdure e cuocere per circa 15 minuti, aggiustando di sale. Ad un minuto dal termine della cottura versare i germogli di soia. Togliere dal fuoco e lasciar raffreddare. Nel frattempo, stendere la pasta fillo e tagliare dei rettangoli della misura di 10×6 centimetri. Spennellare la pasta fillo con l’olio extravergine, posizionare al centro dei rettangoli la verdura e richiudere la pasta fillo. Mettere gli involtini su una teglia rivestita con carta da forno e cuocere a 180 °C per 20 minuti circa.

Riso Cantonese

riso cantonese ricetta

  • 250 g riso basmati
  • 200 g piselli
  • 100 g prosciutto cotto
  • 3 uova
  • Olio di semi
  • Salsa di soia

Lavare il riso basmati con acqua fredda, scolarlo e cuocerlo in acqua bollente (salata) per circa 10 minuti. Nel frattempo cuocere anche i piselli, al vapore o scottati per pochi istanti in acqua bollente. Sbattere le uova con un pizzico di sale e versarle in un wok con alcuni cucchiai di olio di semi. Strapazzare le uova, quindi versarle in un piatto per sminuzzarle in pezzi molto piccoli. Far saltare in una padella con 2 cucchiai di olio di semi il prosciutto cotto tagliato a dadini, per non più di 2 minuti, quindi aggiungere il riso, la salsa di soia, i piselli, le uova ed amalgamare per un paio di minuti. Togliere dal fuoco e servire ben caldo.

Nigiri

nigiri ricetta

  • 25 fette di pesce (salmone crudo, gambero crudo, tonno crudo)
  • 500 g riso a grano corto
  • 50 g wasabi
  • salsa di soia
  • zenzero
  • 120 ml aceto di riso
  • 2 cucchiai zucchero di canna
  • 2 cucchiaini sale

Lavare il riso in acqua fredda, cambiandola fino a quando non diverrà limpida. Versare il riso in una pentola con 700 ml di acqua, coprire con il coperchio e cuocere a fuoco medio per 5 minuti. Quando inizierà ad uscire vapore dal coperchio cuocere per altri 10-12 minuti a fiamma bassa, quindi spegnere e lasciare il riso nella pentola per altri 10 minuti. Nel frattempo preparare un condimento con aceto, sale e zucchero, amalgamando gli ingredienti a fiamma bassa ma senza raggiungere il bollore. Versare il riso in un piatto di legno o su un tagliere e cospargerlo con il condimento, muovendolo evitando di schiacciarlo. Lasciar raffreddare e coprire con un canovaccio umido fino a quando non verrà utilizzato.

Dopo aver bagnato le mani in acqua tiepida, prendere il riso e formare delle polpette, evitando di premere troppo per non farle sfaldare. Prendere il pesce, precedentemente tagliato a fettine ed adagiarlo sulle polpette di riso, effettuando una leggera pressione per unirli. Servire con wasabi, zenzero fresco e salsa di soia.

Anche voi siete appassionati di cucina orientale? Quale preferite in particolare? Vi è mai capitato di preparare una ricetta simile a casa vostra?

Luca Sessa

Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi