tavola san valentino

San Valentino: consigli per apparecchiare e decorare la tavola

Licia Giglio
3

Indice

     

     

    Febbraio, si sa, è il mese dell’amore e, se lo chiedete a noi, il miglior modo per festeggiare San Valentino è con una  cena raffinata e l’ambiente giusto: il connubio perfetto per regalare al proprio amato (o alla propria amata) un’esperienza romantica e indimenticabile. Se avete già deciso il menù da realizzare siete a metà dell’opera! Ciò che vi serve per avere un risultato perfetto è una tavola di San Valentino apparecchiata a dovere. Ecco qualche consiglio.

    Come apparecchiare e decorare la tavola a San Valentino

    Mai come a San Valentino, apparecchiare e decorare la tavola in modo romantico può fare la differenza per la buona riuscita della cena. Certo, le vere protagoniste saranno le portate, quindi la prima mossa da fare è decidere il menù adatto.

    Dopo aver scelto le ricette da servire (non troppo pesanti, mi raccomando!), occorre dotarsi di tutto l’occorrente per una tavola raffinata e a prova di ristorante.

    La tovaglia e i tovaglioli

    Il colore della tovaglia è importante perché farà da sfondo all’intera cena. Per San Valentino è perfetto il rosso a tinta unita (senza decori bianchi, altrimenti fa Natale), con tovaglioli di stoffa in pendant, decorati. Può andare bene anche una tovaglia bianca, da ravvivare con oggetti e stoviglie rosse. Scegliendo il bianco ci si potrà divertire a spargere petali di rosa o piccoli coriandoli a forma di cuore sulla tovaglia.

    Vietata la plastica: per una cena importante, è meglio scegliere tovaglia (con tovaglioli coordinati) in fibre naturali, cotone o lino  che, dopo l’acquisto, va lavata e fatta asciugare stendendola in modo da creare meno pieghe possibili. Per una mise en place perfetta, occorre stirarla direttamente sul tavolo. Se lo dice anche Carlo Cracco, un motivo ci sarà…

    Il tessuto della tovaglia e dei tovaglioli conta molto, soprattutto se con quest’ultimi avete intenzione di decorare la tavola, dandogli formantiche forme, come si vede in questo video tutorial di 5 Minute Craft:

    Bicchieri e posate

    I bicchieri e i calici aggiungono sempre un tocco luccicante alla tavola e quindi, per far sia che siano davvero splendenti vanno strofinati con un panno prima di essere posizionati alla destra del piatto, in modo da togliere eventuali aloni o macchie derivanti dal lavaggio. La stessa accortezza vale anche per le posate. Inoltre, per fugare ogni dubbio, potete consultare la nostra guida su come scegliere il bicchiere giusto per il vino che servirete.

    I piatti

    Il piatto per un cuoco è come la tela per un pittore. Per valorizzare al meglio le portate, sarebbe l’ideale utilizzare dei piatti bianchi dalle forme lisce e morbide, che siano adatti alle portate del menù. Come metterli in tavola?

    Anche se il galateo impone la presenza di un sottopiatto (un semplice vassoio di vetro da mettere sotto al piatto piano grande), per una cenetta intima raffinata basta anche solo un piatto piano con sopra quello da antipasto. I piatti fondi, per il primo, andrebbero lasciati in cucina, altrimenti durante l’antipasto potrebbero sporcarsi e dovrete sostituirli.

    I fiori e le candele

    fiori tavola san valentino

    Dmitry Sheremeta/shutterstock.com

    Non c’è tavola romantica senza fiori: con il loro delicato profumo e la loro bellezza regalano un’atmosfera unica. Per la festa di San Valentino, il fiore più indicato è la rosa rossa, da sempre il simbolo dell’amore e della passione. Se scegliete uno stile minimale per la vostra tavola, potete optare per un’unica rosa, in un vaso stretto e lungo. Ma ricordate: deve essere posizioniata al centro del tavolo, o comunque fra i due commensali, senza intralciarne la vista. Insomma, non deve essere più alta di voi!

    Se invece siete per le scelte più ricche, potete decorare la tavola di San Valentino con un piccolo mazzetto di rose o peonie di colori più tenui (in numero dispari, mi raccomando!) a gambo corto. Potete riporle in un vasetto basso, o in un barattolo abbastanza capiente, con un po’ d’acqua.

    Se avete dello spago volete giocare con i contrasti, potete anche scegliere dei fiori colorati in pendant con i tovaglioli, e legarli insieme con uno spago, per un tocco più rustico.

    Un’altra cosa di cui non si può proprio fare a meno a San Valentino sono le candele. La luce soffusa e il loro movimento, rendono qualsiasi ambiente più intimo e accogliente.
    L’unica grande accortezza da avere nella scelta, al di là della forma e della dimensione, è che devono essere neutre e senza profumi particolari.

    Trattandosi di candele che saranno posizionata proprio al centro del tavolo, per alcuni l’odore sprigionato potrebbe coprire quello dei cibi o del vino, o peggio, causare mal di testa. Meglio evitare.

    Di candele ne esistono tanti tipi, per cui può diventare difficile decidere. Se siete fan delle classiche candele lunghe e sottili potete sceglierne una o due da mettere al centro del tavolo (in questo caso, badate bene all’altezza, esattamente come per i fiori). Ricordatevi di scegliere portacandele con una base solida e non troppo leggeri, per evitare che cadano al minimo movimento della tovaglia. L’ideale sarebbe avere dei portacandele con una base larga, in modo da proteggere la tovaglia da eventuali gocce di cera che potrebbero inevitabilmente colare.

    Se invece preferite non correre questo rischio, un’altra idea è quella di utilizzare piccoli vasi larghi, riempiti a metà con dell’acqua e qualche petalo; all’interno lascerete fluttuare delle piccole candele galleggianti.

    La tavola di San Valentino: il pensiero in più

    Il 14 febbraio, la tradizione vuole che ogni innamorato regali al proprio amore le cosiddette “valentine”, dei piccoli biglietti d’amore con frasi e dichiarazioni scritte a mano. Perché non prepararne uno a mano, da lasciare sul piatto?

    Ecco qualche idea, dal canale JF Love Craft:

    Se invece volete concludere il pasto in modo dolce e sorprendente, potete preparare velocemente dei piccoli biscotti della fortuna inserendo all’interno delle frasi personalizzate, oppure piccoli versi delle vostre canzoni preferite.

    Questi sono i nostri spunti per apparecchiare e decorare la tavola di San Valentino e speriamo possano aiutarvi a costruire l’atmosfera giusta per la vostra cenetta romantica. Ora, non rimane che scegliere il menù di San Valentino e soprattutto il vino giusto per la vostra cena. Se non sapete da dove partire, c’è sempre la nostra guida ai vini da scegliere!

     

    Quale sarà il menù della vostra cena romantica? E soprattutto, come sarà la vostra tavola di San Valentino?

    Licia Giglio

    Dopo la Laurea e una breve esperienza in una web agency di Bologna inizia ad avere piccole collaborazioni svolgendo il lavoro di Copy e Community Manager. Decide in pochi mesi di aprire una Partita iva e diventare freelance, perché è fermamente convinta che sia la modalità di lavoro che faccia al caso suo. Attualmente lavora come Copy, Community Manager e digital PR per diverse agenzie divise fra Bologna e Modena e collabora con alcune piccole imprese locali. Ha costruito la sua esperienza nei settori food, moda, lifestyle, automotive, PA, arredamento e settore assicurativo.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *