pesce di stagione a giugno

Pesce di Stagione a Giugno: la lista, le proprietà delle specie e le ricette

Redazione
3

Indice

     

    Arriva l’estate e i soggiorni in località di mare potrebbero essere la giusta scusa per fare scorpacciate di buon pesce fresco. Ma mi raccomando, solo pesce di stagioneSiete curiosi di sapere quali specie di pesce sarà possibile trovare nel mese di Giugno nelle pescherie, per una dieta equilibrata, variata e sostenibile?

    alici marinate

    Pesce di stagione a Giugno: la lista completa

    Ecco la lista del pesce di stagione nel mese di Giugno:

    • alice
    • cepola
    • cernia
    • dentice
    • gallinella
    • gamberetto rosa
    • granchio
    • mormora
    • nasello
    • orata
    • pesce spada
    • rana pescatrice
    • razza
    • ricciola
    • sarago
    • sardina
    • scampo
    • sogliola
    • spigola
    • tonno
    • totano

    Omega 3 per un’abbronzatura intensa

    sardine grigliate

    Proprio pensando ai primi weekend al mare, tra bagni e sedute di lettino, soprattutto per chi ama ritornare in città con un po’ di colorito, vogliamo parlare di come il consumo di pesce può contribuire a raggiungere un’invidiabile tintarellaIl pesce è ricco di Omega-3 e Omega-6, acidi grassi polinsaturi che, oltre a svolgere un’azione antinfiammatoria su tutto l’organismo e a mantenere l’elasticità della pelle, svolgono un ruolo importante nel raggiungimento di un’abbronzatura intensa.

    Una pelle liscia e un’abbronzatura uniforme sono il risultato dell’azione combinata della vitamina PP, di zinco e selenio, che sono in grado di combattere i radicali liberi che favoriscono l’invecchiamento cellulare, e degli Omega 3, che forniscono all’organismo un apporto di collagene ed elastina. Queste proteine intervengono in caso di danni provocati dai raggi solari per prevenire l’invecchiamento della pelle e per proteggerla da scottature.

    Quindi per favorire l’abbronzatura, possiamo scegliere un’alimentazione che favorisca il mantenimento di una pelle elastica e giovane, ovvero bere tanta acqua, mangiare frutta e verdura di stagione e pesce fresco dei nostri mari! Tutto ciò va unito ai classici consigli che ci vengono dati per evitare scottature ed eritemi, cioè non esporsi al sole nelle ore più calde e utilizzare sempre una protezione solare.

    Caratteristiche del pesce di Giugno

    Cepola

    Non ne avevate mai sentito parlare? Il pesce Cepola si può trovare nell’Atlantico e nel Mar Mediterraneo. La sua forma allungata è davvero particolare, infatti questa specie è facilmente riconoscibile per il lungo corpo fino e flessibile, che talvolta raggiunge anche gli 80 cm. Vive sul fondo fangoso e varia dal rosa chiaro all’arancio.  Viene chiamato anche Bandiera rossa proprio per la forma a nastro, stretta e lunga. Possiede una testa piccola rispetto al corpo, con occhi grandi, bocca ampia e denti appuntiti.

    È ottimo cucinato in vari modi, ma fritto insieme a dei calamari è davvero paradisiaco. È adatto a questo tipo di cottura in quanto ha un sapore molto delicato, che piace anche ai più piccoli, e poche spine sottili del tutto impercettibili. E’ raro vederlo sui banconi del pescivendolo però quando si trova è un vero affare perché ha un costo economico.

    Nasello

    Anche se molti li confondono, nasello e merluzzo sono due pesci diversi, nonostante siano molto simili sia come aspetto che come proprietà nutrizionali. E’ possibile trovare il nasello nell’Atlantico e nel Mar Mediterraneo, la sua forma è allungata e leggermente piatta, il muso appuntito e gli occhi molto grandi. Il suo colore varia dal grigio argento al bianco perlaceo e può arrivare a misurare fino ad un metro di lunghezza. Il nasello vive in profondità marine molto alte dai 100 fino ai 600 metri sott’acqua.

    Sicuramente si tratta di uno dei pesci migliori a livello nutrizionale in quanto possiede tante proteine ed Omega 3 ma pochi grassi. Le sue carni bianche hanno un gusto delicato e gradevole al palato, inoltre è molto digeribile e nutriente, per questo viene anche dato ai bambini durante lo svezzamento. Per riconoscere un nasello fresco, ricordatevi che: e squame che devono essere brillanti, l’occhio vivo e la carne soda al tatto.

    Orata

    orata alla portoghese

    Uno tra i pesci più utilizzati in cucina è l’orata, diffusa nell’Atlantico e nel Mar Mediterraneo. E’ facilmente riconoscibile dalla sua forma tozza e dalla macchia color oro tra gli occhi. Ha delle dimensioni medie, arriva fino ai 30 cm di lunghezza, anche gli esemplari adulti possono essere notevolmente più grandi.

    Anch’essa presenta proprietà nutrizionali ottime, un buon contenuto di Omega 3 e proteine, ma anche vitamine B1, B2,PP e sali minerali.

    Le sue pregiate carni magre, dal sapore lieve ed elegante, possono essere cucinate in diversi modi: al forno, alla griglia, in padella, al vapore, al cartoccio. Noi vi suggeriamo 5 ricette irresistibili con l’orata, da quelle più semplici a quella gourmet.

    Consigli e ricette per portare in tavola il pesce di Giugno

    Come sfilettare l’orata

    Volete ottenere dei filetti da un’orata intera? Vi spieghiamo passo passo come fare!

    • Posizionate il pesce intero sul tagliere, prendetelo per la coda e con un coltello raschiate per togliere tutte le squame
    • Con le forbici praticate un taglio lungo il ventre del pesce, sfilate le interiora ed eliminatele
    • Sciacquate sotto l’acqua corrente il pesce
    • Infilate un dito all’interno delle branchie, che si trovano ai lati della testa del pesce, e sfilatele
    • Togliete le pinne, con una forbice tagliate per prima quella posta accanto alla testa, poi quella sotto il ventre ed infine quella dorsale.
    • Con un coltello per sfilettare incidete alla base della testa, all’inizio della coda e tutta la spina dorsale del pesce
    • Partendo dall’alto muovete il coltello avanti e indietro in orizzontale per ottenere il primo filetto di pesce
    • Fate la stessa cosa con l’altro filetto di pesce ma questa volta staccando la lisca dalla carne
    • Con una pinzetta togliete tutte le lische presenti nei filetti.

    Primi piatti con il pesce di Giugno

    risotto scampi

    Cavatelli al pesce spada

    Iniziamo questo tour tra le ricette di pesce di Giugno con un primo piatto siciliano, i cavatelli al pesce spada. Insieme ai due ingredienti fondamentali, la pasta e il pesce, ci vuole anche qualche pomodorino dolce e maturo per rendere più accattivante questo sugo dal colore rosé. Non dimenticatevi un tocco di peperoncino piccante, che fa sempre la differenza.

     

    Risotto alla crema di scampi

    Un classico della cucina italiana è il risotto alla crema di scampi, una ricetta intramontabile, che piace a grandi e piccini. La crema deve essere liscia, non troppo soda ma neanche liquida e il sapore del pesce deve sentirsi distintamente. Il fumetto di pesce, fatto con gli scarti dei crostacei, è il segreto per donare maggior sapore a tutta la preparazione.

    Ravioli di spigola, fagiolini e pomodoro

    Come non citare una pasta ripiena? I ravioli di spigola, fagiolini e pomodoro sono tanto buoni quanto estivi e delicati. La farcia di spigola che viene messa all’interno della pasta è una cremina invitante, dal gusto unico, esaltato dal tabasco e dal coriandolo. Il sugo è formato dai fagiolini e dai pomodorini quindi si tratta di una preparazione gustosa ma anche salutare.

    Secondi piatti con il pesce di Giugno

    Vediamo ora cosa preparare nel mese di Giugno come secondo piatto di pesce. Ricette leggere, adatte alla calura estiva che si fa sempre più intensa, per assaporare la freschezza dei prodotti ittici che ci offre questo periodo dell’anno.

    Alici in tortiera al limone

    Per sentire il profumo del mare a tavola il nostro consiglio è quello di servire le alici in tortiera al limone, aromatiche e mai scontate. Semplici da realizzare, con tre passaggi e mezz’ora di tempo, servirete un piatto completo e sano.

    Cernia in crosta

    Se invece la vostra è un’occasione galante provate la cernia in crosta, la presentazione sarà impeccabile e anche il sapore. La pasta sfoglia intorno al pesce, infatti, creerà un piacevole contrasto di consistenze, croccante e morbido. In questa ricetta sono presenti tre tipi di pesce: la cernia, i gamberi e il granchio: un tripudio di sapori.  

    Orata al sale

    Volete fare una bella figura assicurata? Presentate in tavola l’orata al sale. Anche qui la crosta che va ricoprire il pesce è molto particolare, gli ingredienti che la formano sono il sale, la farina e gli albumi dell’uovo, che la rendono croccante e consistente. La parte esterna in forno tende ad assumere un colore dorato, la polpa all’interno rimane umida, succosa e morbida, da tagliare con la forchetta.

    Polpette di rana pescatrice

    Infine un piatto per far mangiare il pesce anche ai bambini, le polpette di rana pescatrice, morbide morbide e con una cremina da farci la scarpetta. Fritte sono buonissime ma è possibile anche arrostirle in padella o cuocerle al forno, per un piatto più leggero. Un abbinamento vincente è quello con la purea di fave, semplice, veloce e di stagione.

    In conclusione vi consigliamo di leggere anche la frutta e verdura di Giugno per realizzare delle ricette di stagione, ricche di colore e di proprietà nutritive fenomenali!

    Articolo redatto con il contributo di Francesca Bono.

    Redazione

    La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi