hamburger fatti in casa

Hamburger fatti in casa: la ricetta classica più 4 varianti

Monica Face
2

Indice

     

    Si fa presto a dire “mi faccio un hamburger”. Certo, niente da togliere a quelli preparati in macelleria che vanno solo cotti, ma facendoli in casa abbiamo la possibilità di giocare con molti ingredienti. Se infatti originariamente l’hamburger era solo a base di manzo, negli ultimi anni sono state create numerose varianti, che vanno dalla carne bianca al pesce, passando per quelle vegetariane o, addirittura, vegane. Questo per venire incontro alle esigenze e ai gusti di tutti, non solo di chi ha deciso di rinunciare alla carne, per motivi etici o di salute, ma anche per lasciare spazio ai curiosi che hanno voglia di sperimentare qualcosa di diverso. Ecco perché oggi ho pensato di proporvi delle gustose ricette per gli hamburger fatti in casa, soffermandomi anche su delle alternative di “burger” per soddisfare tutti.

     

    Hamburger fatti in casa: 5 ricette per tutti i gusti

    Iniziamo con un grande classico: hamburger di carne di manzo servito nel panino con insalata, formaggio e pomodoro. Proseguiamo poi con una variante: un burger di carne bianca, con pollo e zucchine. Per gli amanti del mare c’è poi unu fish burger servito con zucchine grigliate. Le due tipologie di quinoa bianca e nera sono protagoniste di una versione vegetariana, mentre quella con ceci, patate e freschi faranno felici anche gli amici vegani. Insomma, siete pronti a impastare?

    Hamburger classico

    Si tratta del tradizionale panino con hamburger ma preparato in casa e servito con insalata, pomodoro e fette di formaggio. Per un tocco in più accompagnatelo con patatine fritte.

    Hamburger classico

    Alexandr Popel/shutterstock.com

    Ingredienti per 4 persone

    • 300 g di carne di manzo macinata
    • 4 panini classici da hamburger
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    • q.b. di insalata
    • 1 cipolla rossa
    • 2 pomodori rossi
    • 4 fette di formaggio tipo cheddar

    Procedimento

    1. In una capiente ciotola mettete la carne macinata, il sale e pepe. Mescolate tutto accuratamente, prelevatene un po’ e iniziate a dargli la forma di una “polpetta”; quindi, schiacciatela con le mani. Per una maggiore regolarità potete usare l’apposito attrezzo per fare gli hamburger o, in alternativa, un coppapasta, livellando con il dorso di un cucchiaio. Formati tutti gli hamburger, lasciateli riposare in frigo per mezz’ora.
    2. Scaldate la piastra e mettete a tostare i panini tagliati a metà. Lavate e affettate i pomodori, sciacquate le foglie di lattuga, sbucciate e affettate la cipolla.
    3. Prendete gli hamburger dal frigo, lasciateli almeno 10 minuti a temperatura ambiente per evitare lo shock termico e schiacciateli al centro per contrastare il rigonfiamento  mentre si cuociono. Grigliateli per circa 8 minuti girandoli a metà cottura.
    4. Mettete una foglia di insalata su ciascuna base dei panini, qualche rondella di cipolla rossa, poi l’hamburger, una fetta di formaggio, il pomodoro e ancora lattuga. Servite caldi.

    Hamburger di pollo e zucchine

    Questa variante di burger vede il petto di pollo mescolato con le zucchine tritate. Scegliete se gustarli in un panino, magari accompagnato da una salsa allo yogurt, o direttamente al piatto, con un contorno di insalata.

    Hamburger pollo e zucchine

    Lapina Maria/shutterstock.com

    Ingredienti per 4 persone

    • 500 g di petto di pollo macinato
    • 2 uova
    • 2-3 zucchine
    • 30 g di pangrattato
    • 3 cucchiai di sale grosso
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe

    Procedimento

    1. Per prima cosa occupatevi delle zucchine: lavatele, eliminate le estremità e grattugiatele. Sistematele in uno scolapasta, con un po’ di sale grosso e un peso sopra, per eliminare l’acqua di vegetazione. Fatele riposare almeno mezz’ora.
    2. Eliminate, quindi, il sale in eccesso con un po’ di carta da cucina umida, mettete le zucchine in una ciotola con il petto di pollo macinato, un pizzico di sale, il pepe, le uova e il pangrattato. Mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.
    3. Prelevate una parte creando i burger, schiacciateli con il palmo della mano per dare una forma regolare. Fateli riposare per mezz’ora in frigo.
    4. Cuoceteli  in forno a 180 °C per 15-20 minuti o grigliandoli su una piastra rovente per 8 minuti, girandoli a metà cottura. Servite caldi.

    Fish burger

    Preparato con un merluzzo e pancarrè, questo fish burger è un’ottima soluzione per far mangiare il pesce ai bambini.

    Fish burger

    Nickola_Che/shutterstock.com

    Ingredienti per 4 persone

    • 500 g di merluzzo
    • 50 g di pancarrè
    • 2 uova
    • q.b. di pangrattato
    • q.b. di scorza di limone
    • un rametto di prezzemolo
    • q.b. di farina 00
    • q.b. di sale
    • q.b. di olio extravergine d’oliva
    • 4 panini per hamburger
    • 50 g di songino
    • 2 zucchine medie

    Procedimento

    1. Per creare i fish burger, riducete in pezzi grossolani il merluzzo, mettetelo in un mixer, unite le fette di pancarrè, un pizzico di sale, la scorza del limone, il prezzemolo e frullate tutto. Trasferite il composto in una ciotola, unite un uovo e lavorate fino a rendere l’impasto malleabile e asciutto. Qualora risultasse troppo umido, unite uno o due cucchiai di pangrattato.
    2. Ottenuta una consistenza compatta, prelevatene una parte e iniziate a lavorarla come fosse una polpetta, per poi sistemarla su un piano di lavoro e schiacciarla leggermente con il palmo della mano. Ottenuta la forma desiderata, lasciateli riposare in frigo, coperti per almeno 30 minuti.
    3. Nel frattempo, lavate e affettate le zucchine finissime e grigliatele sulla piastra. Conditele con sale e olio e tenetele da parte.
    4. Trascorso il tempo, preparate 3 ciotole, una con la farina, una con l’uovo sbattuto a cui aggiungerete un pizzico di sale, e una con il pangrattato. Passate i fish burger in ciascuna delle tre. Per una panatura più croccante, fate il passaggio due volte. Scaldate l’olio in una padella antiaderente e fateli cuocere per 7-8 minuti, girandoli a metà cottura. Poi, sollevate con una schiumarola e tenete da parte, adagiando su carta assorbente da cucina per eliminare il grasso in eccesso. In alternativa potete cuocere i fish burger in forno a 160 °C per 15 minuti.
    5. Scaldate una piastra e tostate i panini tagliati a metà. Lavate il songino, sistemate qualche foglia sulla base del panino, aggiungete poi il fish burger, qualche zucchina e infine il cappello del panino. Servite caldo.

    Burger vegetale con quinoa e spinaci

    Dopo avervi dato dei suggerimenti per realizzare dei burger vegetali, ecco un’altra versione che speriamo vi piaccia, a base di quinoa e spinaci.

    Hamburger vegetariano

    Nataliya Arzamasova/shutterstock.com

    Ingredienti per 4 persone

    • 150 g di quinoa bianca
    • 80 g di quinoa nera
    • 300 ml di acqua
    • 200 g di  spinaci freschi
    • 3-4  cucchiai di pangrattato
    • 2 albumi
    • q.b. di olio extravergine di oliva
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe

    Procedimento

    1. La prima cosa da fare è lavare accuratamente la quinoa e tenerla in ammollo per un paio d’ore; mettetela poi a bollire in abbondante acqua, circa il doppio del suo peso. È importante, inoltre, che la cottura avvenga con coperchio perché assorbirà tantissima acqua. Lasciate cuocere per 15-20 minuti a fuoco medio.
    2. Nel frattempo lavate e asciugate gli spinaci. Fateli appassire in un padella coperta e, appena avranno perso volume, spegnete, scolateli e strizzateli bene. Tritateli a coltello e sistemateli in una ciotola.
    3. Scolate la quinoa e aggiungetela alla verdura. Unite anche gli albumi, il pangrattato, il sale e il pepe e mescolate tutto. Create i burger con le mani, coprite e fateli riposare in frigorifero per 30 minuti.
    4. Cuocete i burger di quinoa e spinaci su una piastra calda e leggermente unta d’olio. Fateli dorare da entrambi i lati per circa 7-8 minuti girandoli a metà cottura e servite al piatto.

    Burger vegano con ceci e spinaci

    L’assenza di proteine animali, compresa la salsa che viene preparata con yogurt di soia, rende questi burger perfetti per chi segue una dieta vegana.

    Hamburger vegano

    YuliiaHolovchenko/shutterstock.com

    Ingredienti per 4 persone

    Per i burger

    • 400 g di ceci già lessati
    • 250 g di spinaci
    • 2 patate
    • un rametto di prezzemolo
    • q.b. di sale
    • q.b. di olio extravergine di oliva

    Per la salsa

    • 200 g di yogurt di soia al naturale
    • 1 cetriolo
    • 1 spicchio d’aglio
    • 1 cucchiaio di aceto di mele
    • q.b. di sale

    Procedimento

    1. Per prima cosa occupatevi della salsa: lavate e sbucciate il cetriolo, grattugiatelo finemente e mettetelo in uno scolapasta con un peso sopra per 15 minuti, in modo da eliminare l’acqua di vegetazione in eccesso.
    2. Nel frattempo, in una ciotola versate lo yogurt di soia, aggiungete l’aceto di mele,  l’aglio sbucciato e affettato e un pizzico di sale. Mescolate tutto e unite il cetriolo grattugiato. Coprite con pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo mentre preparate i vegan burger.
    3. Lessate le patata, sbucciatele e schiacciatele. Lavate e lessate gli spinaci, scolateli e strizzateli benissimo, poi sminuzzateli.
    4. Scolate i ceci e passateli nel passaverdure, in modo da eliminare le bucce; quindi, versate questa purea in una ciotola assieme alle patate e agli spinaci. Unite il prezzemolo tritato, il sale e mescolate tutto fino a renderlo omogeneo. Create i burger con le mani, copriteli e fateli riposare in frigorifero.
    5. Estraete quindi dal frigo, scaldate un filo d’olio in una padella antiaderente e cuocete i burger per 7-8 minuti, girandoli a metà cottura. Serviteli caldi, aggiungendo un cucchiaio di salsa allo yogurt di soia.

     

    Cosa ne pensate di queste varianti di burger? Preferite i tradizionali o la versione al pesce? Oppure siete amanti della versione vegetariana? Fateci sapere quale preferite.

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *