Dolci con legumi

3 inaspettate ricette di dolci con i legumi

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

    I legumi sono degli ingredienti che, a tavola, quasi sempre vengono declinati in zuppe, per la pasta di legumi, o primi e secondi piatti tradizionali. Questo è un vero peccato, perché i legumi, invece, oltre ad avere mille proprietà, racchiudono enormi potenzialità inespresse. Quali? Con un po’ di coraggio e un pizzico di fantasia, possono essere usati per creare dolci golosi, sani e anche 100% vegetali. Ecco, quindi, 3 ricette vegane, perfette anche da da preparare con i bambini, che vi permetteranno di realizzare da voi questi deliziosi dolci con i legumi.

    Dolci con i legumi: 3 ricette vegan da provare

    Fagioli azuki rossi, fagioli cannellini e ceci – questi ultimi sotto forma di farina – saranno i 3 legumi con cui prepareremo queste 3 ricette di dolci completamente vegan. Sceglieteli coltivati con metodo biologico o biodinamico e, soprattutto, secchi, in modo da averli sempre presenti in cucina; inoltre, che siano al 100% naturali, senza aggiunte. Scoprite insieme a me queste fantastiche ricette di dessert inaspettati.

    Composta di azuki

    Composta di azuki

    MoveAsia/shutterstock.com

    La prima è di una ricetta antica e molto amata in Giappone: è una composta dolce tradizionale adatta a biscotti e tortini, o nei dolci cinesi come il mooncake. È perfetta come farcitura vegetale dall’alto contenuto proteico ed è assolutamente deliziosa. Scopriamo insieme questa ricetta molto facile che piacerà a grandi e piccini.

    Ingredienti

    • 250 g fagioli azuki rossi secchi
    • 150 g zucchero mascobado 
    • 2-3 pinoli tostati
    • 500 ml di acqua

    Procedimento

    1. Porre in una terrina ampia a bagno i fagioli secchi una notte in acqua.
    2. Il giorno dopo, sciacquateli e cuoceteli a immersione in pentola a pressione, per circa 30 minuti dal fischio.
    3. Trascorso il tempo di cottura, fate sfiatare la pentola, scolateli e poneteli in un mixer. Aggiungete i pinoli e frullate per qualche secondo.
    4. Ora ponete una pentola dai bordi alti sul fuoco, aggiungete la purea di fagioli, l’acqua e lo zucchero mascobado. Coprite e fate bollire per 20 minuti, e comunque fino a che la consistenza non sarà cremosa e di vostro gusto. Mescolate con regolarità durante la cottura, aiutandovi con un cucchiaio di legno.
    5. Al termine della cottura, potrete consumarla subito, aggiunta alle vostre torte o biscotti, oppure riporla in vasetti per poterla conservare. Nel secondo caso, procedete come sempre: versatela ancora bollente nei vasetti puliti e sterilizzati e chiudeteli con il coperchio.
    6. Sterilizzate quindi a bagnomaria: mettete i vasetti in una pentola sul cui fondo avrete posto uno strofinaccio, copriteli con abbondante acqua e portate a bollore.
    7. Fate bollire per 30 minuti, quindi spegnete e lasciate raffreddare.
    8. Togliete i vasetti dalla pentola: eccoli pronti per essere conservati in dispensa! All’apertura del vasetto, nel momento di consumare la composta di azuki, sentirete il “click” che indicherà che il sottovuoto è stato fatto e che tutto è andato bene, gustate!

    Budino di cannellini 

    Un budino dal gusto inaspettato, dolce (ma privo di sensi di colpa), a base di fagioli cannellini e latte vegetale. Aggiungete alla ricetta classica le spezie e le erbe aromatiche che più amate o quelle che avete in casa: semi di finocchio ma anche menta o melissa. Gustate e lasciatevi sorprendere.

    Ingredienti

    • 200 g di latte di riso
    • 150 g di latte di mandorla
    • 20 g di cous cous
    • 30 g di cannellini secchi
    • 3 cucchiai di malto di riso
    • q.b. di cannella
    • q.b. di noce moscata

    Procedimento

    1. Ammollate per una notte i fagioli in abbondante acqua, quindi, trascorso questo tempo sciacquateli e fateli cuocere in pentola pressione ad immersione per 15 minuti dal fischio.
    2. Ponete il latte di mandorla e quello di riso in un pentolino e portate a bollore.
    3. In una bastardella, mettete il cous cous, quindi aggiungete il latte.
    4. Dopo 10 minuti di riposo, mettete il tutto in un mixer, aggiungete i cannellini, il malto, la cannella e la noce moscata e frullate per qualche minuto.
    5. Quando il tutto risulterà liscio e omogeneo, versate il composto nelle ciotoline per budini e fate riposare in frigorifero per almeno 3 ore. 
    6. Servite ciascun budino, accompagnandolo con crema al cacao, marmellata o composta di frutta a vostro piacere. Bon appétit!

    Brownie di ceci, canapa e cacao

    Vegan brownies

    Nina Firsova/shutterstock.com

    Dei brownie dolci, golosi e molto proteici, grazie al loro contenuto di farina di ceci. Saranno perfetti come merenda, snack o – perché no – anche a prima colazione. Sostituite lo zucchero mascobado con la stevia, se preferite diminuire l’apporto zuccherino, oppure con sciroppo d’agave, se desiderate abbassare l’indice glicemico. Qualunque sostituzione farete, non preoccupatevi, saranno deliziosi! Ecco la ricetta da realizzare passo passo.

    Ingredienti

    • 100 g zucchero di canna mascobado (oppure 80 g di sciroppo d’acero)
    • 100 g farina di ceci
    • 30 g di cacao amaro
    • 4 cucchiai di olio di semi di girasole
    • ½ bustina di lievito per dolci
    • 2 cucchiai di semi di canapa
    • q.b. di bevanda vegetale fatta in casa (o acqua di rose alimentare)

    Per guarnire

    • malto di riso o sciroppo d’agave

    Procedimento

    1. Ponete in una terrina le farine, i semi di canapa, il cacao e lo zucchero; aggiungete l’olio e quanto basta di latte vegetale (o l’acqua di rose alimentare in alternativa) in modo che il composto risulti morbido e omogeneo.
    2. Procedete quindi ad aggiungere il lievito, facendo attenziona ad amalgamare per bene il tutto molto velocemente.
    3. Rivestite una teglia rettangolare con carta da forno naturale, poi versatevi l’impasto che avete preparato.
    4. Preriscaldare il forno a 180°C e, una volta che ha raggiunto la temperatura, cuocete i brownie ai ceci per 30-35 minuti circa.
    5. Togliete la teglia dal forno e fate raffreddare quindi, tagliate i brownie di ceci a cubetti e coprite con abbondante malto di riso o sciroppo d’agave. Gustate e condividete!

     

    Come abbiamo visto quindi, queste 3 ricette  permettono di dare un nuovo volto ai legumi, trasformandoli da elementi proteici vegetali usati per piatti salati a dolci deliziosi. Scoprite quelli che più amate, sperimentando come sempre i vostri ingredienti preferiti e sostituitendoli alle ricette senza timore!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *