alimenti senza scorie

Lista alimenti senza scorie

Elena Rizzo Nervo
2

Indice

    Una dieta priva di scorie viene generalmente proposta dal medico a persone che devono affrontare esami specialistici quali una colonscopia, un’ecografia addominale, una qualunque analisi o un intervento chirurgico per cui è necessario avere l’intestino il più pulito possibile.
    Esistono alimenti senza scorie? E cosa intendiamo con questo termine? Lo abbiamo chiesto alla dott.ssa Francesca Evangelisti – biologa nutrizionista.

    “Per scorie si intendono tutte quelle parti dell’alimento che si possono eliminare durante la preparazione, ad esempio i semini dei pomodori oppure la buccia della frutta. Detto in termini più elementari, sono scorie tutte quelle “sezioni di cibo” che il nostro corpo fa più difficoltà ad assimilare e che pertanto costituiscono materiale di scarto che tende a depositarsi all’interno dell’intestino, per poi essere eliminato con le feci”, chiarisce l’esperta.

    mela buccia scorie

    Alimenti senza scorie: in quali casi sono consigliati?

    Consumare solamente alimenti senza scorie può essere utile anche come terapia per alcune malattie, ad esempio in caso di accentuato meteorismo o di enterocolite:  la durata di questo regime alimentare dipende molto dalla motivazione per cui deve essere seguito. In genere, quando viene prescritta una dieta senza scorie vengono date precise indicazioni dal medico su quali cibi evitare e quali invece possano essere consumati tranquillamente.

    A livello generale, possiamo comunque dire che un’alimentazione priva di scorie, che in ogni caso deve essere limitata nel tempo, prevede la limitazione di cibi che contengono fibre, come frutta e verdura sia cotti che crudi. Lo stesso discorso vale per i carboidrati, in particolare il pane con molta mollica, per il pesce e le carni molto grasse, ad esempio il salmone e il maiale. Stesso discorso per i latticini grassi ed il latte intero, che al limite può essere sostituito con il latte scremato.

    “E’ importante anche eliminare cibi con alto potere osmotico, ovvero alimenti che tendono a richiamare acqua nell’intestino, quali dolci, marmellate, cioccolato e gelati. Anche i legumi sono da evitare e, naturalmente, tutte le preparazioni che possono includerli. Evitare anche bibite e acqua gasati e utilizzare l’olio extravergine di oliva come unico condimento”, aggiunge l’intervistata.

    Vediamo, allora, quali sono i cibi più adatti ad un regime alimentare privo di scorie.

    frutta scorie

    Lista dei prodotti senza scorie

    “Le cotture da prediligere in caso vogliate seguire una dieta priva di scorie sono sicuramente quelle in cui il cibo viene bollito, cotto al vapore o arrostito, in più è sicuramente meglio evitare eccessivi condimenti”.
    Nella lista dei prodotti da prediligere troviamo:

    •     carne bianca o rossa, preferibilmente tenera e magra evitando i tagli molto fibrosi
    •     bresaola
    •     prosciutto crudo, privato del grasso visibile
    •     pesce, preferibilmente bianco
    •     cereali e derivati ad eccezione di quelli integrali o contenenti semi
    •     latte scremato
    •     formaggi poco stagionati, preferibilmente quelli freschi
    •     olio extravergine di oliva
    •     pasta ad eccezione di quella integrale
    •     miele
    •     acqua naturale
    •     succhi di frutta ben filtrati
    •     yogurt al naturale
    •     patate bollite
    •     uova
    •     tè, camomilla, tisane, bevande decaffeinate.

    Come evitare le scorie?

    Vi elenchiamo di seguito anche i cibi che sono da evitare se il vostro obiettivo è quello di eliminare il maggior numero di scorie dal vostro organismo per motivi di salute:

    •     carne di maiale, insaccati e salumi
    •     selvaggina
    •     frattaglie
    •     formaggi stagionati o fermentati
    •     farine integrali e derivati
    •     farina di avena e derivati
    •     grassi animali da condimento, come panna e burro
    •     verdure
    •     frutta fresca e secca
    •     molluschi e crostacei
    •     legumi
    •     spezie
    •     dolci
    •     marmellate
    •     bevande gassate
    •     alcool
    •     cioccolato
    •     semi
    •     passati di verdure, creme, zuppe e minestroni (concessi solo i brodi vegetali privati delle verdure).

    legumi scorie

    Vi ricordiamo che queste sono indicazioni generali, pertanto, occorre sempre consultare il medico che oltre a specificarvi quali cibi siano più adatti alla vostra particolare condizione di salute, vi saprà indicare con precisione il tempo necessario durante il quale dovrete seguire questa particolare regime alimentare.

    Vi è mai capitato di dover ricorrere a una dieta con alimenti senza scorie?

    Articolo scritto a quattro mani da Elena Rizzo Nervo e Elisabetta Pacifici.

    Elena Rizzo Nervo

    Elena è nata a Bologna, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di attualità, nutrizione e tendenze alimentari. Il suo piatto preferito é il Gateau di Patate, "perché unisce gusto e semplicità e conquista tutti". Per lei in cucina non può mancare una bottiglia di vino, "perché se c'è il vino c'è anche la buona compagnia".

    6 responses to “Lista alimenti senza scorie”

    1. Paolo says:

      Siete riusciti a contraddirvi a distanza di un paragrafo. Complimenti.

    2. Maurizio says:

      Le uova come sono da considerare?

    3. Francesco Riboldi says:

      Buongiorno, ho una domanda: ma la pasta con quali condimenti/sughi si può proporre? ad esempio, una pasta al pomodoro (quello in scatola mutti o brand similare) è concessa? insomma, non potrò mica sempre preparare a mia moglie pasta in bianco?!?! 😉

      • Redazione says:

        Buongiorno Marco,
        non conosciamo le necessità e le condizioni di tua moglie, per cui ti consigliamo di fare sempre riferimento a uno specialista che possa suggerirvi le migliori scelte alimentari.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *