zuppe vegane

Zuppe vegane: ecco tre ricette deliziose

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

     

    In inverno ciascuno di noi brama un pasto caldo, ideale per il corpo e per l’anima. Le zuppe soddisfano proprio questo desiderio. Ecco perché, a breve, vi accompagnerò alla scoperta delle 3 ricette che adoro di più. La loro bontà risiede nel fatto che sono pratiche, veloci, sane e solitamente anche a basso contenuto calorico. Piatti perfetto sia da gustare a casa che fuori, oltre che ricchi di vitamine e sali minerali utili ad affrontare la stagione invernale. Ma ora scopriamo insieme le zuppe vegane più deliziose che ci siano.

    Zuppe vegane: 3 ricette a portata di dispensa

    Ciò che queste tre zuppe 100% vegane hanno in comune è la ricchezza dei loro ingredienti e la semplicità della loro preparazioni. Tre ricette per realizzare zuppe vegane calde, saporite e molto sostanziose, che faranno innamorare anche i palati più esigenti.

    Zuppa di funghi porcini, orzo perlato e lenticchie rosse

    Questa zuppa ha tutto il sapore del bosco grazie ai funghi porcini ed è estremamente cremosa. Come sempre, il mio suggerimento è di modificare secondo i vostri gusti alcuni ingredienti, come per le lenticchie rosse ad esempio, che potranno essere sostituite con dei fagioli cannellini o dei fagioli dell’occhio, se li preferite. Ma scopriamo insieme la ricetta passo a passo.

    Ingredienti:

    • 25 g di funghi porcini secchi
    • 150 g di orzo perlato cotto
    • 150 g di lenticchie rosse cotte
    • 1 scalogno
    • 3-4 foglie di salvia
    • 2 spicchi d’aglio
    • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
    • q.b. di pepe nero
    • 2 bacche di ginepro
    • ½ fico secco
    • q.b. di sale integrale marino o 1 cucchiaio di miso di riso
    • ½ bicchiere di vino bianco di buona qualità
    • 1 litro di brodo vegetale

    Procedimento:

    1. Ammollate in acqua calda i funghi e il fico secco e lasciateli per 20 minuti a riposo.
    2. Contemporaneamente, in una capiente pentola, soffriggete per qualche minuto con l’olio extravergine d’oliva, lo scalogno tritato in modo molto sottile e l’aglio in camicia;
    3. Dopo qualche minuto, quando lo scalogno è cotto, rimuovete l’aglio e aggiungete i funghi e il fico tagliato sottilmente.
    4. Poi aggiungete l’orzo e le lenticchie, continuate a soffriggere il tutto, poi sfumate con il vino bianco.
    5. Cuocete per 5-8 minuti, aggiungete le bacche di ginepro e infine il brodo vegetale.
    6. Abbassate un poco la fiamma, continuando a fare cuocere per 15 minuti.
    7. Trascorso questo tempo, frullate leggermente con un frullatore a immersione e continuate a cuocere per altri 5 minuti, quindi spegnete il fuoco e lasciate per un po’ a riposo.
    8. Nel frattempo, friggete le foglie di salvia in olio extravergine d’oliva e, quando saranno croccanti, aggiungetele a ciascun piatto assieme a una macinata fresca di pepe nero.
    9. Terminate con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo e servite.

    Zuppa di mais, quinoa, topinambur e pastinaca

    zuppa di quinoa e mais

    etorres/shutterstock.com

    Una zuppa di mais dolce e ricca: la pastinaca e il topinambur la rendono molto particolare e la quinoa, contemporaneamente, ne arricchisce il suo tenore proteico. Anche in questo caso, se volete sostituire la pastinaca, non proprio semplice da reperire, fatelo con le più comuni carote, magari nere, e se non trovate il topinambur scegliere un piccolo cuore di carciofo.

    Ingredienti:

    • 100 g di mais cotto a vapore
    • 150 g di quinoa cotta
    • 1 pastinaca
    • 2-3 topinambur cotti al vapore
    • 1 piccola cipolla rossa di Tropea
    • un pizzico di timo
    • 4 noci tritate
    • q.b. di olio extravergine d’oliva
    • q.b. di pepe verde in grani
    • q.b. di brodo vegetale

    Procedimento:

    1. In una pentola, ponete l’olio extravergine d’oliva e soffriggete una piccola cipolla rossa tagliata sottilmente;
    2. Una volta cotta, aggiungete la pastinaca tagliata a rondelle sottili e continuate a cuocere.
    3. Aggiungete la quinoa, il topinambur e il mais e sfumate con un po’ di brodo vegetale.Cuocete per 5 minuti, aggiungete il pepe verde in grani e il timo.
    4. Abbassate la fiamma, continuate a cuocere per 10-15 minuti quindi frullate leggermente con un frullatore a immersione e lasciate sul fuoco per 2-3 minuti.
    5. Spegnete e lasciate a riposo per qualche minuto.
    6. Tritate le noci e, una volta servita la zuppa nei piatti, aggiungetene  su ciascun piatto, assieme a un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.
    7. Servite questa zuppa accompagnandola con dadini di pane tostato caldi e croccanti.

    Zuppa di cavolo nero, carota e ceci tostati alla paprika

    Una zuppa davvero saporita, di quelle che una volta finito il primo piatto non ci si può esimere dal chiedere il bis. Il cavolo nero, è il re ed i ceci tostati, rendono questo piatto gustoso e inaspettato. Se amate la nota piccante, sostituite la paprika dolce con quella piccante, non ve ne pentirete!

    ceci secchi

    PageSeven/shutterstock.com

    Ingredienti:

    • 1 mazzo di cavolo nero (3 foglie tenetele da parte)
    • 2 carote
    • 150 g di ceci cotti
    • 1 tazza di ceci tostati
    • q.b. di paprika dolce
    • q.b. di sale integrale marino
    • un rametto di rosmarino
    • un pizzico di curcuma
    • 1 cucchiaio di semi di zucca tostati
    • 1 cucchiaio di olio di sesamo
    • q.b. di olio extravergine d’oliva
    • ½ bicchiere di vino bianco di buona qualità

    Procedimento:

    1. In una capiente padella dai bordi alti ponete l’olio di semi di sesamo e soffriggete una piccola cipolla rossa tagliata sottilmente;
    2. Una volta cotta, aggiungete il cavolo nero tagliato sottilmente e continuate a cuocere per 10 minuti.
    3. Aggiungete le carota anch’esse tagliata a rondelle sottili e sfumate con del vino bianco. Cuocete per 5 minuti, quindi aggiungete i ceci leggermente schiacciati con una forchetta la curcuma e il rosmarino.
    4. Abbassate la fiamma, continuate a cuocere per 15 minuti circa quindi aggiungete di tanto in tanto un poco di brodo vegetale, in modo che la consistenza resti sempre cremosa.
    5. Trascorso questo tempo, spegnete il fuoco e lasciate riposare la zuppa per qualche minuto.
    6. Nel frattempo, friggete  le foglie di cavolo nero tagliate a tocchetti, che avevate tenuto da parte in olio extravergine d’oliva e quando saranno croccanti rimuovetele dalla padella e provvedete a tostare i semi di zucca. Ricordate di smaltire l’olio esausto nel modo corretto.
    7. Ora aggiungete entrambi gli ingredienti e un cucchiaio di ceci tostati a ciascun piatto come tocco finale, assieme a un pizzico di paprika e un filo d’olio di sesamo a crudo.
    8. Servitete la zuppa bollente!

     

    Queste tre ricette di zuppe vegane, non solo sono semplicissime da preparare ma certamente, in questo freddo inverno, saranno anche graditissime sia a grandi che piccini. Ricordate di portarle in tavola accompagnate da piccoli cubetti di pane tostato, magari fatto in casa e a lievitazione naturale, in modo da poterle gustare assaporando il connubio tra dolcezza e croccantezza. Bon appétit!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *