yogurt vegetale fatto in casa

Yogurt vegetale: due semplici metodi per prepararlo in casa

Carmela Kia Giambrone

C’è chi lo ama per colazione con aggiunta di cereali come fiocchi d’avena o frutta secca.  Alcuni invece lo adorano come snack, sano, equilibrato e gustoso, altri ancora lo preferiscono sotto forma di dolce o gelato. Insomma, in qualunque modo amiate gustarlo, lo yogurt è uno degli alimenti più leggeri, sani e gustosi che possiate consumare.
Fa benissimo al nostro intestino e quindi aiuta a mantenere forti le nostre difese, è pratico e molto digeribile. Esistono molti tipi di yogurt diversi e se per scelta o per esigenze di salute, preferite lo yogurt vegetale, sappiate che potrete preparare il vostro yogurt vegetale fatto in casa con estrema semplicità.

Per ottenere del sano e gustoso yogurt tutto vegetale si possono seguire due strade diverse: la prima prevede l’uso di una yogurtiera, la seconda invece no. Tutto dipende da qual è il consumo che ne fate: se desiderate prepararlo in maniera periodica oppure se volete solo sperimentare questa preparazione di tanto in tanto. Nel primo caso il mio consiglio è di acquistare una yogurtiera, questo sia per ragioni pratiche che per ragioni legate al consumo energetico. Le yogurtiere casalinghe ormai sono vendute ovunque ad un costo davvero contenuto e permettono di ottenere risultati ottimi. Nel secondo invece nessun elettrodomestico specifico sarà richiesto, tranne il vostro classico forno di casa.

Yogurt vegetale fatto in casa: due preparazioni da provare

Metodo di preparazione con yogurtiera

fare lo yogurt in casa

Preparare il vostro yogurt vegetale fatto in casa preferito non è mai stato così facile.

Non dovrete far altro che prendere la vostra yogurtiera, acquistare un barattolino di yogurt vegetale bianco, meglio se al naturale e biologico, del latte vegetale e del malto, meglio se di riso (il suo gusto è più neutro rispetto ad altri dolcificanti) e il gioco sarà fatto, nulla di più semplice, no?

Ingredienti:

  • 1 barattolino di yogurt vegetale bianco biologico
  • 1 l di latte vegetale (soia, avena, farro, riso)
  • 1 cucchiaio di malto di riso

Procedimento:

  1. In una capiente ciotola di vetro versate il latte (io ho preferito quello di soia), aggiungete il malto con un cucchiaio e mescolate per benino fino a che non è del tutto sciolto.
  2. Aggiungete lo yogurt, mescolate lentamente e delicatamente in modo da diluire molto bene lo yogurt nel latte.
  3. Fate riposare per una decina di minuti a temperatura ambiente.
  4. Passato questo tempo, con un mestolo, versate il tutto nei vasetti, puliti e asciutti,  della vostra yogurtiera. Quindi ponete i vasetti senza tappo nella yogurtiera e chiudetela.
  5. Accendete la yogurtiera impostando il tempo sulle 8 ore. Questo tempo permetterà la creazione di uno yogurt fatto in casa non eccessivamente denso, se lo preferite più compatto procedete a settare il tempo sulle 10 ore.
  6. Spegnete la yogurtiera, aprite il coperchio delicatamente e tappate con i coperchi i vostri barattoli. Lasciateli raffreddare per 30-40 minuti quindi poneteli in frigorifero.

yogurtiera

Questi yogurt fatti in casa si conserveranno per circa una settimana.Abbiate solo un’unica accortezza: lasciate sempre un vasetto che  servirà come starter per il nuovo ciclo di produzione del vostro yogurt, esattamente come fareste con la pasta madre. A seconda dei desideri e dei gusti, potrete cambiare il latte vegetale e, una volta che lo yogurt sarà pronto, potrete arricchirlo come più gradite: con tanta frutta, marmellata o confettura, magari senza zucchero o ancora frutta secca e muesli. Lasciatevi guidare dalla vostra fantasia e gustate il piacere leggero e naturale di uno yogurt preparato con le vostre mani.

vasetti yogurt

Metodo di preparazione senza yogurtiera

Il procedimento di preparazione sarà molto simile, ciò che cambierà sarà il luogo di incubazione dello yogurt. Anche in questo caso ciò che otterrete sarà yogurt vegetale fatto in casa da tenere in frigo e consumare in circa una settimana, buono, sano e tutto naturale.

Ingredienti:

  • 1 barattolino di yogurt vegetale bianco biologico
  • 1 l di latte vegetale (soia, avena, farro, riso)
  • 1 cucchiaio di malto di riso

Procedimento:

  1. Scaldate il latte a fiamma bassa in modo che sia caldo ma non bollente.
  2. Nel frattempo scaldate il forno al minimo, alcuni forni permettono una regolazione precisa, altri sommaria, l’importante è che la temperatura non superi i 50°C.
  3. Una volta caldo, spegnetelo e fate scendere di poco la temperatura in modo che, inserendo una mano nel vano, sentite calore ma non vi scottate.
  4. A questo punto, mettete il latte in una ciotola di vetro,quindi aggiungete il malto, fate sciogliere il tutto mescolando lentamente e infine aggiungete lo yogurt continuando a mescolare con un cucchiaio di acciaio inox.
  5. Coprite poggiando sulla ciotola il coperchio di una pentola da cucina e lasciate il recipiente nel forno spento con solo la luce accesa, esattamente ciò che fareste durante una lievitazione naturale di una pagnotta fatta in casa.
  6. Lasciate riposare per 10 ore e passato questo tempo avrete ottenuto il vostro yogurt vegetale fatto in casa.

 

 

yogurt vegetale

Una volta pronto, versatelo in più vasetti di vetro puliti e dotati di coperchio a chiusura ermetica e riponeteli in frigorifero per non più di 7 giorni. Ricordare come sempre di conservare un vasetto per il successivo ciclo di produzione.

A questo punto non vi resta che scoprire nuovi sapori e nuove ricette da accompagnare al vostro yogurt vegetale fatto in casa. Un esempio? Provatelo con le polpette vegane e il suo gusto fresco vi stupirà. Se siete invece tradizionalisti, accompagnatelo a colazione con le nostre tre varianti di brioches vegane fatte in casa: con una colazione così, partire con il piede giusto non sarà più un problema.

Carmela Kia Giambrone

Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy (clicca qui). Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi