semi di zucca proprietà

I benefici dei semi di zucca, preziosi per l’organismo

Federica Portuese
2

     

    I semi di zucca fanno parte della grande famiglia dei semi oleaginosi insieme a quelli di girasole, alle mandorle, alle noci e alle nocciole. In Sicilia, sono protagonisti delle feste di paese, sia in estate che in inverno, insieme ai ceci tostati in una preparazione tradizionale che prende il nome di calia e simenza, che consiste appunto nel tostare e salare i ceci (calia) e i semi di zucca (simenza) sul momento, vendendoli poi in sacchetti di carta e consumandoli ancora caldi e croccanti per strada. Questi preziosi semi, oltre a essere un gustoso snack, hanno tantissimi benefici per il nostro organismo, per i quali meriterebbero di essere consumati regolarmente e, per questo, inseriti nel modo più vario nella nostra alimentazione quotidiana. In questo articolo vogliamo quindi parlarvi di tutte le proprietà dei semi di zucca e di come consumarli.

    Caratteristiche e valori nutrizionali dei semi di zucca

    I semi di zucca sono ricavati dalla polpa interna delle zucche mature da cui sono estratti, puliti ed essiccati, prima di essere consumati. Si trovano in commercio sia interi che decorticati, cioè privati del guscio esterno e pronti per essere consumati al naturale oppure leggermente tostati e salati. Dal punto di vista nutrizionale, i semi di zucca contengono:

    • 50,5% di grassi (soprattutto grassi buoni, come gli acidi grassi omega 3)
    • 24% di carboidrati
    • 18,7% di proteine.
    semi di zucca caratteristiche

    SMarina/shutterstock.com

    Ma soprattutto i semi di zucca, come tutti i semi oleaginosi, sono una fonte preziosa di vitamine e sali minerali tra cui:

    • ferro
    • fosforo
    • potassio
    • magnesio
    • zinco
    • vitamina A
    • vitamina E.

    Semi di zucca: tutte le proprietà

    Le proprietà dei semi di zucca sono note sin dall’antichità: in particolare, venivano utilizzati come rimedio vermifugo contro i parassiti intestinali. Da sempre sono noti anche i loro effetti benefici nei confronti dell’apparato uro-genitale, sia maschile che femminile, essendo 81607blank, influendo positivamente anche sulla fertilità. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le proprietà di questi semi.

    Un valido aiuto per il sonno e per la mente

    I semi di zucca contengono triptofano e magnesio che, insieme, contribuiscono a facilitare il riposo notturno e a migliorare il tono dell’umore, soprattutto nei periodi di maggiore stress o in alcune fasi delicate del ciclo mestruale. Inoltre, zinco e omega 3 sono preziosi nel sostenere l’attività cerebrale e i processi della memoria.

    Alleati del cuore

    Il magnesio, insieme a tutti gli altri minerali presenti nei semi di zucca, è in grado di proteggere la salute del cuore, riducendo il rischio di malattie cardiovascolari, come hanno evidenziato alcuni studi. Inoltre, i semi di zucca contribuiscono a mantenere bassi i livelli di zucchero e di colesterolo cattivo nel sangue con notevoli benefici per tutto l’apparato cardiocircolatorio e per la salute in generale.

    benefici semi di zucca

    olgaman/shutterstock.com

    Antinfiammatori e antiossidanti 

    Questi semi sono una notevole fonte di antiossidanti. Inoltre, grazie alla presenza di vitamine e sali minerali, in particolare zinco, vitamina A ed E che, in associazione agli acidi grassi omega 3, favoriscono i processi di riparazione cellulare, migliorano la funzionalità delle membrane e contrastano la formazione dei radicali liberi.

    Rimedio naturale contro i parassiti intestinali

    Come anticipato, i semi di zucca sono noti sin dall’antichità per le loro proprietà vermifughe. Infatti, la cucurbitacina in essi contenuta li rende efficaci contro i parassiti intestinali, in quanto questa sostanza è in grado di paralizzare i vermi, favorendone il distacco dalle pareti dell’intestino e l’espulsione tramite le feci.

    A supporto della salute dell’uomo

    Lo zinco, di cui questi semi sono ricchi, è un oligoelemento fondamentale per il metabolismo delle cellule germinali maschili e, inoltre, aumenta la vitalità e la motilità degli spermatozoi, fornendo un valido supporto in caso di problemi legati alla fertilità. Inoltre, i fitosteroli e la cucurbitacina contenuti in questi semi sono sostanze efficaci nel contrastare l’ipertrofia prostatica.

    Semi di zucca: quanti mangiarne? Esistono controindicazioni?

    Non sono state evidenziate controindicazioni particolari legate al consumo moderato e regolare di semi di zucca, come spuntino o aggiunti alle pietanze (chiaramente fanno eccezione i casi di allergia specifica). Ciò che conta è che questi semi, così ricchi di nutrienti e di sostanze preziose per la salute, siano sempre inseriti all’interno di una dieta varia ed equilibrata. Va ricordato che, come tutti i semi, anche quelli di zucca sono molto calorici, quindi è bene non abusarne. La giusta quantità giornaliera, che è valida in generale per tutta la frutta a guscio, è una porzione che non dovrebbe superare i 30 g, che corrispondono a circa 150 calorie.

    Come consumare i semi di zucca

    barrette semi di zucca

    Life morning/shutterstock.com

    Vi abbiamo già parlato di come mangiare i semi di zucca in questo nostro approfondimento. In generale, i semi di zucca possono essere consumati come snack al naturale, oppure tostati e salati, anche con qualche goccia di salsa di soia. Possono essere aggiunti al pane insieme ad altri semi, come quelli di girasole o di lino, durante la preparazione nell’impasto o come decorazione. Inoltre, possono arricchire insalate e primi piatti. Ma non è tutto: i semi di zucca, insieme a quelli di girasole, si trovano spesso tra gli ingredienti del muesli, di crackers o di barrette energetiche, ideali per una merenda sana per grandi e piccini, oppure si possono anche aggiungere allo yogurt o al kefir nella colazione del mattino.

    E voi conoscevate tutte le proprietà dei semi di zucca? Come li consumate abitualmente?

    È nata e vive a Catania ed è una biologa nutrizionista. Il suo piatto preferito è la pasta con le vongole: semplice e buonissima, fa sorridere tutti quelli che la trovano nella dieta; in cucina, per lei, non possono mancare: l'olio di Agira, perché è unico e speciale, in quanto è frutto della raccolta che ogni anno fa con amici e parenti, e un cucchiaio di legno che, come una bacchetta magica, trasforma e unisce i sapori.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *