secondi piatti natalizi

Secondi… a nessuno: 4 ricette per il pranzo di Natale

Monica Face
2

Indice

     

    “Natale, chiamalo che è arrivato”, si dice dalle mie parti. Anche se apparentemente le feste sono ancora lontane, infatti, il tempo passa così velocemente che neanche ci si rende conto di dover organizzare il pranzo di Natale. E noi de Il Giornale del Cibo siamo già pronti a darvi suggerimenti per portare in tavola tanti piatti sfiziosi. Se la tradizione vuole che la Vigilia si mangi pesce, il 25 dicembre la protagonista sarà la carne. I classici regionali sono tanti, ma oggi vedremo insieme alcune ricette di secondi piatti natalizi, per un pranzo da leccarsi i baffi.

    Secondi piatti natalizi: 4 ricette per le feste

    Un classico come il carrè di agnello arricchito da peperoni arrostiti, un brasato rivisitato alla birra, una carne delicata come il pollo impreziosita da ribes e arance e, per terminare, un filetto alla Wellington con funghi e prosciutto. Ecco le nostre proposte per i secondi di Natale. Scegliete quale preferite.

    Carrè di carne con peperoni

    carrè carne peperoni

    shutterstock.com

    Per questo piatto da servire il giorno di Natale, vi suggeriamo di utilizzare un carrè intero, non diviso in costolette, per ottenere un effetto di presentazione davvero elegante.

    Ingredienti per 8 persone

    • 1,5 kg di carrè di agnello intero
    • 1 peperone rosso
    • 1 peperone giallo
    • 1 cipolla
    • 2 spicchi di aglio
    • 2 rametti di rosmarino
    • 1 rametto di timo
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    • q.b. di olio extravergine di oliva

    Procedimento

    1. Lasciate la carne fuori dal frigo per almeno 30 minuti, di modo che le fibre possano distendersi. Tritate un rametto di rosmarino, il timo e mescolateli con sale e pepe. Massaggiate la carne con il trito di spezie e lasciate insaporire per almeno 10 minuti. In un tegame che possa andare sia sul fuoco che in forno, scaldate l’olio e fate imbiondire un paio di spicchi di aglio. Adagiatevi la carne e fatela rosolare fino a creare una crosticina. 
    2. Portate il forno alla temperatura di 200 °C. Nel tegame unite anche la cipolla sbucciata, tagliata grossolanamente, l’altro rametto di rosmarino e infornate per almeno 25 minuti. Verificate la cottura pungendo la carne con uno stuzzicadenti: se il liquido che fuorisce è trasparente, la cottura è terminata. Se, al contrario, è rosato, dovete proseguire ancora di qualche minuto. Terminata la cottura, estraete dal forno, lasciate riposare pochi minuti e avvolgete il carrè con la carta stagnola in modo che si raffreddi lentamente mantenendo la morbidezza. 
    3. Fate arrostire i peperoni in forno a 200 °C per almeno 10 minuti. Quando vi renderete conto che la pelle si stacca facilmente, estraeteli, fateli raffreddare e spellateli eliminando anche i semi interni. Scoprite il carrè e mettetelo nuovamente in forno a 170 °C assieme ai peperoni e al sughetto di cottura; dopo averlo riscaldato per 15 minuti, fatelo riposare e servite caldo. 

    Brasato alla birra

    brasato alla birra

    Yakov Oskanov/shutterstock.com

    Una rivisitazione del brasato al vino: questa versione alla birra è una valida alternativa per portare in tavola un secondo a base di carne di tutto rispetto.

    Ingredienti per 6-8 persone

    • 1 kg di manzo
    • 500 ml di birra 
    • 2-3 cucchiai di farina
    • 1 cipolla
    • 1 costa di sedano
    • 100 g di pomodori pelati 
    • 3 cucchiai di olio
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe

    Procedimento

    1. Tenete la carne fuori dal frigo per almeno 30 minuti; quindi, massaggiatela con sale, pepe e sistematela in una ciotola coprendola con la birra, lasciando riposare per almeno due ore. 
    2. Trascorso il tempo prendete la carne e tamponatela con la carta da cucina, asciugandola bene. Mettete la farina in un piatto e infarinatela su tutti i lati. Lavate e mondate una costa di sedano, eliminate i filamenti e tagliatelo in pezzi; quindi, sbucciate e affettate una cipolla. Metteteli in una casseruola con un filo d’olio e fate cuocere per un paio di minuti. Quindi, adagiate delicatamente la carne e fate cuocere due minuti per lato, sigillandola completamente. Versate la marinatura a base di birra e lasciatela sfumare. Aggiungete il pomodoro pelato, abbassate la fiamma e proseguite la cottura per un’ora e mezza, coprendo la casseruola. A cottura terminata aggiustate di sale. 
    3. Sollevate la carne e adagiatela su un piatto da portata, avvolgendola nella carta stagnola, e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente. Trasferite tutto il sughetto in un mixer e frullatelo. Affettate la carne e rimettetela nel tegame con il suo sughetto; infine, scaldate e servite. 

    Filetto alla Wellington

    filetto alla wellington

    shutterstock.com

    Ha una preparazione decisamente lunga, per via della doppia cottura, ma se presentate il filetto alla Wellington sulla vostra tavola di Natale l’effetto “wow” sarà assicurato! 

    Ingredienti per 8 persone

    • 1,2 kg filetto di manzo
    • 300 g di prosciutto crudo
    • 1 rotolo di pasta briseè
    • 150 g di funghi porcini
    • 150 g di champignon
    • 1 scalogno
    • 1 tuorlo
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe
    • 3 cucchiai di senape
    • un rametto di rosmarino
    • un rametto di timo
    • un rametto di prezzemolo
    • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
    • 2 noci di burro

    Procedimento

    1. Lasciate la carne a temperatura ambiente per almeno 30 minuti. Tritate il timo e il rosmarino, quindi, mescolateli aggiungendo sale e pepe. Con questo mix massaggiate la carne e lasciatela riposare. 
    2. Nel frattempo occupatevi dei funghi: eliminate la base con il terriccio, tamponateli con un po’ di carta da cucina umida e affettateli. In una padella, sciogliete il burro e aggiungete lo scalogno tritato finemente; quindi, unite i funghi e fate cuocere per 15 minuti, aggiungendo sale e prezzemolo tritato. Spegnete e, quando saranno, freddi tagliuzzateli finemente e teneteli da parte. A parte, scaldate l’olio e adagiate la carne facendola rosolare a fiamma alta sigillando, così, tutti i lati con l’accortezza di girarla con due cucchiai di legno, per evitare il rischio di bucarla.Una volta che si sarà formata una crosticina dorata, spegnete spennellate con la senape e fare raffreddare.
    3. A questo punto passate all’assemblamento della carne: stendete un foglio di carta forno su un piano di lavoro e sistemate le fette di prosciutto una accanto all’altra senza lasciare spazi. Adagiate metà dei funghi; quindi, posizionate il filetto e mettete nella parte superiore l’altra metà dei funghi. Aiutandovi con la carta forno, rivestite il filetto facendo in modo che le fette di prosciutto avvolgano completamente la carne
    4. A questo punto, stendete la pasta brisè e adagiate delicatamente il filetto rivestito. Chiudete la crosta eliminando la parte in eccesso. Prendete questi ultimi avanzi, impastateli leggermente con le mani e stendete nuovamente ricavando delle striscioline con cui andrete a decorare la parte superiore. Potete anche ricavare delle stelline di pasta con un tagliabiscotti. 
    5. Prendete un tuorlo, sbattetelo leggermente e con un pennellino spennellate tutta la superficie. Portate il forno alla temperatura di 200 °C per 30 minuti o comunque fino a che la superficie sarà ben dorata. Lasciate riposare almeno 10 minuti, poi servite.

    Pollo con ribes e arancia

    pollo con ribes

    Sea Wave/shutterstock.com

    Chi lo dice che a Natale bisogna servire solo cappone o agnello? Anche un semplice pollo, debidamente condito e ben presentato, può diventare un secondo perfetto per i giorni di festa. 

    Ingredienti per 4 persone

    • 1 pollo intero
    • 100 g di ribes
    • 2 arance
    • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
    • 1 spicchio d’aglio
    • 1 costa di sedano
    • 1 cipolla
    • 1 rametto di timo
    • 1 rametto di rosmarino
    • 1 cucchiaino di zucchero di canna
    • q.b. di sale
    • q.b. di pepe

    Procedimento

    1. Lasciate il pollo intero e tenetelo a temperatura ambiente per almeno mezz’ora prima di iniziare a cucinarlo. 
    2. In un tegame sufficientemente grande e adatto sia al forno che ai fuochi, fate scaldare l’olio e mettete a dorare l’aglio, quindi eliminatelo. Massaggiate il pollo con sale, pepe e timo quindi adagiatelo nel tegame e fatelo rosolare da tutti i lati. Lavate e mondate il sedano e la cipolla, unitelo al tegame e aggiungete anche il succo di un’arancia. Quindi, infornate a 200 °C per circa 35 minuti
    3. Nel frattempo lavate il ribes, asciugatelo e mescolatelo con lo zucchero di canna e mettetelo in freezer per 10 minuti
    4. Quando il pollo sarà cotto, sistemate un piatto da portata con le fette di arance, disponete il pollo, qualche rametto di rosmarino e decorate con il ribes. 

     

    Cosa ne pensate di questi secondi per il pranzo di Natale? Scriveteci e fateci sapere se avete già in mente un menù.

     

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *