Frappe di Carnevale: le alternative senza glutine, senza burro e senza uova

Monica Face
2

Indice

     

    A Roma e in molte altre città d’Italia si chiamano frappe, in Toscana cenci, in Veneto crostoli, nel bolognese sfrappole e al sud chiacchiere. Sono tanti i modi per indicare questo dolce di carnevale la cui forma ricorda un po’ le stelle filanti. Dopo avervi incuriosito con le castagnole, ho pensato di proseguire sulla tematica delle “ricette senza” alcuni ingredienti, eliminati, a volte, per rendere il dolce più leggero o per motivi di intolleranza o allergia: ovviamente, essendo vicini al carnevale, la scelta non poteva che ricadere sulle ricette delle frappe in 3 versioni “senza”.

    Ricette frappe: tante versioni irresistibili

    Fritte o al forno, strette e lunghe, zigrinate e arrotolate oppure rettangolari e dritte… le frappe sono buone preparate in qualsiasi maniera. In questo articolo, come nel caso delle castagnole, vi propongo ricette diverse da quelle classiche, per scoprire le varianti senza glutine, senza burro o senza uova.

    Frappe senza glutine

    Prima di preparare alimenti senza glutine per celiaci, è sempre indispensabile leggere bene le etichette, acquistando solo prodotti che riportino la dicitura “gluten free”. La ricetta che vi propongo è a base di farina di riso che, essendo più difficile da lavorare, viene integrata con una parte di amido di mais per rendere l’impasto più malleabile.

    frappe senza glutine

    Olga Larionova/shutterstock.com

    Ingredienti per 4-6 persone

    • 200 g di farina di riso
    • 50 g di fecola di patate
    • 50 g amido di mais
    • 50 g di burro
    • 30 g di zucchero
    • 3 uova
    • q.b. di olio di semi per friggere
    • q.b. di zucchero a velo per decorare

    Procedimento

    1. Sistemate tutti gli ingredienti secchi, quindi la farina, la fecola, l’amido di mais e lo zucchero creando sul piano di lavoro la classica fontana. All’interno inserite il burro a pezzetti già ammorbidito e iniziate a lavorarlo con la punta delle dita. Poi unite le uova e fatele inglobare con l’aiuto di una forchetta. Una volta assorbite, lavorate con le mani l’impasto fino a renderlo liscio ed elastico. Copritelo con la pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per almeno mezz’ora. La difficoltà della lavorazione della farina di riso sta nel fatto che l’impasto tende a seccarsi molto velocemente, diventando difficile da maneggiare. Per questo vi suggerisco di tenerlo sempre coperto, con la pellicola trasparente, tra una fase e l’altra.
    2. Trascorso il tempo necessario, preparate la macchina per tirare la pasta. Se non doveste averla, munitevi di mattarello. Tirate le sfoglie piuttosto sottili e sistematele sul piano di lavoro infarinato, tenendole sempre coperte con la pellicola per evitare che si secchino.
    3. Tirate tutte le sfoglie, tagliatele con la rondella dentellata, divertendovi a ritagliarle come piace a voi: strette e lunghe o larghe e rettangolari, con una incisione in mezzo. Scaldate l’olio di semi e tuffatevi le frappe un po’ alla volta, facendole friggere fino a che raggiungano un colorito ambrato.
    4. Scolatele e sistematele su un piatto rivestito di carta assorbente da cucina, per eliminare l’olio in eccesso. Terminata la frittura, adagiate delicatamente le frappe senza glutine su un vassoio da portata e spolverizzate con zucchero a velo.

    Frappe senza burro

    frappe senza burro

    Antonio Danna/shutterstock.com

    Gli intolleranti al lattosio possono concedersi un piccolo sgarro nel periodo di carnevale: queste frappe, infatti, non prevedono la presenza di burro. E per renderle ancora più light, vi suggeriamo una cottura in forno.

    Ingredienti per 8 persone

    • 500 gr di farina 00
    • 150 gr di zucchero a velo + altro per decorare
    • 1 pizzico di sale
    • 1/2 bustina di lievito per dolci
    • 1 bustina di vanillina
    • la scorza grattugiata di 1 arancia
    • 3 uova intere + 1 albume
    • 60 ml di olio di semi
    • 1 bicchierino di liquore secco

    Procedimento

    1. Su un piano di lavoro sistemate la farina a fontana, lo zucchero a velo, il sale, il lievito, la vanillina e mescolate con la forchetta. Grattugiate la scorza di arancia e inseritela nella fontana, unendo anche le uova che dovranno essere inglobate un po’ alla volta, poi versate l’olio e il liquore.
    2. A parte, montate l’albume a neve fermissima e inglobatelo un po’ alla volta. Lavorate l’impasto fino a renderlo liscio e compatto. Copritelo con pellicola trasparente e mettetelo a riposare in frigo per almeno quindici minuti.
    3. Scegliete se stendere la pasta con il matterello o con la macchinetta, cercando però di creare le sfoglie più o meno della stessa altezza.  Sistematele su una placca rivestita di carta forno e cuocetele a 170° C per 8-10 minuti o comunque fino a doratura. Sfornate e sistemate le frappe senza burro su un vassoio da portata cospargendole di zucchero a velo.

    Frappe senza uova

    frappe senza uova

    filippo giuliani/shutterstock.com

    Realizzare un dolce di carnevale senza uova non è impossibile: in questa versione sostituiamo il grasso animale con olio di semi e succo d’arancia.

    Ingredienti per 6 persone

    • 240 g di farina 00
    • 30 ml di olio di semi di arachide
    • 50 ml di liquore tipo grappa (facoltativo)
    • 1 arancia (succo e buccia grattugiata)
    • 20 g di di zucchero
    • un pizzico di sale
    • q.b. di olio per friggere
    • q.b. di zucchero a velo

    Procedimento

    1. Setacciate la farina e sistematela sul piano di lavoro mettendola a fontana. Al centro inserite lo zucchero, la scorza di arancia grattugiata, il sale e mescolate. In un bicchiere versate il succo d’arancia, l’olio e, se scegliete di metterlo, il liquore: girate per mescolare tutto. Aggiungete quindi i liquidi alla farina e impastate velocemente fino a rendere l’impasto liscio e omogeneo.
    2. Coprite con pellicola trasparente e fate riposare in frigo per almeno 15 minuti. Tirate la sfoglia a mano con il matterello o con la macchinetta, cercando di raggiungere sempre lo stesso spessore. Sistemate le sfoglie sul piano di lavoro e tagliatele con la rotella dentellata creando delle farfalline.
    3. Friggete in abbondante olio di semi caldo. Man mano che scolate le frappe sistematele su un piatto rivestito con carta da cucina o carta per fritti, per eliminare l’eccesso di olio. Infine, trasferite le frappe senza uova su un vassoio da portata e spolverizzate con zucchero a velo.

    Vi sono piaciute queste ricette di frappe in tre varianti? Se siete dei golosi da carnevale vi suggerisco di sbirciare nel nostro ricettario per trovare altre imperdibili ricette.

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *