“Biscocchi”, i biscotti di Santa Lucia

LauraSardegna
I biscocros de santa luchia sono ottimi biscotti sardi, dedicati appunto a Santa Lucia. Si fanno benedire per proteggere la vista, e infatti "biscocros" deriva da un gioco di parole: "biscottos" (biscotti) e "ocros" (occhi). In altri paesi della Sardegna, "occhi" si dice: "ojos", "occios", "oxios" (la x si pronuncia come la g francese), o anche "olhos" dal latino "oculus". Santa Lucia in sardo si può dire Santa Luchìa, Lucìa o Luhìa, ed è festeggiata solo in pochi paesi. Questi biscotti rotondi vengono incisi sulla parte superiore a forma di occhio, da lì occhi di Santa Lucia. Sono farciti con marmellata di mirtilli, si sa che il mirtillo fa bene alla vista.
3.04 da 24 voti
Preparazione 2 h
Tempo totale 2 h
Portata Dolci e Dessert
Cucina Italia
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

Istruzioni
 

  • Impastate come una frolla la pasta, poi lasciate riposare 30 minuti. Poi riprendete la pasta, stendetela alta 1 centimetro scarso e, aiutandovi con una formica, ricavatene dei biscotti tondi.
  • Incidete metà dei biscotti al centro, ricavandone un occhio a forma di mandorla. Togliete la pasta recisa e ottenete altri biscotti.
  • Disponeteli sopra una teglia con cartaforno, l'uno accanto all'altro senza toccarsi, uno "intero" e l'altro con l'incisione ad occhio.
  • Spolverizzate di zucchero vanigliato e cuocete in forno a 180° per 12 minuti circa, o fino a quando diventano leggermente dorati.
  • Cotti tutti i biscotti, lasciateli raffreddare. Ora mettete su un biscotto intero un velo di confettura di mirtilli, copritelo con un biscotto con l'occhio. Continuate così, fino a farcirli tutti. Servite con un liquore di mirtilli o di frutta. Si conservano per una settimana, in una scatola di latta ermetica.