panettone gastronomico vegano

Panettone gastronomico: i consigli e la ricetta per realizzarlo in chiave “vegan”

Carmela Kia Giambrone
2

     

    È questo il periodo dell’anno in cui si gioca una battaglia epica, ovvero quella tra gli amanti del panettone e quelli del pandoro. Chi però sceglie il primo, spesso può goderne anche nella versione salata, ovvero quella conosciuta come panettone “gastronomico”: si presenta senza canditi e uvetta, e generalmente è tagliato in dischi, farciti poi con salse o ingredienti differenti. Una preparazione assolutamente ricca, quindi, e che porta le festività immediatamente sulla tavola e che il giorno dopo, magari gustato come happy hour vegano, dà ancor più soddisfazione!

    Ecco in quest’articolo la ricetta del panettone gastronomico vegano, ripieno di ingredienti tutti 100% vegetali. Seguitemi, non ve ne pentirete!

    3 consigli per un panettone gastronomico a regola d’arte

    Prima di vedere la ricetta vera e propria, però, ci sono alcuni trucchetti che, se seguirete, vi permetteranno di realizzare il vostro panettone gastronomico vegano perfetto.

    Attenzione al tempo di preparazione

    panettone gastronomico vegano

    Alp Aksoy/shutterstock.com

    Innanzitutto, tenete conto del tempo: per preparare questa ricetta natalizia non dovrete avere fretta, ci vorranno diverse ore che includeranno la prima lievitazione, la seconda lievitazione, la preparazione dell’impasto e la cottura, fino naturalmente alla farcitura. Pertanto, il panettone gastronomico vegano non è certamente in una ricetta rapida. Il vero consiglio è quindi quello di realizzarlo con un po’ di anticipo, il giorno prima è la cosa migliore, per poi il giorno stesso in cui vorreste gustarlo alla farcitura.

    Scegliete il luogo di casa più adatto per la lievitazione

    Durante la lievitazione, poi, come per qualunque impasto lievitato, non dimenticate di scegliere il luogo della casa più adatto: privo di sbalzi di temperatura e spifferi, non vicino a una fonte di calore, in modo che l’aria non sia eccessivamente secca. In aggiunta, l’impasto dovrà essere sempre ben coperto con un panno di cotone che ne permetta lo stabilirsi di un microclima adatto alla fermentazione stessa. Come vedrete anche nella ricetta, la cosa migliore è permetterne una lievitazione doppia, così da ottenere un impasto soffice e molto vaporoso.

    Taglio e farcitura

    panettona gastronomico taglio

    Giacomo M/shutterstock.com

    L’ultimo consiglio riguarda il taglio e la farcitura. Per un taglio delle fette perfetto scegliete il coltello giusto: ben affilato e meglio se dalla lama seghettata, come quello che si usa per tagliare il pane; questo vi permetterà di avere fette perfette. Non abbiate fretta e provvedete a effettuare ogni taglio con cura. Infine, parliamo della farcitura: naturalmente, essendo la ricetta in chiave vegana di quella più tradizionale, la farcitura sarà completamente vegetale, ma certamente non dovrete fare alcuna rinuncia in termini di gusto.

    Scegliete con cura i vostri ingredienti preferiti e farcitelo non troppo tempo prima di servirlo in modo da non “rovinarne” l’impasto. Ora passiamo alla ricetta!

    Panettone gastronomico vegano: la ricetta passo dopo passo

    Nella ricetta più classica del panettone, ovviamente come tutti sappiano, viene preferita la pasta madre per la panificazione, rendendo però i tempi di realizzazione estremamente lunghi. In questo articolo, invece, vi propongo una ricetta a base di lievito di birra fresco in grado di rendere così molto più rapida la preparazione, ottenendo comunque un impasto estremamente soffice e leggero.

    panettone gastronomico vegano

    Alp Aksoy/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 400 g di farina di manitoba
    • 1 cubetto di lievito di birra fresco
    • 100 g di farina di grano tenero integrale bio
    • 4 cucchiai di fecola di patate
    • 50 g di malto di riso
    • 200 g di latte di soia al naturale
    • 1 pizzico di sale integrale marino
    • 100 g di burro di soia
    • q.b di un mix di parti uguali di olio di girasole e acqua per spennellare

    Per farcire (a scelta)

    Procedimento

    1. Scaldate leggermente in un pentolino il latte a fiamma bassa.
    2. Versatelo in una grossa terrina, scioglietevi il malto, il sale e il lievito di birra.
    3. Attendete qualche minuto, quindi aggiungete le farine e la fecola e lavorate prima con una frusta, poi con le mani, delicatamente, il tutto.
    4. Aggiungete il burro e continuate a lavorare in modo da ottenere un impasto liscio e omogeneo.
    5. Coprite con un telo di cotone pulito e fate lievitare per circa 2 ore in un ambiente caldo ma non secco.
    6. Passato questo tempo, infarinate la vostra spianatoia e ponete il vostro impasto lievitato nel mezzo.
    7. Iniziate stendendo leggermente la pasta e facendo le classiche pieghe, tirando cioè la pasta dagli angoli verso il centro; procedete così per 4 volte almeno, senza mai comprimere l’impasto per evitare di intaccarne la morbidezza.
    8. Mettete quindi nella teglia per panettone imburrata l’impasto così lavorato, coprite con la pellicola in cera vegetale (o la pellicola per alimenti) e lasciate lievitare per altre 2 ore circa.
    9. Al termine della seconda lievitazione, preriscaldate il forno a 180 °C e, quando sarà a temperatura, infornate per 50-60 minuti, a seconda del forno e della grandezza della vostra teglia.
    10. Controllate la cottura frequentemente.
    11. Una volta cotto, lasciate che il vostro panettone gastronomico vegano si raffreddi del tutto prima di procedere al taglio e alla farcitura.
    12. Una volta freddo, tagliatelo in 3, 4 o 5 fette orizzontali a seconda lo preferiate più o meno ricco.
    13. Passate alla farcitura. Farcite ogni strato in modo diverso: il primo con maionese vegan, germogli freschi fatti in casa, affettati vegan o bacon vegano.
    14. Il secondo con pesto di rucola selvatica, insalatini di verdure.
    15. Il terzo con hummus, pomodori secchi e salsa tzatziki.
    16. Ora procedete in questo modo continuando con tutto ciò che la fantasia e il palato vi suggerisce.
    17. Procedete infine a effettuare dei tagli verticali e servite ai vostri ospiti il vostro panettone gastronomico vegano super gustoso!

    Quest’anno stupite la vostra famiglia servendo il panettone gastronomico vegano fatto in casa arricchendolo, perché no, con del cruditè in pinzimonio o dell’insalata verde freschissima… e  buone feste vegan-friendly a tutti!

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *