insalata tunisina

Mechouia: la ricetta dell’insalata tunisina perfetta per l’estate

Giulia Ubaldi
2

Indice

     

     

    È vero, vi abbiamo già parlato tanto della cucina in Tunisia. Ma non potevamo tralasciare la mechouia, l’insalata tunisina per eccellenza, che si può trovare da sola, decorata in vari modi, ma anche come ingrediente di altre preparazioni. Noi l’abbiamo assaggiata sempre a casa di Abdelfattah Milk e di sua moglie Kaouther, che con la loro associazione di promozione della Tunisia, Voyageurs du désert, si rivelano essere tra i nostri migliori informatori gastronomici. Oggi vi proponiamo la ricetta della mechouia in alcune varianti, per un’estate più tunisina che mai.

    Insalata tunisina estiva: le ricette della Mechouia

    La mechouia è un’insalata tipica tunisina, che sa di orto e di spezie. Infatti è composta da pomodoro, peperoni verdi, cipolla e aglio, uniti a spezie, in particolare cumino e coriandolo, con l’aggiunta di olio d’oliva e sale. Solitamente si mangia così: fredda, come antipasto, in accompagnamento con un po’ di pane, decorata con tonno, uova sode e olive, che come abbiamo visto sono tra gli ingredienti più utilizzati nella cucina tunisina.

    In realtà la mechouia si può trovare spesso anche girando per le strade, come ingrediente a scelta di alcuni panini, quali il chapati (classico street food tunisino con tonno, uova sode, harissa e olive), il fricassé (piccoli panini fritti con ripieno a scelta) o altre preparazioni, di cui vi abbiamo già parlato a proposito del brik. Se volete provare a casa questa insalata, ecco tre ricette per voi: dalla mechouia al naturale, a quella decorata, fino alla variante con le melanzane, se non avete a disposizione i peperoni.

    ingredienti mechouia

    Mechouia al naturale

    La prima volta che cucinate la mechouia, dovete assolutamente provarla da sola, al naturale, seguendo la ricetta classica.

    Ingredienti

    • 500 gr di pomodori
    • 300 gr di peperoni dolci verdi
    • 1 o 2 spicchi d’aglio
    • sale
    • 1 cucchiaio di tabil (mix di spezie tunisino)

    Procedimento

    1. Grigliate i peperoni e i pomodori per poterli sbucciare meglio. State attenti che non diventino troppo molli.
    2. Togliete delicatamente la pelle, i semi e tagliateli a pezzetti; aggiungete sale, tabil e aglio schiacciato.
    3. Al momento di servire, condite con qualche goccia di limone, un filo d’olio e un cucchiaino di aceto.

    Mechouia ricca

    peperoni mechouia

    La seconda volta, invece, potete provarla nell’abbinamento tipico tunisino, ovvero decorata come segue.

    Ingredienti

    • 500 gr di pomodori
    • 300 gr di peperoni dolci verdi
    • 1 o 2 spicchi d’aglio
    • sale
    • 1 cucchiaino di tabil
    • 1 cucchiaio di prezzemolo
    • sedano
    • 100 gr di tonno
    • 50 gr di capperi
    • 1/4 di limone
    • olive verdi e nere
    • 1 uovo per la guarnizione
    • q.b. di olio

    Procedimento

    1. Seguite la preparazione precedente. Una volta pronta la mechouia al naturale, aggiungete tonno, prezzemolo e sedano, tagliati prima finemente. In seguito tagliate il limone a dadini e fate bollire le uova.
    2. Servite su un vassoietto decorando con limone, olive, capperi, uova soda a fettine e un filo d’olio, come vedete nell’immagine seguente: è la mechouia preparata da Kaouther!

    mechoia ricettaMechouia di melanzane

    Infine, in mancanza dei peperoni verdi dolci, avrete un risultato simile anche con le melanzane, soprattutto nel periodo estivo quando sono di stagione.

    Ingredienti

    • 500 gr di melanzane
    • 4 spicchi d’aglio
    • 1 cucchiaio di cumino in polvere
    • q.b. di sale
    • 1 filo d’olio
    • olive verdi e nere
    • 1 uovo sodo

    Procedimento

    1. Mettete le melanzane tra le ceneri di una brace (di un kanoun o di un forno per la tabouna) per 30 minuti. In assenza di cenere, mettete le melanzane in forno per 30 minuti per farle asciugare e ammorbidire. Toglietele dalla brace o dal forno e sbucciatele.
    2. Passatele nel passaverdure oppure, in mancanza, schiacciatele; aggiungete aglio e cumino. Salate abbondantemente.
    3. Servite in un vassoietto, condite con filo d’olio e guarnite con le olive e l’uovo sodo sminuzzato.

     

    Non vi abbiamo ancora svelato, però, uno dei punti di forza di questa insalata tunisina: si conserva (in frigo) benissimo, anzi, la sua bontà aumenta con il passare dei giorni, quando le verdure prendono completamente il sapore delle spezie e dell’aglio. Avete mai assaggiato la mechouia? Provate per credere!

     

    Foto di Giulia Ubaldi.

    Giulia Ubaldi

    Antropologa del cibo, è nata a Milano, dove vive e scrive per varie testate, tra cui La Cucina Italiana, Scatti di Gusto, Vanity Fair e le Guide Espresso. Il suo piatto preferito sono gli spaghetti alle vongole, perché per lei sono diventati un'idea platonica: "qualsiasi loro manifestazione nella realtà sarà sempre una pallida copia di quella nell'iperuranio". Nella sua cucina non mancano mai pistilli di zafferano, che prima coltivava!"

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *