La ricetta per realizzare in casa la famosa birra allo zenzero (ginger beer)

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

     

    I cibi fermentati sono il nuovo must dell’anno: sono “vivi”, possono essere sperimentati in casa e, soprattutto, fanno bene all’organismo. Se i più comuni, come il kefir, il kombucha o i crauti sono molto conosciuti, quelli di nicchia, come le prugne umeboshi, il formaggio dell’uomo povero, il rejuvelac, i limoni confit e il tempeh, per molti sono invece tra gli alimenti annoverati come da scoprire.

    Oggi, voglio raccontarvi di un altro cibo, anzi bevanda fermentata, ai più ancora sconosciuta: la ginger beer, ossia la birra allo zenzero. Questa vera e propria bibita, leggermente alcolica, frizzante e molto dissetante, non solo è facilissima da preparare in casa, ma, come tutti gli alimenti fermentati, porta con sé batteri “buoni”, utili a nostro organismo, intestino in primis. Scopriamo allora insieme la ricetta della ginger beer e come prepararla!

    Il ginger bug, il primo passo per realizzare la birra allo zenzero

    birra allo zenzero

    Benoit Daoust/shutterstock.com

    Per preparare la birra allo zenzero, dobbiamo innanzitutto realizzare il ginger bug,  ovvero lo starter, il cosiddetto lievito. Grazie ai batteri lattici che si trovano naturalmente sui rizomi o sulle verdure, a partire da acqua, zenzero e zucchero, realizzeremo insieme questo utilissimo starter vivo. Durante la fermentazione, i batteri, cibandosi dello zucchero, produrranno anidride carbonica: ecco quindi le bollicine del tutto naturali che avremo nella nostra birra di zenzero, oltre a ottenere, come metabolita secondario, di “scarto”, l’1-2% di alcol, proprio come nel kefir d’acqua.

    Ginger bug: come prepararlo passo a passo

    Il procedimento di crescita e rinfresco del ginger bug durerà nel complesso 9 giorni: il nono giorno, infatti, il nostro starter sarà pronto. Saprete che è vivo grazie alle bolle che si formeranno nella parte superiore del barattolo. Ogni 2 giorni, dovrete nutrire il ginger bug, aggiungendo zenzero fresco, acqua e zucchero, in questo modo.

    Ingredienti:

    • 1 radice di zenzero fresco 
    • 700 ml acqua declorata 
    • 165 g di zucchero

    Procedimento:

    In una caraffa iniziate la preparazione del vostro ginger bug, ponendo: 

    il primo giorno:

    • 4 cm di zenzero fresco grattugiato
    • 100 ml di acqua declorata
    • 20 g di zucchero

    poi, il secondo giorno: lasciate a riposo;

    Il terzo giorno aggiungete:

    • 4 cm di zenzero fresco grattugiato
    • 200 ml di acqua declorata
    • 40 g di zucchero

    il quarto giorno: lasciate a riposo;

    Il quinto giorno aggiungete:

    • 4 cm di zenzero fresco grattugiato
    • 200 ml di acqua declorata
    • 45 g di zucchero

    il sesto giorno: lasciate a riposo;

    il settimo giorno aggiungete:

    • 4 cm di zenzero fresco grattugiato
    • 200 ml di acqua declorata
    • 60 g di zucchero

    l’ottavo giorno: lasciate a riposo;

    Il nono giorno: il ginger bug è pronto! 

    Una volta pronto, potrete conservarlo in frigorifero, così da poterlo rinfrescare una volta a settimana, oppure utilizzarlo per panificare come fosse un vero e proprio licoli. O, ancora, per preparare la vostra birra di zenzero, e in questo caso, continuate la lettura!

    La ricetta della ginger beer a partire dal ginger bug

    ginger beer

    Oksana Mizina/shutterstock.com

    Una volta che avrete pronto, vivo e vegeto il vostro starter, potrete procedere alla preparazione vera e propria della birra di zenzero. Ecco come fare.

    Ingredienti:

    • 1 bicchiere di ginger bug filtrato
    • 60 g di zucchero bianco
    • 750 ml di acqua declorata
    • 50 g di zenzero fresco

    Avrete anche bisogno di:

    • una caraffa di vetro
    • un tovagliolo in cotone
    • un elastico
    • una bottiglia in vetro con chiusura a clip
    • un colino a maglie fini
    • una grattugia in ceramica per zenzero (o un omogenizzatore)

    Procedimento:

    1. Per prima cosa, grattugiate lo zenzero.
    2. Ponete in una caraffa di vetro l’acqua, lo zucchero, lo zenzero e infine il ginger bug, filtrato con un colino. 
    3. Chiudete con un tovagliolo fissato con un elastico, quindi lasciate che fermenti per 3-5 giorni, a seconda della temperatura dell’ambiente (in estate bastano 3 giorni, in inverno 5). 
    4. Trascorso il tempo di fermentazione, versate il contenuto in una bottiglia di vetro con chiusura a clip, filtrando con un colino a maglie fini la birra. 
    5. Chiudete e lasciate fermentare una seconda volta per altri 2 giorni.
    6. Dopo i 2 giorni, la ginger beer è pronta: potete gustarla accompagnandola con cruditè di verdure o anche il vostro fish and chips vegano.

    Come abbiamo scoperto, per realizzare la birra di zenzero e il ginger bug, il suo starter, non serve poi molto, se non una buona dose di pazienza e qualche piccola attenzione. In fondo in cucina, come nella vita, per ottenere ciò che amiamo, non possiamo far altro che concentrarci e dare tempo al tempo!

     

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *