Eco Picnic A Isola Maggiore

Redazione

Lago Trasimeno

di Nicola Sportoletti ed Antonio Barone

Dopo la “mangiata a plaja di mare” svoltasi a Ribera in Sicilia e la“scampagnata friulano-giuliana” del 3 settembre a Monfalcone, laCompagnia del Cibo Sincero di Isola Maggiore – Tuoro s.T. sta organizzando per il prossimo 4 settembre il suo primo “eco picnic” o, se preferite un termine usato nella tradizione locale, il “ciccicocco” settembrino.
Lago Trasimeno foto di luigig su flickrLuogo dell’incontro è Isola Maggiore sul Lago Trasimeno, a Tuoro s.T. (Perugia), a partire dalle ore 11.00.
Per arrivare ad Isola con i mezzi pubblici, si consiglia prendere il battello a Lido di Tuoro – Punta Navaccia (a partire dalle ore 9 ci sono corse ogni 40 minuti).
Si tratta di una iniziativa che vede coinvolte, in varie date, tre Compagnie Comunali del Cibo Sincero – una al sud, una al nord e Tuoro al centro – con lo scopo di avviare una campagna di educazione e rispetto per l’ambiente.

Con il picnic sostenibile ci proponiamo di diffondere:

  • la rivisitazione delle antiche ricette di piatti “da scampagnata” o “ciccicocco”
  • il contrasto a prodotti industriali e alla gastronomia globalizzata
  • la coscienza ecologica
  • l’impatto zero sull’ambiente
  • l’educazione alla rinuncia di materiali usa e getta in plastica

La Compagnia favorirà la partecipazione dei bambini per trasmettere i principi della sostenibilità e della corretta alimentazione in una situazione di gioco. Durante il picnic si svolgerà una breve discussione su questi temi e una visita ad Isola Maggiore curata dai giovani collaboratori dell’ATS Tuoro Musei.

I soci e tutti gli ospiti sono invitati a portare il “cestino” per il proprio gruppo familiare preparato secondo queste regole:

  • Si al menu tradizionale delle “scampagnate” di una volta.
  • Si all’utilizzo di prodotti locali (km zero o tendenti allo zero).
  • No ai prodotti industriali tranne che per i prodotti artigianali locali.
  • No alle bibite gasate.
  • No all’acqua minerale in bottiglie di plastica, si all’acqua di fonte o di rubinetto in bottiglia di vetro o contenitori di plastica riutilizzabili /thermos etc.).
  • No alle stoviglie (piatti, bicchieri, posate) di plastica usa e getta.
  • Si ai tovaglioli di carta o di stoffa.
  • Si alle tovaglie di stoffa.
  • Si al Mater-Bi (plastica biologica)

I partecipanti sono invitati a portare:

  • Sacchi per la raccolta differenziata
  • Ricette dei cibi preparati.

 

Le parole d’ordine:

  • non sporcare
  • non sprecare
  • liberarsi dalla plastica

Si stanno raccogliendo le adesioni di numerose altre organizzazioni, tra cui Legambiente e le associazioni proLoco del territorio, ma anche le strutture ricettive del territorio sensibilizzeranno per l’occasione i propri ospiti perchè possano conoscere le tradizioni gastronomiche locali in collaborazione con i ristoratori dell’Isola.
Parteciperà all’eco picnic anche Martino Ragusa, Presidente Nazionale della Compagnia del Cibo Sincero.
L’Eco-picnic è anche spunto di riflessione sui temi dei nuovi modelli di sviluppo sostenibile, sulle logiche di consumo delle risorse, sulla resilienza. Isola Maggiore, infatti, per le sue caratteristiche di scarsa antropizzazione e compatibilità delle attività dell’uomo con le risorse naturali, è un interessante caso per valutare ad esempio i recenti modelli di Transizione, che mirano a creare comunità libere dalla dipendenza dal petrolio e fortemente resilienti attraverso la ripianificazione energetica e la rilocalizzazione delle risorse di base della comunità (produzione del cibo, dei beni e dei servizi fondamentali). Insomma, un modo per ricostruire il sistema di rapporti fra uomini e uomini e fra questi e il pianeta che abitano, un progetto consapevole del passaggio dallo scenario attuale a quello del prossimo futuro. La resilienza infatti è la capacità di un certo sistema, di una certa specie, di una certa organizzazione di adattarsi ai cambiamenti, anche traumatici, che provengono dall’esterno senza degenerare, una sorta di flessibilità rispetto alle sollecitazioni. Questi concetti – che sono alla base delle Transition Towns (oramai centinaia), città e comunità che sulla spinta dei propri cittadini decidono di prendere la via della transizione – vengono anche condivisi nella definizione di “decrescita felice”.
Possediamo tutte le tecnologie e le competenze necessarie per costruire in pochi anni un mondo profondamente diverso da quello attuale, più bello e più giusto. La crisi profonda che stiamo attraversando è in realtà una grande opportunità che va colta e valorizzata. L’Ecopicnic è già un passo in questa direzione.
In bocca al lupo agli amici giuliani per l’ecopicnic del 3 settembre e speriamo di essere in tanti anche il 4 settembre a Isola Maggiore!

Il Comitato Organizzatore
Nicola Sportoletti CCS Isola Maggiore- Tuoro s.T
Angelo Billi CCS Isola Maggiore – Tuoro s.T. Lorenzo Borgia CCS Isola Maggiore – Tuoro s.T. Giacomo Barneschi CCS Isola Maggiore – Tuoro s.T. Francesca Cardinali CCS Isola Maggiore – Tuoro s.T. Antonio Barone ATS Tuoro Musei
Info: info@isolamaggiore.net
Tel 075 8254233 – 825220

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi