decorazioni natalizie con cibo

Dalla cucina… all’albero: 8 decorazioni natalizie creative e sostenibili

Carmela Kia Giambrone
2

Indice

    Dite addio agli addobbi natalizi fatti di plastica e che provengono dall’altro capo del mondo: avete mai pensato infatti a quanto la cucina sia un vero pozzo delle meraviglie? Quest’anno, immaginatevi quindi di attingere ad essa per realizzare i vostri addobbi natalizi zero waste, 100% biodegradabili e sostenibili e davvero low cost! Divertitevi a realizzarli insieme a tutta la famiglia e ad agghindare a festa la vostra casa in maniera diversa dal solito. Se siete amanti del giardinaggio potrete anche optare per realizzare delle seed bomb con cui abbellire l’albero di Natale e perfette per le semine di gennaio. Vediamo quindi alcune fantastiche e creative decorazioni natalizie con il cibo!

    Decorazioni natalizie con il cibo: 2 addobbi per l’albero

    Le prime decorazioni non potevano che riguardare l’albero di Natale: addobbi zero waste naturalmente, facilissimi da realizzare e molto molto belli da vedere. Divertitevi a crearli, facendovi aiutare dai vostri bambini!

    Biscotti alla cannella

    Buonissimi biscotti alla cannella 100% vegani, che sono ideali per decorare il vostro albero di Natale ma anche per essere sgranocchiati assieme da tutta la famiglia.

    biscotti cannella vegan

    Elena Schweitzer/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 2 tazze di farina integrale di grano tenero
    • 160 g di burro di soia
    • ½ tazza di zucchero di canna
    • 1 cucchiaio di cannella in polvere
    • 1 cucchiaino di zest di limone

    Strumenti

    • tagliabiscotti
    • spago per arrosto

    Procedimento

    1. Preriscaldate il forno a 180°C, quindi foderate una leccarda con carta da forno naturale.
    2. Ora ponete la farina e lo zucchero in una bastardella, aggiungete la cannella in polvere e lo zest di limone e mescolate per bene in modo da rendere omogeneo il tutto.
    3. Ammorbidite il burro a bagnomaria e aggiungetelo alla bastardella contenente farina e zucchero.
    4. Impastate per bene, fino a quando il composto non sarà liscio e compatto.
    5. Ora stendete l’impasto su della carta da forno aiutandovi con un matterello.
    6. Scegliete i vostri tagliabiscotti preferiti e tagliate tutti i vostri biscotti, continuate così fino a terminare l’impasto.
    7. Ricordate, con uno spiedino, di forarli nella parte più alta.
    8. Ordinateli per bene sulla leccarda che avevate preparato in modo tale che non si tocchino.
    9. Cuoceteli per circa 15-20 minuti in modo che diventino dorati.
    10. Togliete i biscotti dal forno e lasciateli raffreddare per almeno 30 minuti.
    11. Quando saranno freddi, procedete ad apporre a ciascun biscotto un cordoncino di spago da cucina per arrosti così da poterli appendere al vostro albero di Natale.

    Bastoncini di zucchero

    Come preparare dei bastoncini di zucchero fatti in casa perfetti da appendere all’albero e da gustare ogni volta che vorrete? Niente di più semplice, ricordate che potrete anche modificare l’aroma e il colorante alimentare per realizzare tutti i bastoncini che desiderate!

    bastoncini di zucchero

    Kati Finell/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 2 tazze zucchero bianco
    • 1/2 tazza sciroppo di mais
    • ½  tazza acqua
    • ¼  cucchiaino cremor tartaro
    • 1 cucchiaino estratto di menta piperita per dolci
    • 1 cucchiaino colorante alimentare vegan rosso
    • nastro di raso rosso o spago

    Procedimento

    1. In una pentola, unite lo zucchero, lo sciroppo, l’acqua e il cremor tartaro e mescolate finché lo zucchero non si scioglierà per bene.
    2. Cuocete a fiamma media senza mescolare per circa 10 minuti, quindi togliete dal fuoco e aggiungete l’estratto di menta piperita.
    3. Dividete in due parti l’impasto che avrete ottenuto e aggiungete in una delle due il colorante alimentare rosso, amalgamandolo per bene.
    4. Ponete le due parti sulla carta da forno naturale e, quando saranno abbastanza fredde da poter essere manipolate, iniziate a formare dei piccoli salsicciotti sottili prelevando parte di pasta da ciascun impasto.
    5. Quindi formate delle cordicelle, attorcigliando 2 salsicciotti assieme (uno bianco e uno rosso).
    6. Tagliate quindi le cordicelle mantenendo circa 20 cm di lunghezza per ciascuna: manipolatele in modo che diventino lisce e realizzando così i classici bastoncini di zucchero leggermente piegati da un lato.
    7. Adagiateli su una leccarda rivestita di carta da forno naturale e lasciateli raffreddare per un paio d’ore e comunque fino a quando non si saranno completamente induriti.
    8. Ora potrete appendere i vostri bastoncini al vostro albero usando del nastro rosso o dello spago!

    3 ghirlande fatte a mano e biodegradabili

    Ghirlande semplici e completamente biodegradabili. Potrete utilizzarle per abbellire la vostra casa o il vostro albero, così da regalare un tocco di festa senza rinunciare alla sostenibilità!

    Ghirlande con fette d’arancia, fette di mela, alloro e cannella

    Queste ghirlande, a base di frutta e spezie, saranno  profumate e naturalissime: dopo la festa potrete gettarle nella vostra compostiera!

    ingredienti ghirlanda natale

    Kolpakova Svetlana/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 3-4 arance
    • 3-4 mele
    • q.b. di foglie di alloro
    • q.b. di cannella in bastoncini

    Strumenti utili

    • essiccatore
    • ago
    • filo di cotone spesso

    Procedimento

    1. Tagliate a fette, non troppo sottili, le arance e le mele e ponetele nel vostro essiccatore.
    2. Una volta che saranno perfettamente essiccate, potrete procedere alla realizzazione vera e propria della ghirlanda: vi basterà infilare sul filo di cotone, alternandole, una fetta di arancia e una fetta di mela, con bastoncini di cannella, che legherete, e 5-6 foglie di alloro che invece infilerete nel centro con delicatezza e senza rompere le foglie.
    3. Procedete in questo modo fino a che non avrete raggiunto la lunghezza desiderata per la vostra ghirlanda.
    4. Utilizzate la ghirlanda per abbellire la porta di casa, il caminetto, l’albero, la tavola e qualunque cosa vogliate.

    Ghirlande decorative di agrumi e spago da cucina

    Una ghirlanda più semplice che vi permetterà comunque di addobbare la casa, l’albero, la tavola e qualunque angolo di casa regalando il profumo di decorazioni naturali.

    Ingredienti

    • q.b. di scorza d’arancio, di mandarino, di pompelmo, di limone freche

    Strumenti utili

    • tagliabiscotti
    • spago da cucina
    • tagliere
    • martello
    • uno spiedino

    Procedimento

    1. Distribuite le vostre scorze d’agrumi sul piano di lavoro, quindi, in base alla forma che avrete, scegliete i vostri tagliabiscotti preferiti, potranno essere diversi o tutti uguali, piccoli o grandi.
    2. Posizionate i tagliabiscotti e con il martello date dei piccoli colpetti in modo che il tagliabiscotti tagli perfettamente la forma scelta dalla scorza d’agrumi.
    3. Continuate così fino a che non avrete realizzato sufficienti formine di scorza.
    4. Quando ne avrete a sufficienza, potrete praticare un piccolo foro aiutandovi con uno spiedino e far passare lo spago da cucina attraverso le vostre formine di scorza;
    5. Ricordate di praticare un nodo sia prima che dopo, in modo che ogni formina sia intervallata l’una dall’altra: questo vi permetterà di ottenere delle ghirlande piuttosto lunghe con meno sforzo. Una volta finito, posizionate la ghirlanda dove più vi piace!

    Ghirlande di pop corn

    La più classica delle ghirlande: quella di popcorn! Scegliete di realizzarla con i vostri bimbi, si divertiranno tanto a farla, quanto a sgranocchiarla durante la preparazione!

    ghirlanda pop corn

    Marie C Fields/shutterstock.com

    Ingredienti

    • q.b. di pop corn

    Strumenti utili

    • filo di cotone
    • ago
    • macchinetta ad aria per pop corn

    Procedimento

    1. Preparate una grossa ciotola di pop corn: ricordate di non aggiungere né olio né sale, meglio quindi utilizzare una macchinetta ad aria per prepararli.
    2. Ora infilate i pop corn, uno a uno, attraverso un ago, su di un filo di cotone spesso.
    3. Continuate così, fino a ottenere una ghirlanda lunga sufficientemente per poter decorare l’albero o il caminetto.
    4. Anche in questo caso, al termine delle festività potrete sfilare i pop corn e gettarli nella vostra compostiera, riciclando il vostro addobbo completamente!

    3 decori da tavola

    Ecco 3 decorazioni perfette per la tavola durante il periodo natalizio: oggetti naturali che impreziosiscono e fanno subito festa! Scegliete delle candeline tea light a base vegetale, come quelle di soia, piuttosto che a base di paraffina, per rendere ancor più sostenibile le vostre decorazioni!

    Segnaposto con rametti e semi d’anice

    Piccole decorazioni, delicate e molto profumate per abbellire la tavola delle feste, anche queste completamente biodegradabili e molto semplici da riciclare nella frazione umida o nel bidone di compostaggio di casa.

    segnaposto natale

    SewCream/shutterstock.com

    Ingredienti

    • rametti di rosmarino e/o pungitopo e/o abete
    • semi d’anice

    Strumenti

    • spago di canapa

    Procedimento

    1. Unite come in un piccolo mazzo un rametto di rosmarino con un rametto di pungitopo e un rametto di abete (uno o tutti e tre, a seconda di ciò che avrete a disposizione o delle vostre preferenze).
    2. Al di sopra dei vostri rametti, aggiungete un piccolo seme di anice a stella e avvolgete due volte lo spago di canapa in modo da fissare i tutto senza usare alcun collante.
    3. Utilizzate questo mazzetto per segnare i posti a tavola o posizonateli al di sopra dei tovaglioli: il profumo che regaleranno sarà fantastico arricchendo la vostra tavola natalizia con delicatezza naturale.

    Portacandele di mele rosse

    Delle candeline commestibili e molto naturali: ecco come realizzare queste mele tealight. Ovviamente, potranno durare diversi giorni ma sarà bene realizzarle a ridosso del momento in cui vorrete utilizzarle, così da mantenerle il più fresche possibile.

    porta candele mele

    Agnes Kantaruk/shutterstock.com

    Ingredienti

    • 5-6 mele
    • 5-6 tealight

    Strumenti

    • pellicola per alimenti
    • scovolino

    Procedimento

    1. Tagliate la parte superiore della mela.
    2. Con uno scovolino, praticate una nicchia della dimensione delle vostre tealight.
    3. Prima di mettere la candelina, però, posizionate una porzione di pellicola per alimenti nella nicchia stessa, quindi disponete la candelina. Questo piccolo accorgimento permetterà alla mela di non ossidarsi e, una volta terminata la funzione decorativa, potrete anche utilizzarla in cucina.
    4. Quindi ponete ogni candelina in ciascuna mela e, se lo desiderate, distribuite le mele sulla vostra tavola o sul caminetto così da abbellire e illuminare la vostra casa, altrimenti potrete posizionarle davanti alla finestra come dei veri e propri lumini natalizi 100% naturali!

    Casette luminose di pasta di sale

    La pasta di sale è amata da grandi e piccini ed è perfetta per realizzare delle decorazioni natalizie davvero sostenibili: pochi ingredienti per un risultato 100% zero waste. Qui come realizzare queste casette luminose ma, con la stessa tecnica, potrete realizzare anche delle decorazioni da appendere sull’albero: vi basterà usare delle formine per biscotti e un poco di pasta di sale. Ma ora scopriamo come prepararla facilmente.

    Ingredienti

    • 750 grammi di farina 00
    • 750 grammi di sale fino
    • 2 bicchieri di acqua

    Procedimento

    1. Il giorno prima, in una bastardella, unite la farina e il sale.
    2. Aggiungete l’acqua, mescolando per bene con le mani. Impastate con delicatezza fino a quando non avrete un impasto omogeneo, liscio e che non appiccica.
    3. Fatelo riposare per 24 ore circa coperto da della pellicola trasparente o una pellicola in cera vegetale.
    4. Il giorno dopo, potrete utilizzare il vostro panetto di pasta di sale per realizzare le vostre decorazioni natalizie. Prelevate delle palline di pasta di sale e stendetele con un matterello sulla carta da forno. Il resto dell’impasto, rimettetelo in frigo sempre coperto dalla pellicola per far sì che non si secchi.
    5. Con un coltello, ritagliate 4 casette planari, ognuna di esse formerà un lato della casetta. Potrete farlo liberamente o prima disegnarne una su di un cartoncino per poi usarla come stampino da seguire durante il ritaglio.
    6. Quindi tagliate un quadrato che farà da base della casetta.
    7. Realizzate dei fori per le finestre sulle 4 parti laterali e fate asciugare per 1 giorno intero, vicino a una fonte di calore.
    8. Il giorno successivo, prelevate delle piccole palline di pasta di sale dal vostro impasto, manipolatele con le mani trasformandole in 4 piccoli salsicciotti.
    9. Usate ciascun salsicciotto per incollare tra loro le pareti della vostra casetta, così da ottenere una vera e propria casetta in 3 dimensioni.
    10. Infine, prelevate nuovamente delle piccole palline di pasta di sale dal vostro impasto, manipolatele con le mani, trasformandole nuovamente in 4 piccoli salsicciotti che utilizzerete questa volta per fissare la vostra casetta sul quadrato che farà da base.
    11. Ed ecco la vostra casetta pronta per l’ultimo passaggio: la cottura. Fatela cuocere in forno per circa 4 ore a 100°C circa.
    12. Sfornatela e lasciatela raffreddare: la vostra casetta è pronta!
    13. Posizionate una tea light al suo interno e godete la meravigliosa luce che sprigionerà nella vostra casa!

     

    Come abbiamo visto quindi, anche per addobbare la casa e fare festa possiamo ricorrere a materiali naturali, vegetali e riciclabili. Da quale di queste decorazioni natalizie con il cibo partirete?

    Carmela Kia Giambrone

    Carmela è nata a Bergamo e vive poco lontano da Milano. È una giornalista e si occupa da molti anni di alimentazione naturale, autoproduzione, ambiente e sostenibilità, tematiche che tratta anche nel suo blog equoecoevegan.it. "Adoro l’hummus di ceci e le patate, sotto ogni forma possibile", dichiara, mentre gli elementi che non devono assolutamente mancare in cucina per lei sono il coraggio ed un buon frullatore ad immersione, "perché l’improvvisazione necessita certo di idee ma soprattutto di strumenti pratici da utilizzare".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *