come sbrinare il freezer

10 consigli per sbrinare il freezer in modo semplice e veloce

Monica Face
2

Indice

     

     

    Con l’arrivo  dell’estate il freezer si usa un po’ di più. Vuoi perché lo riempi di gelati, vuoi perché c’è meno voglia di cucinare, per cui quando questo avviene si preferisce preparare in abbondanza e congelare ciò che è stato fatto in più. Inevitabilmente arriva quel momento in cui i cassetti non si aprono più con facilità e bisogna forzarli un po’ a causa del ghiaccio in eccesso che si è formato. E diciamoci la verità: quando arriva il momento di sbrinare il freezer non è mai piacevole, perché spesso è un’operazione lunga e noiosa. Quello che vorrei fare oggi è, quindi, darvi qualche dritta su come sbrinare il freezer in 10 mosse, nel modo più rapido possibile e soprattutto senza “spaccarsi” la schiena.

    Come sbrinare il freezer: 10 trucchi semplici e veloci

    freezer

    Sbrinare il freezer è un’operazione che andrebbe fatta almeno due volte all’anno. Il ghiaccio si forma attraverso l’umidità che penetra all’interno del congelatore tramite gli alimenti conservati al suo interno e, naturalmente, a causa della continua apertura della porta. Questo non solo rende più difficile aprire e chiudere i cassetti per la presenza del ghiaccio, ma fa sforzare anche il motore che porterà ad un aumento del consumo energetico per mantenere costante la temperatura nel congelatore.

    La cosa migliore da fare sarebbe sbrinare il freezer quando è vuoto, in modo da non correre il rischio di far scongelare gli alimenti, ma ovviamente questo non è sempre possibile.

    Mettete al sicuro gli alimenti

    Il giorno prima mettete i contenitori del ghiaccio nel freezer: durante la fase di sbrinamento vi aiuteranno a conservare gli alimenti. Sistemate i cibi congelati in ghiacciaie o in borse termiche, di quelle che usate in estate per andare al mare, e riempitele con i ghiaccetti. In alternativa estraete i cassetti e sistemateli su un tavolo. Adagiate i ghiacci sopra e coprite tutto con diversi fogli di quotidiano. I giornali infatti, isolano la temperatura e i cibi si scongelano meno facilmente.

    Staccate la spina

    Una volta sistemati i cibi è il momento di staccare la spina o, se il dispositivo lo prevede, spegnetelo dall’apposito tasto. Se lasciate il freezer acceso durante lo sbrinamento potreste infatti causare un sovraccarico del frigo: il rischio è quello di consumare molta elettricità e di sforzare il motore del vostro congelatore. Lasciate la porta semichiusa e aspettate che la temperatura si abbassi un po’ da sola. Se possedete un congelatore con la funzione SuperFrost, sarà bene attivarla il giorno prima, in modo che la temperatura possa variare da -18 °C a -32 °C, consentendo agli alimenti più tempo per scongelarsi.

    trucchi per sbrinare freezer

    Inserite acqua calda 

    Mettete sul fuoco diverse pentole con acqua e portate a bollore, poi inseritele nel vano dei cassetti, con un sottopentola o un canovaccio per evitare il contatto diretto. Il vapore che si sprigionerà permetterà al ghiaccio di sciogliersi rapidamente. Quando vi renderete conto che l’acqua si è raffreddata effettuate un cambio di pentole.

    Mettete a posto l’ultimo cassetto

    Solitamente i congelatori a cassetti hanno un contenitore più piccolo degli altri che serve a raccogliere il ghiaccio e l’acqua in fase di scongelamento: abbiate cura quindi di inserirlo, vuoto, prima di iniziare lo sbrinamento.

    Armatevi di giornali

    Sistemate per terra giornali e stracci: sarà più facile raccogliere eventuali fuoriuscite di acqua. Tenete a portata di mano anche una bacinella dove raccogliere i pezzi di ghiaccio che si staccheranno e dove potrete strizzare le pezzette per eliminare l’acqua in eccesso durante la fase di pulizia. Un aspirapolvere adatto ai liquidi è un valido aiuto per rimuovere ghiaccio e acqua.

    Attenti agli strumenti

    Esistono dei raschietti per staccare i pezzi di ghiaccio, ma state molto attenti a non battere troppo forte, tantomeno utilizzando attrezzi improvvisati come forchettoni da cucina: rischiereste di rompere la serpentina. Meglio aspettare un quarto d’ora in più fino a che il vapore faccia il suo effetto.

    sbrinare freezer

    Via alla pulizia

    Una volta che i pezzi di ghiaccio si saranno staccati, provvedete a pulire le pareti del congelatore con una pezzetta umida. Qualora trovaste delle incrostazioni, preparate una ciotola con acqua e bicarbonato per pulirle. Non usate sostanze come l’aceto perché corrodono la plastica. Una volta pulito a fondo il congelatore, risciacquatelo con acqua pulita e asciugatelo bene.

    Prevenire è meglio!

    Per ridurre la formazione di ghiaccio, passate un sottile strato di olio vegetale sulle pareti interne con l’aiuto della carta da cucina: questo rallenterà la formazione di nuovo ghiaccio.

    Riaccendetelo, ma…

    Ora che il freezer è sbrinato e pulito è possibile ricollegare la presa elettrica, ma prima di reinserire gli alimenti chiudete la porta e aspettate che la temperatura sia nuovamente fredda. Se l’apparecchio lo prevede attivate la funzione congelamento rapido. Nel frattempo pulite e asciugate i cassetti e riorganizzate la disposizione dei cibi, approfittando per mettere in evidenza quelli più vecchi, che andranno consumati più velocemente.alimenti in freezer

    Tutto a posto!

    Dopo una mezz’oretta potrete sistemare tutti i cassetti con gli alimenti all’interno. Prima di farlo abbiate cura di controllare se non si sia ammorbidito qualcosa: in quel caso il processo di scongelamento è già avviato e vi suggeriamo di tenere il cibo fuori e consumarlo in giornata, o al massimo il giorno seguente.

    Ora che vi abbiamo dato 10 dritte su come sbrinare il frigo, magari siete interessati ad avere consigli e trucchi su altri argomenti. Sbirciate nel nostro archivio e troverete tante curiosità e trucchi per la cucina!

    Monica Face

    Di origini napoletane, è nata e vive a Roma. In passato ha collaborato con vari settimanali, tra cui "Di più"; "Di piùTv Cucina"; "RadioCorriere Tv"; "Onda Tv"; "Messaggero Tv". Oggi invece si dedica anima e corpo al suo blog, "Che cavolo cucino, oggi?". Il suo piatto preferito è la parmigiana di melanzane, "perché è un ricordo d'infanzia e perché", dice, "quando aspettavo il mio bambino avevo sempre voglia di melanzane". Nella sua cucina non possono mancare il pane (che prepara in casa) la frutta e il caffè, "perché altrimenti... il pasto non è finito".

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *