Centrifuga o estrattore

Centrifuga o estrattore? Tutte le differenze

Elisabetta Pacifici

Ricavare succhi freschi da frutta e verdura di stagione oramai è un processo molto semplice che tutti possono eseguire in casa. Basta infatti essere in possesso di una centrifuga o un estrattore di succo. Questi due fantastici attrezzi da cucina, infatti, ci permettono di ottenere il meglio in termini di proprietà benefiche e salutari da qualsiasi ortaggio o frutto abbiamo nella nostra dispensa. Ma che differenza c’è tra i due? E quale scegliere, centrifuga o estrattore, in base alle esigenze di utilizzo, di portafoglio e di salute? In questo articolo vi illustriamo tutte le differenza tra i due attrezzi da cucina per guidarvi all’acquisto perfetto.   

Centrifuga o estrattore: tutte le differenze

Estrattore o centrifuga
Il metodo di funzionamento e la silenziosità

Lo scopo dell’estrattore e della centrifuga è identico, ovvero realizzare un succo fresco a partire da frutta e verdura, quindi il risultato che si ottiene è abbastanza simile. Tuttavia la centrifuga è dotata di lame che girano a velocità elevatissima per spezzare l’alimento solido inserito, la cui polpa, viene spinta verso un setaccio a forellini molto piccoli che filtra il succo e invia gli scarti ad un apposito secchiello. Diversamente, l’estrattore contiene una coclea, ovvero una vite senza fine, che non tritura quello che introduciamo nella macchina ma lo mastica, lo spreme e lo setaccia ottenendo il succo da un lato e l’avanzo di polpa da un altro beccuccio. Inoltre, la centrifuga girando più velocemente è sicuramente più rumorosa mentre l’estrattore vanta una maggiore silenziosità nell’utilizzo.

La temperatura di lavorazione e i vantaggi nutrizionali

Visti i due diversi procedimenti di estrazione è bene specificare che il succo centrifugato viene ottenuto con un processo che prevede tra i 6.000 e i 18.000 giri al minuto mentre un estrattore lavora al massimo a 100 giri al minuto. Questa differenza è molto significativa perché più veloce gira l’elettrodomestico e più produce calore ed incamera aria, favorendo l’ossidazione degli alimenti che vogliamo spremere,rovinando in parte l’efficacia delle sostanze nutrienti contenute. Difatti l’estrattore viene anche definito estrattore di succo a freddo poiché con un così basso numero di giri, si surriscalda meno della centrifuga e ci fa ottenere un succo fresco con una percentuale maggiore di sostanze benefiche.

Gli scarti del processo di lavorazione

Centrifugato

Per scegliere tra centrifuga o estrattore, vediamo le differenze tra i due attrezzi dopo che abbiamo realizzato il nostro succo preferito, ovvero cosa succede con gli scarti. Per quanto riguarda la centrifuga, il sistema di estrazione prevede un avanzo di polpa maggiore e con più umidità mentre con l’estrattore di succo a freddo avremo pochi scarti e molto secchi poiché il sistema di pressatura fa ricavare fino al 20 % in più di succo a partire dalla stessa quantità di alimenti utilizzati. Ciò può essere visto come un punto a favore per l’estrattore tuttavia bisogna dire che con gli avanzi di polpa ottenuti dal sistema di centrifugazione è possibile realizzare alcune ricette gustose, visto che all’interno vi è ancora una parte di succo non filtrato, cosa che invece non è possibile fare con gli avanzi dell’estrattore, ormai insapore.  


I consumi di centrifuga ed estrattore

I due macchinari presentano notevoli differenze per quanto riguarda i motori che vengono montati all’interno, infatti le centrifughe ne hanno di molto potenti, soprattutto quelle di buona qualità, per tritare frutta e verdura molto velocemente e scaldare il meno possibile, anche fino a 1.000 watt. Diversamente il sistema di pressione e filtraggio dell’estrattore necessita di potenze molto inferiori, circa 150 o 200 watt. Ai fini del vantaggio economico in bolletta però si deve precisare che la centrifuga è molto più veloce a realizzare un succo fresco, in genere circa due minuti, a fronte dei cinque/dieci minuti impiegati da un estrattore, pertanto il divario tra i consumi finisce in parità.

Facilità di pulizia ed ingombro

Inizialmente la centrifuga era più compatta rispetto ad un estrattore di succo pertanto aveva il vantaggio di occupare meno spazio ed era più semplice da pulire, mentre l’estrattore ingombrava maggiormente la cucina e aveva parti più grandi da smontare dopo l’utilizzo. Negli ultimi tempi invece si è notata la tendenza delle industrie nel costruire centrifughe più grandi che possono spremere anche fino a 2,5 litri di centrifugato ed estrattori dalle dimensioni più compatte, pertanto le differenze in termini di spazio e praticità di pulizia si stanno via via assottigliando.

Le differenze di prezzo

Centrifuga estrattore prezzi

Una differenza invece molto evidente è quella che riguarda il prezzo di acquisto dei due strumenti: per avere in casa una centrifuga di buona qualità la spesa da sostenere si aggira sugli 80-100 euro fino ad arrivare ai 120 per un attrezzo davvero al top. Invece per chi decide di optare per un estrattore di succo a freddo, il prezzo sale ed è molto più variabile: in genere non è possibile scendere sotto i 150 euro fino ad arrivare addirittura a 1000 euro ed oltre per alcuni elettrodomestici di qualità molto alta.

Le differenze sono molte ed ora che avete capito nello specifico quale tra centrifuga o estrattore fa più per voi, vi consigliamo anche di dare un’occhiata alla friggitrice ad aria, per cucinare cibo sano in qualsiasi momento della giornata.

Elisabetta Pacifici

Elisabetta è nata a Roma, dove vive e lavora. Per Il Giornale del Cibo si occupa di cultura, cibo, cinema e curiosità. Il suo piatto preferito è il risotto, perché si può fare in moltissimi modi e non annoia mai. In cucina non posso mancare le erbe e le spezie, perché sono il tocco in più che rende unica qualsiasi preparazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi