aperitivo milano

Dove fare aperitivo a Milano: i 5 posti migliori (secondo noi)

Giovanni Angelucci

L’aperitivo è parte integrante del milanese, che si spacchi la schiena tutto il giorno o che si goda le ferie, al momento dell’aperitivo non rinuncerebbe mai. E con lui tutti i non milanesi che vivono nella capitale meneghina e che nel giro di un mese ne diventano cittadini assorbendone le mode, gli orari, i vizi. L’aperitivo è con certezza il primo ad essere appreso e vissuto come mezzo integrante all’inizio della vita in città, e come momento vitale della giornata poi. Questa necessità goduriosa senza cui oggi Milano non sarebbe la stessa si declina attraverso migliaia di locali che propongono la formula dell’aperitivo. Diversi meritano l’abbonamento, molti la censura dovuta alla somministrazione di prosecco e arachidi di seconda mano intesa come “aperitivo”. Ma se state leggendo questo articolo sapete già che siamo abituati a proporvi soltanto un po’ del meglio su piazza, variando tra genere e offerta.

Aperitivo Milano: 5 posti da provare assolutamente

Casina Guzzafame

guazzafame milano

Meravigliosa location, stupendo concept e incantevole atmosfera. È la Cascina Guzzafame di Gaggiano (Parco agricolo Sud Milano). A pochi chilometri dal cemento cittadino avrete modo di immergervi nella natura tra vacche, orto, formaggi, mozzarelle, ortaggi e il riso carnaroli coltivato su due degli ettari di proprietà. Tutto proviene dalla terra della famiglia Monti che vi accoglierà nella caratteristica corte settecentesca lombarda, dove vive da generazioni un’azienda agricola e agrituristica tra le più genuine nella provincia. Bottega, caseificio, fattoria didattica e orto bio per un aperitivo a base di birra artigianale e vini della zona. Se poi non vi basta fate qualche passo ed entrate nel nuovo ristorante Ada&Augusto: lo chef Takeshi Iwai insieme alla compagna Maria Giulia Magario ha elaborato due nuovi menù degustazione interamente realizzati con i prodotti della Cascina. È uno di quei posti naturali e veri di cui si sente la mancanza, mi darete ragione.

Bicerin

bicerin milano

Cercate un salotto che non sia quello monotono di casa vostra? Stiloso e lungimirante il trio Silvia Amoni, Alberto Gugliada e Lorenzo Viola propongono la loro enoteca-wine room in zona Porta Venezia. Il Bicerin è classe ed informalità, qualità e stile. Un luogo particolarmente accogliente, evidentemente ben pensato e progettato, il concept architettonico nasce da un presupposto fondamentale: “il posto migliore dove assaporare un bicchiere di vino è il divano di casa tua”, spiega l’architetto del trio Lorenzo. 7 giorni su 7 per circa 800 etichette selezionate da stappare, accompagnate da pochi ma interessanti assaggi come la cocotte di riso venere, il tarallo di Napoli e le tartellette con foie gras o cream cheese. Inoltre hanno inventato il format del wine sharing con cui, a cadenza settimanale, il vino diviene democratico: si parte dalla pagina facebook del locale milanese per poi ritrovarsi in via Panfilo Castaldi a degustare i rari vini tanto ambiti. E lo si fa non soltanto risparmiando in economia ma condividendo la bottiglia con altri wine lovers organizzati in gruppi di sei.

Dinette

dinette milano

Che sia colazione, pranzo o cena, la cucina di ringhiera di Dinette è pronta ad accogliervi per farvi assaggiare le “mezze del ballatoio” che richiamano alla memoria gli assaggi delle cucine dei vicini di casa (porzioni contenute da condividere), come si usava fare una volta. Un locale nuovo che da settembre 2015 lavora in via Bronzetti ed è aperto tutto il giorno. Non è raro trovare chi arriva ordinando un caffè e andando via dopo avere fatto cena passando la giornata tra i tavolini a lavorare con il proprio computer. Un indirizzo informale in cui assaggiare una cucina casereccia che spazia dai pici all’aglione alle polpette in umido, dalle sarde gratinate con pecorino, mandorle e uvetta alla tartare di Fassona. Mezze porzioni ma anche “piatti regolari”, torte della casa e caffè servito con la moka.

Bagni Misteriosi

bagni misteriosi milano

“Un posto incredibile. Bar e ristoro ai Bagni Misteriosi” e ciò che vi aspetta all’interno della nuova (ha quasi 100 anni ma è stata appena riportata a nuova luce) Piscina del meraviglioso Teatro Franco Parenti, in zona Porta Romana. Non solo bagni e tintarella, ogni giorno dalle 18 è possibile sdraiarsi e sedersi ai tavolini per godere di un piacevole aperitivo a bordo piscina, ma rigorosamente scalzi. Ancora in fase di rodaggio la proposta al momento offre verdure biologiche, formaggi, pane e pizze realizzati con farine macinate a pietra del panificio Longoni, gelati e centrifugati, analcolici sono a base di frutta fresca (acque aromatizzate e tè artigianali, succhi di frutta biologici) e i cocktail, selezionati tra i più tradizionali. La volontà è di crescere arricchendo la proposta e non a caso è stato scelto come responsabile il giapponese Gen Ohhashi, gastronomo navigato già da anni sulla piazza dei locali milanesi.

Groove Cafè

groove cafè milano

Al civico 16 di Via Fatebenefratelli da pochi mesi c’è nuova linfa, il Groove Cafe mette le vesti di ristorante, bar, cocktail lounge, di uno spazio in cui certamente il sorriso non manca. Una squadra giovane insieme dal 2010 che ha dimostrato quel che vale già durante l’Expo gestendo la banchettistica all’interno dell’esposizione e guidando l’operatività della Terrazza Martini durante i sei mesi. Sorridenti e intraprendenti (sarà perché vengono tutti dal sud Italia), Luca, Mirko, Valentino e Francesco offrono servizio completo durante tutto il giorno e all’ora dell’aperitivo il locale diventa più vivace con il “via vai” di chi termina la giornata lavorativa o con i residenti che hanno riscoperto nella Fatebenefratelli un nuovo e piacevole punto di riferimento. Che siano vini sbicchierati o cocktail classici, ad accompagnare ci sono i buoni taralli pugliesi cotti in forno a legna, le tartellette con formaggi e salmone, le confetture di uva, le friselle con pomodoro fresco e gli appetizer di rito. Nessun salto pindarico ma semplicità e prodotti selezionati. Non solo al mattino, ma anche per l’aperitivo imperdibili i freschi estratti e spremute di frutta.

E il vostro aperitivo preferito a Milano qual’è? Se la presenza di birra artigianale è imprescindibile allora tenetevi aggiornati anche sui birrifici che vi consigliamo di visitare!

Giovanni Angelucci

Giornalista e gastronomo, collabora con numerose riviste e quotidiani che si occupano di cibo e viaggi tra le quali spiccano La Stampa, Dove e la Gazzetta dello Sport. I suoi piatti preferiti sono gli arrosticini (ma che siano di vera pecora abruzzese) e gli agnolotti del plin con sugo di carne arrosto. Dice che in tavola non può mai mancare il vino (preferibilmente Trebbiano Valentini o Barbaresco Sottimano).

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *