Violino Di Capra

Redazione

di Martino Ragusa.

Il violino di capra è una rarità in via d’estinzione che potrete ancora trovare nella macelleria Del Curto a Chiavenna (Sondrio). E’ un prosciutto fatto con la coscia di capra oppure con la spalla, in questo caso si chiama spaléta. Deve il nome sia alla sua forma, sia alla tecnica per affettarlo: va appoggiato sulla spalla proprio come un violino e poi tagliato a riccioli usando il coltello come l’archetto. La carne è conciata con vino rosso, sale e vari aromi. Io credo di avere individuato l’alloro, le bacche di ginepro, il pepe, ma non ho chiesto a Enrico l’esatta composizione della speziatura perché ho capito che la tiene segreta. Dopo la salatura i violini vengono affumicati e infine stagionati per un minimo di cinque mesi. Il sapore è deciso e si accompagna in modo perfetto con il pane di segale e un buon vino della Valtellina.

Per l’acquisto consiglio:
Macelleria Del Curto

Via Dolzino, 129
Chiavenna (So)
Tel.0343/ 32 312

La Redazione del Giornale del Cibo è composta da donne e uomini amanti del mondo del cibo e dell'alimentazione che credono fortemente nel valore della cultura.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi