tbps roma

TBPS Roma, hamburger di qualità e cottura perfetta

Luca Sessa
2

Indice

     

     

    Uno dei grandi “tormentoni” legato al mondo dell’enogastronomia è sicuramente quello relativo alla qualità delle materie prime. Chef e ristoratori sottolineano in ogni intervista, convegno, evento o intervento pubblico quanto tempo sia dedicato alla ricerca di prodotti con determinate caratteristiche per quel che concerne il sapore, la stagionalità e la sostenibilità. Un lavoro a monte per poter strutturare una proposta gastronomica che possa conquistare e fidelizzare la clientela, collaborando con i migliori fornitori. Può accadere, però, che uno stesso fornitore, possedendo le migliori materie prima disponibili, decida di “scendere in campo” per creare un nuovo format: è proprio quello che è successo a con TBSP a Roma, locale che vuol diventare un riferimento nel mondo della carne e del barbecue, un ambito in grande crescita per numero di appassionati, evoluzione delle tecniche di cottura e ricerca delle materie prime da utilizzare.

    La storia del Gruppo Galli

    hamburger tbps roma

    Fonte: www.facebook.com/TBSP-The-BBQ-Smoke-Project-256610914839888

    Esperienza nell’allevamento e nella lavorazione: sono queste le fondamenta per costruire la credibilità e, soprattutto nello scenario relativo al mondo della carne e del bbq, tali elementi diventano imprescindibili per un risultato finale degno di nota. Se a creare un format è una azienda che fa dell’esperienza un elemento distintivo, è chiaro che il punto di partenza è tra i migliori possibili.

    “La mia famiglia viene dalla campagna umbra, abbiamo sempre avuto un forte legame con la natura e una grande attenzione al benessere degli animali” racconta Fabio Galli, terza generazione della famiglia, oggi alla guida del Gruppo nato nel 1951, e che attualmente importa e seleziona dai migliori macelli internazionali carni rosse, bovine, equine e carni bianche, oltre che da molti allevamenti nazionali. Il 2015 è una data fondamentale, poiché in quell’anno è stato aperto all’interno del Centro Carni di Roma un nuovo stabilimento che comprende tutte le aree di produzione.

    TBSP Roma – The Bbq and Smoke Project

    tbps locale

    Foto di Alberto Blasetti / www.albertoblasetti.com

    Tanta esperienza, professionalità e competenza hanno trovato un nuovo sbocco nel 2016, grazie a un progetto in ambito American Barbecue: la cucina bbq è sempre più al centro dell’interesse di appassionati e addetti ai lavori, e la nascita di TBSP è stata una naturale conseguenza dello studio di un fenomeno che diviene sempre più popolare anche nel nostro paese.

    Il motto “Slow & Forward” quale filosofia portante basata su un passo lento come i tempi di cottura richiesti dal barbecue, ma con una mentalità proiettata continuamente in avanti. Un progetto che ha in Claudio Nani la figura centrale, il pit master ovvero l’addetto alle braci che supervisiona ricette e lavorazione. Nello stabilimento del Gruppo Galli è stata quindi aperta un’area di produzione dotata di affumicatori industriali, dove vengono creati tutti i prodotti TBSP, dalle carni affumicate alle salse e ai rub, il fondamentale mix di spezie e odori secchi da strofinare sulla carne.

    Le 4 sedi TBSP

    Nel 2017 l’apertura di TBSP One, la prima sede situata a Piazzale Ponte Milvio, locale davvero unico nel suo genere grazie alla possibilità di poter mangiare in loco o di optare per il take away, con un menù ricco di tradizione americana: smoked burger, pulled pork e ancora il chili con carne e naturalmente l’American Burger.

    A dicembre del 2017 è seguita l’apertura del TBSP Two all’interno del rinnovato mercato di Testaccio, un banco che tra l’altro ogni mese partecipa all’Open Day del Mercato, con apertura dalle 8 alle 24.

    Ad aprile 2018 infine ha fatto il suo debutto il TBSP Food Truck nel Porto turistico di Ostia, ulteriore tassello di un progetto che prevede l’apertura di un ristorante in zona Appio Latino e soprattutto la Academy TBSP. Uno spazio di 400 mq, sempre all’interno del Centro Carni: una sorta di punto d’incontro con i partner ristorativi e quelli tecnici, attrezzato con strumenti digitali e una cucina professionale, per poter svolgere eventi, degustazioni, meeting aziendali ma anche corsi professionali, percorsi di formazione ed aggiornamento poiché l’Academy sarà un centro di formazione regionale regolarmente accredito per svolgere tutte queste attività.

    La prova d’assaggio

    tbps hamburger

    Foto di Alberto Blasetti / www.albertoblasetti.com

    L’Open Day del Mercato Testaccio è stata l’occasione giusta per poter testare la qualità della carne e soprattutto delle cotture delle varie proposte di TBSP. In un Mercato vestito a festa e con i vari banchi presi d’assalto dalle tante persone accorse per l’evento, ho scelto di provare il Pulled Pork, maiale affumicato per 12 ore con legni pregiati, e sfilacciato, servito con insalata Coleslaw (cavolo cappuccio, verza, carote, cipolla rossa in yogurt greco e spezie) e salsa bbq. Panino quanto mai ricco, sia per quel che concerne la quantità di carne che in quanto a sapore: gustoso e intenso il maiale, presente ma non invasiva l’affumicatura, fresca e croccante l’insalata, ottima anche la tenuta del pane, che ha assorbito i liquidi degli ingredienti senza perdere consistenza. Un panino davvero ottimo, presente nel menù sia in versione “Regular” che “XL”. Una birra artigianale e delle buone patatine fritte aromatizzate alla paprika ha completato una prova d’assaggio che merita un voto molto alto.

    La cottura al barbecue, una giusta affumicatura, la qualità della materia prima: una perfetta combinazione di elementi per un risultato finale di rilievo. E voi avete già provate i panini di TBSP? Qual è il vostro preferito?

    Luca Sessa

    Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Questo sito o gli strumenti terzi da esso utilizzati, si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Informativa cookie. Se vuoi sapere di più, o negare il consenso ad alcuni o a tutti i cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie. maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi