sostituire il latte nei dolci

Yogurt, succhi di frutta e bevande vegetali: come sostituire il latte nei dolci

Luca Sessa
2

Indice

     

     

    Non amo il latte. O meglio, ad essere precisi, non amo bere il latte, come alimento, ad esempio, a colazione. Il tutto è legato a varie vicissitudini di quando ero un bambino, che mi hanno portato ad avere scarso feeling con uno degli ingredienti maggiormente utilizzati in cucina ed in particolare in pasticceria. Tuttavia io stesso ricorro spesso  al latte come ingrediente per preparare ricette salate o deliziose creme dolci. Per alcune persone la rinuncia al latte è un obbligo, a causa di intolleranze o allergie o magari per scelta, come nel caso di chi segue una dieta vegana. È inoltre sempre in evoluzione la discussione tra chi afferma quanto il latte sia importante per l’assunzione di calcio e chi sostiene che faccia male. Nasce quindi  spesso la necessità o la voglia di sostituirlo, per riuscire a realizzare comunque determinati piatti. Oggi vi spiegheremo a quali ingredienti alternativi ricorrere per poter sostituire il latte, in particolare nei dolci.

    Latte di capra e di asina, prime alternative

    Una prima possibilità per sostituire il latte più diffuso, quello di mucca, consiste nel ricorrere al latte di capra, dal sapore un po’ più forte, ma più digeribile e meglio tollerato da adulti e bambini. Questa soluzione però non è adatta a chi è intollerante alle proteine ed agli zuccheri del latte vaccino. Altra alternativa è rappresentata dal latte di asina, il più simile a quello umano, ma anche in questo caso vegani e persone intolleranti o allergiche non possono utilizzare questo ingrediente.

    Molti altri ingredienti possono venirci in soccorso per la preparazione di ricette dolci: latte vegetale, panna, yogurt o semplicemente l’acqua consentono di realizzare torte e ciambelloni che nulla hanno da invidiare alle analoghe preparazioni che prevedono l’utilizzo del latte.

    Sostituire il latte, le alternative

    latte di mandorla nei dolci

    Wichy/shutterstock.com

    Il latte vegetale, di qualsiasi tipo, è una valida alternativa al latte vaccino. Il rapporto è di 1:1, quindi l’ingrediente in sostituzione andrà inserito nelle stesse quantità della ricetta “originale”. In alcuni casi possiamo trovarci dinanzi a prodotti con un sapore molto marcato, e può quindi convenire ricorrere ad un po’ d’acqua sostituendo, quindi, il latte con un mix costituito dal 75% di latte vegetale e 25% di acqua.

    Sono disponibili varie tipologie di latte vegetale, che analizziamo nel dettaglio:

    • Latte di soia: il meno calorico, perfetto per tutte le ricette ma in particolare per ciambelloni e pan brioche.
    • Latte di cocco: ottimo per realizzare biscotti morbidi.
    • Latte di mandorla: ideale per la preparazione di creme e budini.
    • Latte di riso: particolarmente dolce, richiede una minor quantità di zucchero.
    • Latte di avena: ricco di fibre, ottimo per preparare torte.

    Come sostituire il latte nei dolci: tutte le alternative

    yogurt nei dolci

    DONOT6_STUDIO/shutterstock.com

    Le varie tipologie di latte vegetale disponibili in commercio non rappresentano l’unica alternativa all’impiego del latte nei dolci. Infatti è possibile sostituirlo anche ricorrendo all’acqua, al succo di frutta, allo yogurt o alla panna, ingredienti con determinate caratteristiche, coi quali potrete ottenere differenti risultati. Scopriamoli nel dettaglio:

    • Acqua: alimento leggero ma naturalmente anche privo di sapore, è importante insaporirlo ricorrendo ad un aroma come la vaniglia, la scorza di limone o la cannella. Come per il latte vegetale, il rapporto di sostituzione è di 1:1 È ideale per realizzare muffin, plumcake o ciambelloni, poiché consente di ottenere impasti soffici e morbidi.
    • Succo di frutta: anche in questo caso il rapporto di sostituzione è di 1:1 e la scelta relativa al sapore del succo da impiegare è del tutto libera, in base al sentore che vogliamo dare alla nostra preparazione. Particolarmente adatto per realizzare la pasta frolla e conseguentemente crostate o biscotti.
    • Yogurt: che sia di latte o vegetale (ad esempio di soia o di riso) per sostituire 100 ml di latte dovrete ricorrere all’utilizzo di 125 ml di yogurt. Ideale per la preparazione di plumcake, ciambelloni o muffin che risulteranno più umidi e soffici.
    • Panna: utilizzando la panna (fresca di latte o vegetate, come quella di soia o di riso) in sostituzione del latte otterrete impasti soffici e morbidi. Deve essere inserita nell’impasto in forma liquida, senza montarla prima, e vi consentirà di preparare ciambelloni e torte morbide.

    Latte vegetale, panna, yogurt o semplicemente il più naturale tra gli ingredienti, ovvero l’acqua: sono molteplici le possibilità di sostituire il latte nella preparazione di dolci, sia per una scelta legata al gusto personale che a causa di intolleranze o allergie. Vi è mai capitato di ricorrere ad altri ingredienti al posto del latte? Su quale prodotto è ricaduta la vostra scelta, e per preparare quale tipo di dolce? Raccontatecelo nei commenti.

    Luca Sessa

    Nato a Napoli, vive e lavora a Roma come food writer e food blogger. Nel 2011 ha aperto il Food Blog "Per un pugno di capperi" che, nato per essere una vetrina dei suoi piatti, è diventato un luogo di confronto tra appassionati. Il suo piatto preferito è la Torta caprese perché: "amo il cioccolato ed è da sempre la torta del mio compleanno. Dice che in cucina non possono mancare la pasta, una padella ampia e la passione. Ha collaborato con Dissapore, iFood, Excellence, Scatti di Gusto ed ora scrive per The Fork.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *